GTranslate

 

Moving Ideas 15 – 31 maggio 2019

‘Moving Ideas’ è il desiderio di condividere un percorso nel contemporaneo, senza forzare una
lettura univoca. La volontà di creare un dialogo con i visitatori, un confronto continuo, senza
imbalsamare le opere in una lettura che resti immutata. Un “work in progress”, poiché ci
impegniamo quotidianamente, e continueremo nel futuro, ad accogliere e testimoniare i nuovi
percorsi che l’arte d’oggi va esprimendo nella sua evoluzione; percorsi che obbligano gli artisti
a misurarsi con nuovi punti di vista, con nuovi materiali, con nuovi processi mentali, con il
senso di una società in cui la velocità del cambiamento non permette ritmi più lenti di
riflessione sulla realtà.
In questa mostra Danny Johananoff è presente con 6 fotografie. Nel lavoro di Danny
Johananoff, le immagini sfocate sono un invito al sogno. Le scene presentate sembrano rese
da un contesto storico e sono diventate senza tempo. L’anima di un esploratore lo ha sempre
posseduto. Con le sue stesse parole, "quando mi sto imbarcando in una spedizione fotografica,
non so esattamente cosa sto per girare." Johananoff permette all'obiettivo di aprirsi al mondo,
catturando momenti che diventano sia opere che documentari
In mostra: Janice Alamanou, Brian Avadka Colez, Carol Carpenter, Claracarat, Andrew Curtis,
Benny De Grove, Onno Dröge, Judy Filipich, Lisbeth Glanfield, Danny Johananoff, Angela
Keller, Oleg Kirnos, Marta Kisiliczyk, Erich Kovar, Noreen Larinde, Lisa J Levasseur, Susanna
Malinowsky, Alexandra Mekhanik, Menno Vos, Betsie Miller-Kusz, Elvio Miressi, Simone
Monney, Flavio Pellegrini, Makotu Nakagawa, Niya, Doina Popescu, Irena Procházková, Daniela
Rebecchi, Fabio Salun, Sandra Schawalder, Shigeru K, Vanessa Elaine, Geek Zwetsloot.
Su rossocinabro.com troverete pagine di approfondimento su ogni singolo artista
a cura di Cristina Madini

‘Moving Ideas’ is the desire to share an itinerary in the contemporary, without forcing a single
reading. The desire to create a dialogue with visitors, a continuous comparison, without
embalming the works in reading that remains unchanged. A "work in progress", because we
are dedicated every day, and we will continue in the future, to welcome and witness the new
ways that the art of today is expressing in its evolution; paths that force artists to measure
themselves with new points of view, with new materials, with new mental processes, with the
sense of a society in which the change's speed does not allow slower rhythms of reflection on
reality.
In this exhibition there are six selected photographies of Danny Johananoff. The blurred
images are an invitation to dream. The scenes presented seem rendered from a historic
context and became timeless. Loving challenges, the soul of an explorer has always possessed
him. In his own words, "When embarking on a photo expedition, I don't know exactly what I
am going to shoot." He allows the lens to open towards the world, capturing moments that are
both operatic and documentarian.
Artists: Janice Alamanou, Brian Avadka Colez, Carol Carpenter, Claracarat, Andrew Curtis,
Benny De Grove, Onno Dröge, Judy Filipich, Lisbeth Glanfield, Danny Johananoff, Angela
Keller, Oleg Kirnos, Marta Kisiliczyk, Erich Kovar, Noreen Larinde, Lisa J Levasseur, Susanna
Malinowsky, Alexandra Mekhanik, Menno Vos, Betsie Miller-Kusz, Elvio Miressi, Simone

Monney, Flavio Pellegrini, Makotu Nakagawa, Niya, Doina Popescu, Irena Procházková, Daniela
Rebecchi, Fabio Salun, Sandra Schawalder, Shigeru K, Vanessa Elaine, Geek Zwetsloot.
On rossocinabro.com you will find in-depth information pages on each artist
Curator Cristina Madini
Rossocinabro
Via Raffaele Cadorna, 28
00187 Roma
Opening: mercoledì 15 maggio dalle 17 alle 19
Visitabile da lun a ven 11-19
https://www.rossocinabro.com/exhibitions/exhibitions_2019/181_moving_ideas.htm
img: ‘Watching her go by’ photography on glossy acrylic glass 63 x 102 cm Danny Johananoff
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph