GTranslate

 

Prosegue la mostra di Gianni Otr Baggi a Milano

artisti costruttori di pace
Chiusura 16/10/2019
Il “Mondo Fuori” di Gianni Otr Baggi, tra realtà e magia - Intervista all’Artista.
Dopo il grande successo dell’inaugurazione della mostra personale “Mondo Fuori” presso lo Studio Rospigliosi di Milano, all’interno di Palazzo Borromeo, rivolgiamo alcune domande a Gianni Otr Baggi (Pavia, 1946), protagonista dell’evento con le sue opere d’arte, per mettere in luce le caratteristiche principali della sua produzione artistica e i concetti che stanno alla base della sua ricerca.
Piazza Borromeo 10 Milano mappa
Inaugurazione 10/10/2019
a cura di MADE4ART

- La mostra “Mondo Fuori” che si sta svolgendo in questi giorni a Milano sta avendo un grande riscontro di pubblico e di critica. Quali sono le impressioni e le sensazioni che ha avuto attraverso il rapporto con il pubblico, i collezionisti e i giornalisti con cui è entrato in contatto?

Ho avuto un’ottima impressione in generale. Ho potuto constatare un notevole afflusso di persone interessate alle mie opere e molta curiosità a riguardo della soluzione poetica espressa tra fotografia e pittura.

- Come è nata l’idea che sta alla base dell’omonima serie di opere fotografiche esposte nella mostra?

Dopo aver lavorato per lungo tempo sul progetto “Through the Mirror” producendo immagini ottenute da istallazioni di specchi, tema fotografico molto interiorizzante che avrei potuto chiamare “Mondo Dentro”, ho avvertito l’esigenza di raccontare il mondo esterno passando dall’astrattismo al figurativo surreale.

- Che cos’è per lei “Mondo Fuori”?

Il progetto “Mondo fuori” è nato dal desiderio di scattare fotografie in un certo senso anomale e casuali al fine di creare un grande archivio dal quale attingere soggetti diversi da fondere in un’unica immagine per creare emozione. Per “Mondo fuori” ho anche voluto usare fotografie tecnicamente “scorrette” così da evidenziare il fascino delle immagini. E tutto questo è perché, per me, il mondo esterno appare a volte sconcertante.

- Quando ha preso avvio il suo rapporto con la fotografia?

Ho iniziato a fotografare negli anni '70 come professionista.

- Preferisce definirsi un artista o un fotografo?

Sono un vecchio fotografo e un giovane artista. La Metamorfosi è avvenuta drasticamente nel 2006.

- Qual è il Movimento artistico da cui ha tratto ispirazione e da cui è stato maggiormente influenzato?

Sicuramente il Surrealismo.

- Ci sono degli artisti in particolare che hanno avuto un influsso fondamentale sul suo percorso artistico?

Da ragazzo mi nutrivo d’arte in generale; crescendo ho seguito Man Ray, Bill Brandt, André Kertész e, poi, tutto l’universo della pittura surrealista.

- Lo Studio Rospigliosi si è rivelato uno spazio particolarmente appropriato per l’allestimento delle sue opere, in modo particolare per quanto riguarda la “dark room”, una stanza scura dove non perviene la luce naturale. Quali sono secondo lei i punti di forza della location nel rapporto con le sue opere?

È stato fulminante il sopralluogo: ho scoperto una location che si adattava perfettamente all’esposizione dei miei lavori, in grado di stimolare la concentrazione dell’osservatore durante la fruizione delle fotografie. Ho avvertito una sensazione particolare anche in fase di l’allestimento: era come vedere le mie opere a teatro.

- C’è un messaggio che vorrebbe comunicare alle persone che vengono in contatto con le sue opere d’arte?

Non posso dare messaggi, chiunque può rendersi conto che a volte si vive in un “mondo fuori”, vale anche per le persone regolari e pragmatiche.

- In che direzione sta procedendo attualmente la sua ricerca artistica?

Ora sto pensando alla Metafisica.

La mostra “Gianni Otr Baggi. Mondo Fuori”, a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo, è stata inaugurata il 9 ottobre 2019 presso lo Studio Rospigliosi, all’interno di Palazzo Borromeo in Piazza Borromeo 10 a Milano. La personale, aperta al pubblico fino al 16 ottobre, è stata organizzata da MADE4ART di Milano in occasione della Quindicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.
Per informazioni sull’artista, la mostra e le opere d’arte esposte: www.made4art.it.

Intervista realizzata a Milano nell’ottobre 2019
 
Prosegue la mostra di Gianni Otr Baggi a Milano Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph