GTranslate

 

Cinematica Festival 2020

artisti costruttori di pace
Chiusura 15/03/2020
CINEMATICA, festival internazionale dedicato alla relazione immagine-movimento e al rapporto corpo e nuovi media nelle arti visive, filmiche e performative torna, con la direzione artistica della danzatrice e attrice Simona Lisi, ad Ancona dall’ 8 al 15 marzo 2020. Il filo conduttore della nuova edizione è FANTASMAGORìE, tema che si presta ad affascinanti variazioni e ad accostamenti inconsueti tra arte visiva, nuove tecnologie, cinema e danza.
Mole Vanvitelliana - Banchina Giovanni da Chio, 28, 60121 mappa
Inaugurazione 08/03/2020
Il Festival inaugura con due eventi espositivi eccezionali. Due mostre che insieme esplodono il tema della visione mettendo in relazione l'artigianalità delle tecniche di pre-cinema con le nuove visioni legate alla fruizione digitale. La prima è la mostra di uno tra i più geniali e prolifici animatori italiani: Virgilio Villoresi - Trompe-l'oeil e altre visioni a cura di Bruno Di Marino che avrà luogo presso la Sala delle Polveri della Mole Vanvitelliana alle ore 18.00. La seconda e in contemporanea nello stesso spazio, MaTerre - Cantiere Cinepoetico Euromediterraneo, progetto di spicco di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 curato da Antonello Faretta. MaTerre abbraccia Cinematica portando con sé il concetto d’identità culturale, di politica e geografica, e di umanità esistenziale, frutto dell’incontro fra cinque poeti e altrettanti registi che, proprio a Matera nella primavera del 2019, hanno prodotto “film di poesia” in cinque episodi in realtà immersiva a 360 gradi e che ora, in quella sorta d’installazione video-sonora, si estende anche nel contesto anconetano. La giornata inaugurale si conclude con un’ulteriore fiore all’occhiello per il festival, un evento che lo lega al tema del femminile – doveroso visto che la manifestazione inaugura nel giorno dedicato alla donna – ovvero la proiezione alle ore 21.00 alla Sala delle Polveri del film Cenere, il muto diretto da Febo Mari e unica pellicola interpretata dall’attrice teatrale Eleonora Duse nel 1916. Il film è ripresentato e accompagnato dal nuovo e straordinario sonorizzato di Luca Maria Baldini che, con la voce dell’attrice Fiorenza Menni e la regia di Cosimo Terlizzi, ci condurranno nel mondo privato della “divina”. Le FANTASMAGORIE di Cinematica prenderanno corpo nei giorni successivi con altri due importanti eventi espositivi, due installazioni audio/video corporee di due tra i più innovativi artisti visivi italiani che si muovono in territorio transmediale: Francesca Fini e Lino Strangis. Fra gli appuntamenti dedicati alla danza, spiccano fra gli ospiti una delle compagnie più interessanti del panorama nazionale e internazionale: il TPO di PRATO con le sue narrazioni tecnologiche, ma anche Nicola Galli pluripremiato performer emiliano, Fattoria Vittadini con un lavoro sulla natura delle nuvole, Simona Bertozzi danzatrice e coreografa cresciuta nella scuderia di Virgilio Sieni e la stessa direttrice artistica Simona Lisi con il suo ultimo immaginifico lavoro su Ildegarda di Bingen. Ancora, fra le performance musicali si segnala la presenza esclusiva di un personaggio poliedrico e misterioso come Lyra Pramuk con la prima nazionale del suo nuovo progetto musicale, quella di Ari Dyker, pluripremiato videomaker e musicista polacco, del direttore di Acusmatiq, Paolo Bragaglia e il suo set PSICOFONIE. Infine, saranno presenti anche l’artista Roberto Paci Dalò con il progetto FUNKHAUS HEINER MULLER e la cantautrice della voce fantasmagorica Roberta Giallo. Torna, inoltre, nella giornata dell’11 marzo il Convegno Nazionale "CORPOREITA' e NUOVI MEDIA" che, giunto alla V edizione e organizzato in stretta collaborazione con l'Università Politecnica delle Marche e l'Istituto Italiano degli Studi Filosofici, vede come titolo Il Fantastico mondo di qui e gli interventi di Anna Maria Monteverdi, Cristiano Maria Bellei, Paolo Clini, Andrea Dresseno e Nicolò Terminio, moderati da Giancarlo Galeazzi. Si segnala, inoltre, fra gli eventi più attesi quello di sabato 14 marzo con MAKINARIUM. Il team capitanato da Angelo Poggi (direttore aziendale) e Leonardo Cruciano (direttore creativo, supervisore SFX / VFX) vanta la collaborazione di numerosi artisti coinvolti in produzioni hollywoodiane e internazionali. Guru degli effetti visivi e speciali nel cinema, Makinarium ci condurrà nel fantasmagorico retroscena di questo affasciante mondo.
Non mancheranno, infine, i Laboratori. Oltre al consolidato CINEMATICA KIDS, importante spaccato dedicato ai bambini e ai ragazzi, che vede quest’anno l’aggiungersi di quello a cura del paper engineer Dario Cestaro, per coinvolgere ancora di più il pubblico e incoraggiare i processi di cambiamento attraverso andamenti osmotici in forma laboratoriale, promuove quello sui Nuovi Media nella Scena di Pietro Cardarelli, quello di danza di Simona Bertozzi in collaborazione con Hexperimenta e Casa delle Culture, infine quello musicale di Roberto Paci Dalò. Chiuderanno il Festival nella serata finale di domenica 15 marzo il regista Giuseppe Piccioni parte della Giuria di Cinematica Videodance Competition e la cantante Roberta Giallo.

Perché FANTASMAGORIE? A spiegarlo è Simona Lisi Direttrice artistica di Cinematica: “Il festival sull'immagine in movimento ricorre all'immaginazione fervida dei linguaggi dell'arte per raccogliere modalità insolite di narrazione. Lo fa in modo poliedrico, com'è sua natura, incrociando stili, segni e provenienze per sottolineare come tutte le arti hanno delle tessiture comuni così come tutti gli abitanti di questo pianeta hanno una consistenza unica che si infonde nelle diverse persone, territori, comunità. Attraverso la tecnica possiamo viaggiare in mondi “altri” possiamo estendere la nostra corporeità in territori fantastici ma non dimentichiamo che il primo modo di viaggiare è quello della fantasia, dell'immaginazione e dell'introspezione e che la manualità ci permette di toccare corde impensabili di creatività. Dunque Cinematica propone il tema di questa VII edizione nella sua modalità organica, sensoriale e insieme tecnologica, proponendo un percorso di 8 giorni con il meglio della sperimentazione audiovisiva, coreografica e performativa italiana e internazionale attraverso un filo tenace che vi permetterà di cogliere al meglio le sfumature che intercorrono tra le diverse umanità e le innumerevoli possibilità di contaminazione tra i generi e i saperi”.

CINEMATICA FESTIVAL – FANTASMAGORìE si svolgerà in contemporanea nei seguenti luoghi della città di Ancona: Mole Vanvitelliana-Sala delle Polveri, Auditorium e Sala Boxe, Teatro delle Muse, Pinacoteca delle Marche.

Organizzato da Ass Ventottozerosei in collaborazione con i co-organizzatori Comune di Ancona e Marche Teatro, con il sostegno della Regione Marche, il Garante regionale dei diritti della persona e Amat. Patrocinio Università Politecnica delle Marche. È realizzato in collaborazione con Cooperativa Macchine Celibi, Pinacoteca delle Marche, Casa delle Culture, Acusmatiq, Museo del Synth, Hexperimenta. Il concept di CINEMATICA e la direzione artistica sono di Simona Lisi (http://www.simonalisi.it), la produzione di Adriana Malandrino e Alessandro Zitti, la comunicazione grafica di Lirici Greci Consultancy, Daniela Innocenzi collabora all'organizzazione. Saranno presenti inoltre Antonello Faretta (curatela di MaTerre), Bruno Di Marino (curatela della mostra Villoresi), Giuseppe Borrone (esperto di estetica e comunicazione sul tema corpo/immagine) coinvolto in qualità di consulente artistico. Al team di CINEMATICA si aggiunge Andrea Mangialardo per la collaborazione agli allestimenti, Laura Lanari per il coordinamento dei laboratori Musedu, Adele Iasimone Social Media Manager, Savino Lattanzio Sito web e la EnT-Entertainement Technologies al Service tecnico. Sponsor tecnici: Seeport Hotel, Capogrossi Assicurazione. Si ringraziano Lucia Mascino, Carlo Gavaudan e Lorenzo Lucarini per la gentile collaborazione.
 
Cinematica Festival 2020Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph