GTranslate

 

LAVORO. CON “LA CORSA DI LEONARDO” I FIGLI E I NIPOTI DEI DIPENDENTI COMUNALI ALLA SCOPERTA DI MILANO

Un videogioco interattivo per conciliare famiglia, lavoro e scoperta della città tra luoghi simbolo e curiosità.

Milano, 30 giugno 2020 - Milano sempre più attenta a  conciliare i tempi della famiglia con quelli del lavoro e del benessere aziendale, anche in epoca di smart working. Da mercoledì 1 luglio i figli dei dipendenti comunali e delle società partecipate con i loro genitori, zii o nonni, accompagnati da un insolito Leonardo da Vinci, potranno andare alla scoperta dei segreti e delle curiosità di Milano. Si chiama “La corsa di Leonardo” il videogioco interattivo pensato dall’Amministrazione, grazie al lavoro congiunto della Direzione Risorse Umane e della Direzione dei Servizi Informatici, per unire le famiglie e le generazioni davanti allo strumento lavorativo più utilizzato in queste settimane di smart working e insegnamento a distanza: il computer.

 

“Nell’impossibilità di replicare, causa emergenza Covid, l’esperienza di Bimbi in Ufficio che con successo, l’anno scorso, ha portato oltre 300 figli di dipendenti dell’Amministrazione e delle società partecipate a scoprire i luoghi di lavoro dei genitori, abbiamo pensato di  ideare l'iniziativa "Bimbi in A.G.I.L.E.", acronimo di Assieme Giochiamo Impariamo Lavoriamo Esultiamo, e realizzare uno strumento didattico-ricreativo capace di creare la giusta armonia fra sfera lavorativa e familiare. Il videogioco “La corsa di Leonardo” conduce contemporaneamente adulti e bambini alla scoperta della città e delle sue curiosità stimolando in maniera divertente il dialogo tra le generazioni nel segno di Milano e dei sui servizi” così l’Assessora alle Politiche del Lavoro, Attività produttive e Risorse Umane Cristina Tajani che prosegue: “Crediamo che il compito dell’Amministrazione, come datore di lavoro,  sia anche quello di rendere il lavoro e lo smart working un’occasione  per vivere la famiglia in modo sereno e positivo, convinti che dipendenti felici siano risorse più produttive”.

"Grazie alla creatività della direzione Siad abbiamo trasformato un’occasione persa - l’edizione 2020 di Bimbi in ufficio - in un’occasione speciale, un videogioco per scoprire Milano insieme a tutta la famiglia. Ancora una volta il digitale si dimostra un ottimo abilitatore, permettendo la continuità dei progetti dell’Amministrazione comunale, anche quelli inizialmente pensati con un’altra forma, e consentendo ai nostri cittadini, anche i più giovani, di continuare a collezionare ricordi positivi anche in un momento così particolare della nostra vita”, commenta l’assessora alla Trasformazione digitale e Servizi civici Roberta Cocco.

Il protagonista del gioco è Leonardo da Vinci, simbolo di cultura e sapere, che si muove all'interno di un’ambientazione a 16 bit dove sono collocati diversi elementi iconici di Milano. Tre i livelli di gioco: facile, medio e difficile a seconda delle fasce di età dei giocatori, compresi tra i 5 e i 14 anni. Leonardo si sposterà a bordo di un monopattino, simbolo della nuova mobilità sostenibile della città. Lungo il percorso i giocatori dovranno conquistare delle monete d'oro (che riportano il logo del Comune di Milano). Genitori e figli guadagneranno punti tramite due modalità: raccogliendo direttamente  le monete lungo la strada o rispondendo correttamente a 10 domande che compaiono lungo il percorso. Le domande spaziano tra diverse aree tematiche: arte, educazione civica, ambiente, mobilità, simboli e curiosità della città.

La conquista delle monetine è un omaggio alla memoria ludica digitale dei genitori mentre la fruibilità del gioco da più device (computer, tablet, mobile) rispecchia una delle più significative evoluzioni del videogame degli ultimi anni.

Tutta la realizzazione del gioco “La corsa di  Leonardo” è avvenuta in house grazie alla creatività della Direzione Organizzazione e Risorse Umane e alle competenze tecniche della Direzione dei Servizi Informatici del Comune di Milano, mentre la colonna sonora “Stella del pop” è dell'artista milanese Marco di Noia, per gentile concessione di Bollettino Edizioni Musicali srl, brano dedicato proprio al genio di Leonardo.

Il gioco sarà disponibile per i dipendenti, a partire dall’ 1 sino al 15 luglio, sulla rete intranet del Comune di Milano e aperto alle società partecipate del Comune aderenti al Protocollo d’Intesa per la promozione di azioni integrate di benessere lavorativo;  successivamente sarà disponibile per tutti i cittadini sul portale www.comune.milano.it

Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Chiusura 16/07/2020 di Stefano Pariani
Molti milanesi la ricordano ancora come la “gesetta di lusert”, la chiesetta delle lucertole, un edificio [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph