GTranslate

 

A Bologna una mostra dedicata a Mina

artisti costruttori di pace
Chiusura 30/11/2019
Alla Sgallari Arte di Bologna "Mina interpreta l'arte", personale del pittore Bruno Sabbioni dedicata alla grande cantante italiana.
Galleria Falcone e Borsellino, 3 mappa
Inaugurazione 09/11/2019
Bruno Sabbioni nasce a Grizzana Morandi nel 1948. Dopo aver frequentato corsi di formazione artistica a Bologna, inizia la sua attività partecipando a numerose mostre e manifestazioni d'arte nazionali e internazionali. Tra le più importanti ricordiamo "Salon d'Automne Grand Palais" (Parigi), "Festival d'Art Contemporain" (Clermont), "Informeil Italien - Nouvelle Generation" (Chamaleres), "Cinq Annees d'art" (Chamalieres), "Carte Italiane" (Salonicco) ed infine la mostra organizzata a Grizzana nel 2002, suo paese natale. Interessato alla grafica pubblicitaria, negli anni '80, ha avuto anche esperienze di lavori scenografici per foto di scena teatrali e copertine di dischi. Attualmente vive e lavora a San Lazzaro di Savena. Hanno scritto di lui importanti critici quali Franco Solmi, Marilena Pasquali, Cristina Bignardi e Mauro Donini.

Testo critico Non è possibile immaginare altra mostra in cui artista e soggetto si appartengano così reciprocamente ed intimamente. È questo ciò che subito si percepisce quando Bruno Sabbioni ci presenta la sua Mina. Attraverso lo sguardo del tutto peculiare di questo artista, Mina, straordinaria interprete, diventa immagine assolutamente trasversale nel suo prestare volto all’arte di ogni tempo, infrangendo ogni regola e rendendo visibile, fruibile ciò che per noi è solo immaginabile. Non più solo donna, icona femminile, Mina è lei e solo lei che può essere tutto. Dall'immediatezza della pop art di Andy Warhol alla leggerezza ed eleganza di Boldini, quegli occhi profondi, dallo sguardo che vaga lontano, si prestano a dar vita e reinterpretare tutte le temperie artistiche, senza mai che si percepisca veramente lo stacco tra il contesto, sempre diverso ed a volte addirittura improbabile, e l’intervento artistico: il viso di Mina si amalgama perfettamente con l’opera originale, come se vi fosse sempre appartenuto. Ed è proprio questa la genialità di Sabbioni, che, quasi un deus ex machina, sprigiona quell’incredibile capacità espressiva di un volto che non ha tempo. La sua è una vera e propria attitudine creativa verso la materia: strappata, ricomposta, rielaborata e dunque reinterpretata, la materia nelle sue mani diviene vita pulsante. Mina è qui al contempo dama, modella, Madonna o addirittura scultura, e lo è sempre e veramente, fino in fondo: è tutte queste donne insieme, ma non solo, è più ed oltre ad esse. L’effetto che ci restituisce è sorprendente: in un processo di decontestualizzazione continua, quasi straniante, ciò a cui viene sempre ricondotto lo spettatore e che determina l’elemento di continuità è il viso di Mina, nelle sue mille espressioni e modi di essere a cui solo Sabbioni sa dare forma e vita. È un poeta che, con la sensibilità propria solo di un poeta, riesce a portare alla luce gli infiniti mondi ai possibili che solo il volto di Mina può perfettamente incarnare, e che dunque in nuce cela in sé.

La galleria Sgallari Arte nasce nel cuore di Bologna, in Galleria Falcone Borsellino, come punto di riferimento per artisti e collezionisti di arte moderna e contemporanea, nazionale ed internazionale, con la volontà di aprirsi ad un pubblico eterogeneo perché assai diversificata è la proposta artistica che questo spazio intende offrire. Da sempre appassionati e studiosi Francesca Gualandi e Giampiero Sgallari, dopo anni di esperienza nel mercato dell’arte, hanno deciso di intraprendere in prima persona questo nuovo percorso, facendo della passione per la qualità e l’innovazione, la continua ricerca e la sperimentazione il loro punto di forza, in un concetto di arte che non è mai lo stesso, ma cambia con il cambiare dei tempi. Tante le novità anche per la ripresa autunnale del 2019, che spazieranno dai dipinti, alla fotografia, sino alla scultura. Novità, energia, creatività e dinamicità, ecco le parole chiave che contraddistinguono questo piccolo salotto bolognese, dove la spinta al futuro si unisce alla consapevolezza del presente ed alla conoscenza del passato.
 
A Bologna una mostra dedicata a MinaPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph