GTranslate

 

100 anni di Rita Hayworth

artisti costruttori di pace
Chiusura 22/12/2018
Dall'11 al 22 dicembre, presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta “100 anni di Rita Hayworth”, un omaggio, a 100 anni dalla nascita, a una delle più belle e seducenti attrici della storia del cinema, la Dea dell’amore (New York, 17 ottobre 1918 – New York, 14 maggio 1987).
viale Fulvio Testi, 121 Milano mappa
Inaugurazione 11/12/2018
Dall'11 al 22 dicembre, presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta “100 anni di Rita Hayworth”, un omaggio, a 100 anni dalla nascita, a una delle più belle e seducenti attrici della storia del cinema, la Dea dell’amore (New York, 17 ottobre 1918 – New York, 14 maggio 1987).

Attraverso 12 titoli ne ripercorriamo la sua carriera segnata da importanti collaborazioni con registi quali Charles Vidor (Gilda, Fascino, Gli amori di Carmen, Seduzione), Orson Welles (La signora di Shangai),  Howard Hawks (Avventurieri dell'aria) e altri ancora, che l’hanno consacrata diva indiscussa dell’epoca d’oro del cinema e della stagione hollywoodiana. 

IL CALENDARIO DEI FILM

Martedì 11 dicembre
h 17.00 La signora di Shanghai
Orson Welles, dal romanzo L’altalena della morte di Sherwood King, USA, 1948, b/n, 86’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Orson Welles.
A New York un marinaio irlandese salva una bellissima donna da un’aggressione. Il marito di lei, noto avvocato, decide di assumerlo sul loro yacht in partenza per il Sud. L’atmosfera a bordo non è delle migliori, e il nuovo dipendente viene ben presto coinvolto in affari poco puliti. 
  
Mercoledì 12 dicembre
h 15.00 Angeli del peccato
Ben Hecht, USA, 1940, b/n, 76’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Douglas Fairbanks jr.
Un uomo disperato viene scambiato per un miliardario sprovveduto e invitato a un tavolo da gioco da un poco di buono di nome O'Brien. Cercherà di vincere tutto per riscattarsi con l'aiuto di una bellissima donna. 
 
 h 17.00  Sangue e arena
Rouben Mamoulian, USA, 1941, 125’. Con Rita Hayworth, Tyrone Power.
Juan Galliardo è figlio d'arte, nel senso che sceglie, malgrado l'opposizione materna, di essere torero come suo padre. Divenuto celebre e ricco e sposata la donna del suo cuore, incappa nella seduzione di un'avventuriera d'alto bordo, Donna Sol.
  
Giovedì 13 dicembre
h 17.00 Gli amori di Carmen
Charles Vidor, USA, 1948, 99’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Glenn Ford.
Il caporale dei Dragoni di Siviglia, Don José, come prova d'amore per la zingara Carmen uccide un superiore e fugge per i boschi. Là ancora una prova lo attende, l'uccisione del marito di Carmen che però deve essere rimasta scontenta delle prove perché pensa bene di tradirlo con un torero.
 
Venerdì 14 dicembre 
h 15.00 Avventurieri dell’aria
Howard Hawks, USA, 1939, b/n, 116’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Cary Grant.
Due donne si contendono l'amore di un rude pilota, capo di una compagnia aerea di spedizioni che opera sulla pericolosa catena delle Ande.  
 
h 17.15 Seduzione
Charles Vidor, USA, 1940, b/n, 81’. Con Rita Hayworth, Glenn Ford.
Un padre di famiglia viene selezionato come giurato in un processo e si convince dell'innocenza dell'accusata, votando per l'assoluzione. Quando la donna incomincia a frequentare la sua casa e scatenare inquietanti meccanismi all'interno della famiglia, lui inizia a vederla con occhi diversi.
 
Sabato 15 dicembre
h 15.00 Fascino
Charles Vidor, USA, 1944, 110’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Gene Kelly.
Una ballerina di un piccolo locale di Brooklyn vince un concorso per cover girl e lascia il suo impresario fidanzato. Sul punto di sposare un giovane ricco, si pente.

h 17.00 Gilda
Charles Vidor, USA, 1946, b/n, 110’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Glenn Ford.
1945. La quotidianità dell'imperturbabile Johnny Farrell viene sconvolta dall'arrivo di Gilda, ex fidanzata e spietata opportunista che gli ha spezzato il cuore. L'incontro, destinato a sconvolgere gli equilibri, avrà pesanti ripercussioni sulle vite di entrambi.

Martedì 18 dicembre
h 15.00 Non sei mai stata così bella
William A. Seiter, USA, 1942, 100’, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Fred Astaire.
Un rigido padre di famiglia di origine argentina cerca l'uomo giusto per la figlia maggiore che le faccia smettere le sue fantasie romantiche e permetta alle sorelle minori di maritarsi.

h 17.00 Pal Joey
George Sidney, USA, 1957, 111’. Con Rita Hayworth, Frank Sinatra.
Joey Evans, giovane cantante squattrinato, cerca in tutti i modi di sfondare e apre un locale notturno a San Francisco, ma non rinuncerà all'amore per la fama.

Giovedì 20 dicembre
h 15.00 Tavole separate
Delbert Mann, USA, 1958, 100’, b/n, v.o.sott.it. Con Rita Hayworth, Gladys Cooper.
Nella modesta pensione di una piccola città inglese è raccolto un ristretto mondo di delusi e vinti, ciascuno dei quali è chiuso nella propria sconsolata solitudine. Uno di questi è John Malcom, giornalista e scrittore americano, il quale cerca da anni di dimenticare la moglie Ann, dalla quale ha divorziato.

h 17.00 La signora di Shanghai
Orson Welles, dal romanzo L’altalena della morte di Sherwood King, USA, 1948, b/n, 86’, v.o.sott.it. Con O. Welles, Rita Hayworth. Replica

Venerdì 21 dicembre
h 17.00 Peccatrici folli
George Cukor, USA, 1940, b/n, 117’. Con Rita Hayworth, Joan Crawford.
La ricca Susan torna da un viaggio in Europa animata da una nuovo movimento religioso che ha cambiato il suo modo di vedere l'esistenza. Non si rende conto, però, che il suo nuovo fervore distrugge poco a poco il suo matrimonio con Barrie.

Sabato 22 dicembre
h 17.00 Gilda
Charles Vidor, USA, 1946, b/n, 110’. Con Rita Hayworth, Glenn Ford. Replica


 
100 anni di Rita Hayworth Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph