GTranslate

 

Gallerie d'Italia a Milano, in mostra i fotografi di strada e "Dall'argilla all'algoritmo"

artisti costruttori di pace
Chiusura 08/09/2019
di Clara Bartolini
Sempre ricco il carnet di appuntamenti proposto da Gallerie d'Italia a Milano e non solo. Per la Photo Week milanese, viene presentato il progetto "13 storie dalla strada, fotografi senza fissa dimora" insieme ad un'altra significativa mostra dall'emblematico titolo "Dall'Argilla all'Algoritmo, Arte e tecnologia"."

Piazza della Scala, 6 Milano mappa
Inaugurazione 31/05/2019
Sempre ricco il carnet di appuntamenti proposto da Gallerie d'Italia a Milano e non solo. Per la Photo Week milanese, viene presentato il progetto "13 storie dalla strada, fotografi senza fissa dimora" fino al 1 settembre. Curata da Dalia Gallico, nasce dalla collaborazione con Ri-scatti Onlus, voluta dalla Fondazione Cariplo che, in 28 anni, ha realizzato migliaia di iniziative volte a ridare dignità a molte persone fragili e bisognose.

Sono stati coinvolti alcuni di questi emarginati selezionati con l'aiuto dell'Assessorato alle Politiche Sociali, per essere seguiti dai fotoreporter di Witness Journal e, dopo aver proposto loro di poter partecipare ad un workshop, gli è stato chiesto di documentare fotograficamente i progetti della Fondazione che più li interessavano. Alcuni non avevano dimestichezza con la macchina fotografica, altri l'avevano come bagaglio del passato ma, a tutti è stata data la possibilità di esprimersi attraverso questo mezzo, ridando identità e dignità ad ognuno di loro, oltre che un'opportunità di apprendere un lavoro.

Sono state scelte 52 immagini delle tante scattate, che documentano i progetti e lo sguardo personale di chi li ha preferiti tra i tanti realizzati dalla Fondazione. Giuseppe Guzzetti è il presidente della Fondazione Cariplo che si è dedicato a questo recupero degli ultimi, e Giovanni Bazoli presidente Emerito di Intesa Sanpaolo ha risposto ben volentieri in questa occasione, offrendo lo spazio espositivo nella prestigiosa sede di Gallerie d'Italia di Piazza Scala.

Insieme a questo importante progetto a sfondo sociale, Gallerie d'Italia presenta un'altra significativa mostra dall'emblematico titolo "Dall'Argilla all'Algoritmo, Arte e tecnologia". Visibile dal 31 maggio al 8 settembre e curata da Carolyn Christov-Bakargiev e Marcella Beccaria con il coordinamento di Gianfranco Brunelli, presenta 71 opere, provenienti in parte dalla collezione di Intesa Sanpaolo e in parte giunte per l'occasione dal Castello di Rivoli, Museo d'Arte Contemporanea, Direttore Fiorenzo Alfieri. Vi sono comprese opere in comodato, 3 dalla Collezione della Fondazione Carisbo, 3 dalla Fondazione Cariparo e ancora Fondazione Cerruti e Fondazione per l'Arte Moderna CRT. La mostra indaga lo sviluppo della tecnologia nella storia. Dalla tecnica per creare vasi e dipingerli con la collaborazione di esperti artisti, ai manufatti per la casa, o l'architettura. Leandro Bassano nella Cena di Emmaus del 500, ci mostra nel dettaglio gli utensili messi in tavola all'epoca.
Francesco De Mura in Costruzione del Tempio di Gerusalemme da parte di Re Salomone, espone le tecniche edilizie in auge nel 700. Dalle armi alla produzione industriale, tante le scoperte che hanno liberato l'uomo da molti limiti, e di cui l'arte si è impadronita. Giacomo Balla e Umberto Boccioni iniziano la rappresentazione della modernità. Con Lucio Fontana l'arte si illumina e con Giorgio De Chirico si mostra la perdita di identità dell'essere umano trasformato in manichino. L'Arte si appropria del movimento nel periodo spazialista con l'arte cinetica.

Tra i tanti artisti Gianni Colombo, Bruno Munari, Enzo Mari, per continuare con Mario Mertz e il primato della matematica e delle proporzioni ispirate a Fibonacci. Si arriva infine ai giorni nostri, all'elettronica e poi ancora all'intelligenza artificiale, con tutte le sue straordinarie possibilità ma, anche, con la spersonalizzazione dell'essere umano creatore di realtà inesistenti, che lo riducono a temere lo sviluppo di un mezzo che, pur offrendo moltissimo, rischia di lasciarlo schiavo delle macchine in grado di manipolarlo. Vittima della sua hybris, eccolo nelle opere di Dan Graham, Janet Cardiff, Ed Atkins, Grazia Toderi, Cécile B. Evans, Hito Steyerl, Roberto Cuoghi, Cally Spooner. Da vedere per approfondire e capire meglio dove stiamo andando.
 
Gallerie d'Italia a Milano, in mostra i fotografi di strada e Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph