GTranslate

 

The State of the Art of Architecture Milano

The State of the Art of Architecture Milano
A cura di Joseph Grima
13-14-15 febbraio 2020: presentazione pubblica dei progetti e allestimento della mostra
16 febbraio – 29 marzo 2020

Triennale Milano ha presentato The State of the Art of Architecture Milano, a cura di Joseph Grima, una riflessione sulla produzione di nuove forme di pensiero architettonico contemporaneo attraverso il coinvolgimento di 38 studi di architettura e ricercatori innovativi ed emergenti.
La mostra vuole indagare le nuove direzioni dell'architettura concentrandosi sulle generazioni future per capire quali siano le linee di sviluppo dell'attività progettuale.

La mostra è allestita nello spazio della Curva al primo piano che è stato riportato alla sua architettura originaria attraverso la rimozione delle superfetazioni.
La Curva è uno dei primi spazi coinvolti dai lavori che rientrano in un percorso progettuale volto ad adeguare l’impianto architettonico del Palazzo dell’Arte alle esigenze di un pubblico sempre più vasto, in totale sintonia con l’idea originaria di Giovanni Muzio, il suo progettista.

 
LA MOSTRA

The State of the Art of Architecture Milano reinterpreta in chiave contemporanea alcuni riferimenti storici e culturali che hanno segnato la storia dell'architettura moderna. Il titolo riprende infatti l’omonima conferenza di Stanley Tigermann del 1977 alla Graham Foundation di Chicago, successivamente impiegato da Joseph Grima e Sarah Herda per l'edizione inaugurale della Chicago Architecture Biennial del 2015. Oltre all'evento del 1977 altre fonti di ispirazione sono i Congrès Internationaux d'Architecture Moderne di Le Corbusier e le Charlottesville Tapes, in quanto momenti fondamentali di discussione e ricerca sullo stato dell'architettura contemporanea.
 
Il format espositivo si ispira invece, da un lato, al saggio di Walter Benjamin Unpacking my library e, dall'altro, a un'opera d'arte cruciale di Marcel Duchamp, la Boîte-en-Valise. I materiali e i progetti in mostra saranno costituiti da tutto quello che potrà essere letteralmente “portato in valigia” a Milano dagli architetti invitati, che dovranno selezionare quanto possa rappresentare al meglio la loro ricerca, adeguandosi allo spazio ristretto del contenitore, riprendendo appunto la celebre affermazione di Duchamp: “Tutto quello che ho fatto di importante potrebbe stare in una piccola valigia”.
 
Fino al 15 febbraio gli architetti coinvolti presenteranno e metteranno in scena quanto contenuto nelle loro valige e il pubblico potrà così assistere in diretta all’allestimento della mostra, che sarà essenziale e realizzato con materiali zero waste.
Dal 16 febbraio al 29 marzo sarà possibile vedere la mostra completa
con tutti i progetti (ingresso a pagamento).

 
PROGRAMMA

14 febbraio

Sessione moderata da Joseph Grima
11.00 - 13.00
Something Fantastic
Romina Grillo Liviu Vasiu
OMMX
DOMA 

Sessione moderata da Lorenza Baroncelli
14.00 - 16.00
Nashin Mahtani
Supervoid 
Apparata
Studio GISTO

Sessione moderata da Irene Sunwoo
16.30 - 18.30
(ab)Normal
MILLIØNS 
Olivia Page
Mae-Ling Lokko 

15 febbraio

Sessione moderata da Irene Sunwoo
10.30 - 13.00
Studio Ossidiana
Marjan van Aubel
KOSMOS
Center for Spatial Technologies
MBL Architectes

Sessione moderata da Tamar Shafir
14.00 - 16.00
Rebediani Scaccabarozzi Paesaggisti
Ibiye Camp
Heat Island
NM3 

Sessione moderata da Joseph Grima
16.30 - 19.00
Fosbury
The Decorators 
GAFPA
Mathieu Bujnowskyj, Titouan Chapouly (Hutte.xyz) 
Parasite 2.0 


Informazioni
The State of the Art of Architecture Milano
A cura di Joseph Grima
13-14-15 febbraio 2020: presentazione pubblica dei progetti e allestimento della mostra

16 febbraio - 29 marzo 2020

Ingresso
13-14-15 febbraio 2020:
Ingresso libero

Dal 16 febbraio al 29 marzo 2020:
The State of the Art of Architetcture Milano + I quaderni di Giancarlo De Carlo 
12 euro intero / 10 euro ridotto
Museo del Design Italiano + The State of the Art of Architetcture Milano
I quaderni di Giancarlo De Carlo
15 euro intero / 12 euro ridotto

Contatti stampa
Triennale Milano
Comunicazione
T. +39 02 72434241/247

[email protected]

Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph