Cuno Amiet, dipingere positivohttp://www.okarte.it
Chiusura 28/01/2018
di Ugo Perugini
La figura di Cuno Amiet, pittore svizzero-francese, uno tra i maggiori esponenti della tradizione impressionista e post-impressionista della prima metà del Novecento, non è molto conosciuto fuori dai confini elvetici.
Piazza S. Giovanni, Mendrisio mappa
Inaugurazione 22/10/2017
La figura di Cuno Amiet, pittore svizzero-francese, uno tra i maggiori esponenti della tradizione impressionista e post-impressionista della prima metà del Novecento, non è molto conosciuto fuori dai confini elvetici.

Ebbe una vita lunga (1868-1961) e molti amici artisti che ebbero su di lui influenze determinanti. A partire da Ferdinand Hodler, svizzero-tedesco, simbolista, a Giovanni Giacometti con il quale compirà diversi viaggi in Europa, a Parigi e in Bretagna soprattutto, dove conoscerà i Nabis e le opere di pittori come Gauguin, Matisse, Cézanne.

Poi Kirchner con il quale fonderà il gruppo “Die Brücke”, che darà il là all’espressionismo tedesco, di cui peraltro Amiet non condivise la filosofia pessimistica che animava quegli artisti.
Amiet, infatti, era un pittore caratterizzato da un uso dei colori esuberante, dal gusto di immergere le sue opere in una luce forte e vivida, animata da un ottimismo di fondo che lo ha sempre caratterizzato e dai quali emergono sentimenti quali felicità e appagamento.

Questa sua visione della vita gli viene da un ottimismo di fondo, dal rapporto che mantiene con la natura, tutt’altro che matrigna, ma prodiga di bellezza, come in un’Arcadia, un paradiso terrestre di cui l’umanità può godere, se non si lascia condizionare (pensiamo ai suoi paesaggi, alle nature morte, ai giardini).
Nelle sue opere, si notano gli aspetti più sperimentali della sua ricerca artistica che virano su molti fronti dall’espressionismo al simbolismo, dall’astrattismo al divisionismo. Alla fine, però, emerge sempre la sua vena positiva, garantita da colori pieni, brillanti, luminosi.

Non attendiamoci una spiccata originalità nei suoi lavori che risentono di diversi stimoli. Forse, ha ragione Franz Miller nel suo catalogo ragionato quando sostiene che nelle opere di Amiet l’aspetto più personale e particolare sta proprio nella sua tecnica.
La Mostra al Museo di Mendrisio dal 22 ottobre al 28 gennaio 2018 è un’occasione per conoscere meglio questo artista, visto che vengono esposte settanta sue opere pittoriche (e altrettante a stampa). Un modo per avvicinare una personalità defilata ma capace di trasmettere con i suoi lavori l’armonia e la serenità che ne aveva contraddistinto il carattere per tutta la sua lunga vita.


 
Cuno Amiet, dipingere positivoPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
Genova: Oliviero Toscani diventa ladro di felicità Genova: Oliviero Toscani diventa ladro di felicità
Quando l’uomo scoprì di avere un’anima Quando l’uomo scoprì di avere un’anima
Consagra, vivere da falco sulle cime di un orgoglio da povero Consagra, vivere da falco sulle cime di un orgoglio da povero
Gaudenzio Ferrari in una mostra diffusa nei luoghi della sua attività Gaudenzio Ferrari in una mostra diffusa nei luoghi della sua attività
Scopriamo gli archetipi classici di Picasso Scopriamo gli archetipi classici di Picasso
La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano
San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie
A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone
Gillo Dorfles e l’esperienza americana Gillo Dorfles e l’esperienza americana
Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani
La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali... La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali...
Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna

Articoli archiviati

Artisti Costruttori di Pace (fuori concorso)