GTranslate

 

Al Mudec di Milano "Robot" per tutta la famiglia.

Clara Bartolini

Eccoci finalmente alle riaperture di mostre e Musei. Il Mudec  propone dal 1 maggio al 1 agosto "Robot.The human project"che ci trasportata dal passato al futuro e ci invita a riflettere su questioni quali la biorobotica e il pensiero artificiale. La mostra è promossa dal Comune di Milano-Cultura e prodotta da 24 ORE Cultura- Gruppo 24 ORE. Main sponsor del Museo la Fondazione Deloitte, main sposor della mostra il GRUPPO UNIPOL. La parte  scientifica è curata dall'Istituto di Bio Robotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, il maggior centro di ricerca robotica italiana e dall'Istituto Italiano di Tecnologia(IIT) che ne ha supportato la realizzazione.

Il tema dell'uomo meccanico ha sempre affascinato l'umanità, spinta dal desiderio di creare  un proprio simile. Il viaggio inizia dai meccanismi realizzati nell'antica Grecia, prosegue con gli automi di Leonardo fino alla evoluta tecnologia contemporanea, il percorso espositivo è davvero entusiasmante. L'essere umano è al centro dell'affascinante percorso realizzato nelle sale del Museo. Elementi di incredibile fascino svelano meccanismi antichi e geniali. Dalla storia alla contemporaneità il  percorso ci porta a robot operativi per funzioni strettamente tecniche e apre frontiere futuribili con molta interattività. Ciò che naturalmente affascina i più piccoli fin dall'ingresso della mostra, sono i tantissimi robot inventati anche dai fumetti che, con i loro colori e forme, sono un bel compendio a ciò che di più scientifico ci propone la mostra. Certamente però, sarà proprio il piccolo Robot umanoide a dimensione di bambino, quello che attirerà l'attenzione dei più piccoli. Capace di reagire e rispondere in modo simpatico e ironicamente presutuosetto "Siamo tre fratelli ma io sono il migliore " affascina qualunque piccolo spettatore. La aspettavamo da tempo questa magnifica mostra che coinvolge tutta la famiglia. Importante prenotarsi per gli ingressi contingentati causa Covid ma, assolutamente da non perdere.  

CLARA BARTOLINI

da giovedì 27 maggio il Mudec-Museo delle Culture di Milano ripristinerà le chiusure serali di giovedì e sabato sera riportandole al consueto orario prolungato, ovvero fino alle 22:30.

Gli orari di apertura al pubblico invece rimangono invariati per ora, ovvero dalle ore 10:00.

Quindi:

lunedì: 14:30 – 19:30

martedì, mercoledì domenica: ore 10 -19:30

giovedì e sabato: ore 10 – 22:30

Art &Writing
Art is Life Energy to Live
Via Gardone 16
20139 Milano
Tel. 02 58303684
Cell. 348 9693171

www.clarabartolini.it

Pin It

Viaggio nell'Arte

Notizie OK ARTE

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Read more ...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Read more ...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Read more ...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Read more ...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Read more ...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Read more ...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Read more ...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Read more ...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Read more ...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph