GTranslate

 

Emilio Vedova in mostra a Palazzo Reale

vedova
Chiusura 09/01/2020
di Clara Bartolini
In mostra fino al 9 gennaio 2020 a Palazzo Reale di Milano, nella splendida sala delle Cariatidi, i capolavori del grande maestro veneziano Emilio Vedova hanno la collocazione che è loro più congeniale. A cent'anni dalla nascita dell'artista, la mostra è voluta per ricordare la sua arte dal Comune di Milano e Palazzo Reale, in accordo con la Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, e curata da Germano Celant.
Piazza del Duomo,12 Milano mappa
Inaugurazione 06/12/2019
L'allestimento, davvero intelligente, è realizzato da Massimo Alvisi e Junko Kirimoto, e si sviluppa lungo un percorso che propone tutti i temi creativi ideati dal maestro dagli anni '40 al 2000, mettendo in luce i differenti cicli che hanno caratterizzato la sua arte. Il presidente della Fondazione Alfredo Bianchini, riporta pagine del diario dell'artista per ricordare come fin dalla giovinezza Vedova abbia mostrato che la pittura era il suo privilegiato modo di esprimersi. Da piccolo, ricorda, raccoglieva in Piazza San Marco i resti dei colori caduti per terra ai vari pittori che ritraevano la più famosa piazza del mondo.

In mostra, possiamo introdurci in questo percorso e ammirare opere monumentali che dialogano con lo spazio che le contiene, potenti e galleggianti. Opere geniali dalle forme originalissime, che si collocano a metà tra il dipinto e la scultura. Aperture e chiusure che le fanno danzare, quasi vive nello spazio, a manifestare la forza segnica dell'artista, forse suggestionato dall'acqua che attraversa la sua città e rende tutto mobile. Presenze potenti ma aperte a viaggi della creatività e della vita, che trova sempre squarci dai quali sfuggire o capaci di visuali improvvise come nei canali veneziani.

Una sessantina le opere esposte, tra cui il famoso ciclo Absurdes Berliner Tagebuch 64. Presenti anche i grandi Dischi, il ciclo dei Plurimi, quello dei così detti Carnevali e il ciclo Lacerazioni. L'America con i suoi grattacieli ha lasciato anch'essa potenti sensazioni nell'artista, sempre curioso come tutti i veri Veneziani, viaggiatori per antonomasia. Nel suo percorso creativo, importanti anche le sue collaborazioni con il musicista veneziano Luigi Nono per Intolleranza del 1960 e per Prometeo. Il confronto creato dai tanti temi esposti, mette in evidenza il significativo valore del lavoro di Vedova nell'arte contemporanea. Per l'occasione è stato pubblicato un catalogo con Marsilio Editori curato da Germano Celant. Il libro percorre tutta la vita creativa dell'artista, sviluppando le diverse connotazioni sperimentate dal maestro. Da vedere.

 
 Emilio Vedova in mostra a Palazzo Reale Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph