1 novembre 2018 | Presentazione alla stampa, preview, vernissage 2-3-4 novembre 2018 | Apertura al pubblico Oval, Torino HALL OF FAME | Artissima 2018 Artissima nel 2018 celebra il suo venticinquesimo anniversario. Diretta per il secondo anno da Ilaria Bonacossa, inaugurerà giovedì 1 novembre, e aprirà le porte ai suoi oltre 50.000 visitatori da venerdì 2 a domenica 4 novembre all’OVAL di Torino. Riconosciuta a livello internazionale per l’attenzione alle pratiche sperimentali e come trampolino di lancio per artisti emergenti e gallerie di ricerca, Artissima è un appuntamento unico, che attrae ogni anno un pubblico di collezionisti, professionisti del settore e appassionati. La fiera, la sola in Italia dedicata esclusivamente al contemporaneo, si riconferma come la preferita da curatori, direttori di istituzioni e fondazioni d’arte e patron di musei provenienti da tutto il mondo, coinvolti a vario titolo nei progetti di Artissima.

 

Il fil rouge della venticinquesima edizione è “il tempo” (Time is on our side – Il tempo è dalla nostra parte) inteso non come statica cristallizzazione del ricordo e della celebrazione, ma proposto come flusso dinamico, in grado di imprimere il ritmo del cambiamento, preservando la sospensione temporale dell’emozione dell’opera d’arte. Il “tempo” di Artissima assume quindi una duplice valenza: un passato eloquente e un futuro aperto all’indagine creativa. La fiera parte sempre dalla propria storia e dalla propria identità – segnata dalla coerenza di un percorso volto al rinnovamento e alla sperimentazione costante ma sempre capace di mantenere viva la propria riconoscibilità – per partecipare alla costruzione della futura storia dell’arte.

La vitalità di Artissima e la sua forza innovatrice si riverberano su tutta la città, grazie alla collaborazione attiva con numerose istituzioni pubbliche, musei, fondazioni, gallerie e, di riflesso, con i progetti culturali del territorio. Artissima ha sulla città anche un impatto economico rilevante, tanto da generare un indotto pari a 3,7 milioni di euro ogni anno oltre al suo budget di spesa. La fiera riafferma quindi costantemente la propria forza dinamica contribuendo alla crescita della città che la ospita e del mercato italiano, stimolando e sostenendo un collezionismo attento alla ricerca e una visione critica e curatoriale in continua evoluzione. La fiera è gestita da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei.

  Nelle parole di Ilaria Bonacossa Nel 2018 Artissima celebra un anniversario importante: i 25 anni di una fiera che ha saputo distinguersi per l’attenzione alla sperimentazione e alla ricerca di nuovi linguaggi, per la convivenza di approcci molteplici e spesso contraddittori, per la visione critica di galleristi che stanno scrivendo la futura storia dell’arte e per il coraggio di curatori pronti a scommettere sul talento e non sulla commerciabilità di un artista.

Amo Artissima perché ogni anno offre uno spaccato globale sulla contemporaneità portando gli amanti dell’arte in uno spazio/tempo inaspettato, sospeso al di fuori della quotidianità, in cui le opere sanno trasformare la nostra visione del mondo. Time is on our side – Il tempo è dalla nostra parte, dalla parte di chi nel mondo dell’arte vuole scoprire ed emozionarsi, assaporare e riflettere, aprirsi al diverso e al cambiamento. Il tempo dedicato dalle gallerie a scoprire e riscoprire gli artisti, a produrre i loro lavori e a sostenere la ricerca creativa. Il tempo delle immagini capaci di attivare pensieri ed emozioni e non essere passivamente consumate. Il tempo dell’ascolto della nuova sezione Sound, un percorso sorprendente attraverso 16 installazioni sonore.

Il tempo accelerato dell’approfondimento delle opportunità che il digitale ci offre. Il tempo del disegno che è insieme progetto e opera finita, materia classica trasformata dall’interpretazione contemporanea e innovativa forma di pensiero. Il tempo creativo di Artissima Junior in cui i giovani visitatori della fiera, insieme a una artista, produrranno una grande installazione ambientale. Il tempo della convivenza e della co-progettazione sonica e visiva della nostra “Experimental Academy” per trasformare la fiera in uno spazio per la creazione e la formazione di giovani artisti. Il tempo della condivisione e del gusto di una cena d’artista per sperimentare nuove modalità di condivisione.

Il tempo della commemorazione di grandi artisti. Il tempo di Torino, una città sospesa tra passato e futuro, tra tesori egizi e installazioni contemporanee, tra glorie reali e ricordi operai, tra razionalismo ingegneristico e magia. LE NOVITÀ DELL’EDIZIONE 2018 IN PILLOLE UNA NUOVA SEZIONE – SOUND – E NOVITÀ PER ART EDITIONS Sound è la nuova sezione dedicata alle indagini sonore contemporanee. Parte integrante della fiera, Sound è allestita fuori dagli spazi istituzionali di Artissima, presso le OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino e presenta 16 progetti monografici dedicati al suono, selezionati da un duo internazionale di curatori: Yann Chateigné Tytelman, curatore e critico d’arte a Berlino e professore associato di storia e teoria dell’arte, HEAD, Ginevra e Nicola Ricciardi, direttore artistico, OGR – Officine Grandi Riparazioni, Torino. Art Editions & Multiples, la sezione nata nel 2012 che ospita gallerie specializzate in edizioni e multipli di artisti, dall’edizione 2018 si apre a project space e spazi no profit e diventa Art Spaces & Editions.

UN NUOVO MEMBRO NEL COMITATO DI SELEZIONE E GIOVANI CURATORI INTERNAZIONALI PER LE SEZIONI CURATE Il comitato di selezione della fiera dà il benvenuto ad un nuovo membro, Alessandro Pasotti, co-fondatore della galleria P420 (Bologna), che si aggiunge al team di galleristi internazionali che selezionano le gallerie di Main Section, Dialogue, Art Spaces & Editions e New Entries. Quest’ultima sezione, riservata alle gallerie internazionali emergenti, per la prima volta conta sulla consulenza di Lucrezia Calabrò Visconti, curatrice della International Biennale for Young Art 2018 di Mosca. Nomi di rilievo internazionali sono coinvolti nei comitati delle sezioni curate Back to the Future, Present Future e Disegni, coordinati per il secondo anno rispettivamente da Anna Daneri, Cloé Perrone e Luís Silva e João Mourão, direttori della Kunsthalle Lissabon di Lisbona.

I NUOVI PROGETTI SPECIALI Nasce Artissima Experimental Academy, un nuovo progetto formativo in collaborazione con COMBO, concept di ospitalità innovativa, che vive anche oltre i 4 giorni della manifestazione e presenta una serie di incontri per professionisti del settore artistico. Il primo appuntamento di “Artissima Experimental Academy”, realizzato col sostegno di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, si concretizza in fiera con il progetto DAF Struttura curato da Zasha Colah, curatrice indipendente e co-fondatrice Clark House Initiative, Mumbai, e composto da Jan St. Werner, fondatore del gruppo musicale Mouse on Mars e visiting lecturer presso il dipartimento di Arts Culture and Technology del MIT. Artissima Junior, ideato e creato in collaborazione con Juventus, è un progetto che coinvolge i giovani visitatori della fiera in un’esperienza artistica immersiva e partecipata.

Artissima Junior si struttura come uno spazio laboratorio all’interno dell’Oval in cui centinaia di bambini, insieme all’artista sud-americana Alek O., sono invitati a realizzare una grande installazione ambientale. Alfabeto Treccani è il nuovo progetto di Artissima in collaborazione con Treccani: un racconto enciclopedico per immagini dell’arte italiana contemporanea attraverso una serie di multipli d’arte concepiti ad hoc da artisti italiani di diverse generazioni. Carol Rama_100 anni di seduzione è un progetto espositivo in fiera nato in collaborazione con Fondazione Sardi per l’Arte che, in occasione dei 100 anni dalla nascita di Carol Rama, racconta l’eclettica personalità di un’artista che ha segnato la storia dell’arte italiana contemporanea. Disegnare l’invisibile è un progetto formativo nato in collaborazione con Moleskine. Lezioni itineranti e performative di disegno guidate dall’artista Marzia Migliora coinvolgono studenti appassionati in un’esperienza sospesa tra creazione e contemplazione dell’arte contemporanea.

NOVITÀ DIGITALI E CELEBRAZIONE DEL VENTICINQUESIMO Artissima Digital, la piattaforma digitale di Artissima implementata nel 2017 per offrire momenti di approfondimento e per vivere la fiera 365 giorni l’anno, ottimizza quest’anno i processi, potenziando le aree online dedicate agli espositori e ai collezionisti, con il sostegno di Compagnia di San Paolo per il secondo anno. Nell’ambito del progetto e con l’intento di celebrare il venticinquesimo anniversario, nasce inoltre Artissima Stories. 25 years of Art, un programma editoriale e video diffuso sul blog e i social media della fiera a cura di Edoardo Bonaspetti e Stefano Cernuschi, che propone 25 punti di vista sulla storia di Artissima, sulla città di Torino e sul mondo dell’arte contemporanea.

#ArtissimaLive, la redazione dal vivo composta da riviste on-line, blogger, siti web di settore ospitata all’OVAL, esplora il tema del tempo inteso come racconto “in presa diretta” del presente, mentre il palinsesto #ArtissimaRewind trova uno spazio fisico in fiera per raccontare il passato, attraverso l’esplorazione dei contenuti delle precedenti edizioni della manifestazione. Il progetto grafico 2018, Hall of Fame, a cura dello studio torinese FIONDA diretto da Roberto Maria Clemente, offre una insolita e fresca reinterpretazione del repertorio iconografico di Artissima. UN NUOVO PREMIO The EDIT Dinner Prize, si aggiunge ai sei riconoscimenti assegnati in fiera. Il Premio, nato dalla collaborazione tra Artissima e EDIT, innovativo polo gastronomico torinese, è ispirato alla lunga e intensa relazione tra cibo e arte e si traduce in un progetto speciale. LA PRIMA EDIZIONE DEL NEW ENTRIES FAIR FUND Accanto ai premi, Artissima 2018 presenta la prima edizione del New Entries Fair Fund powered by Professional Trust Company, un nuovo fondo triennale nato per sostenere le gallerie candidate alla sezione New Entries. Ogni anno tre gallerie verranno scelte per la qualità del proprio lavoro di ricerca e talent scouting, e sostenute attraverso un contributo economico per finanziare la loro partecipazione alla fiera. THE BIRTHDAY PARTY In occasione dell’inaugurazione di Sound, Club to Club insieme a OGR – OFFICINE GRANDI RIPARAZIONI organizza una serata “drink and dance” a cui saranno invitati gli ospiti della fiera per celebrare i rispettivi anniversari. LE SEZIONI Le sezioni di Artissima 2018 sono otto. Quattro sono selezionate dal comitato delle gallerie della fiera: Main Section, raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale. Quest’anno ne sono state selezionate 94 di cui 44 straniere. New Entries, sezione riservata alle gallerie emergenti sulla scena internazionale, quest’anno avrà 14 gallerie di cui 10 straniere. Dialogue, sezione dedicata a progetti specifici in cui le opere di due o tre artisti vengono messe in stretta relazione tra loro, con 19 gallerie di cui 12 straniere. Art Spaces & Editions, ospita gallerie specializzate in edizioni e multipli di artisti e dall’edizione 2018 si apre ai project space e agli spazi no profit, con 9 espositori. Comitato Main Section, New Entries, Dialogue, Art Spaces & Editions Isabella Bortolozzi, galleria Isabella Bortolozzi, Berlin Paola Capata, galleria Monitor, Roma, Lisbon Guido Costa, galleria Guido Costa Projects, Turin Martin McGeown, galleria Cabinet, London Alessandro Pasotti, galleria P420, Bologna Gregor Podnar, galleria Gregor Podnar, Berlin Jocelyn Wolff, galleria Jocelyn Wolff, Paris Quattro sono le sezioni curate da board di curatori e direttori di musei internazionali: Present Future Back to the Future Disegni Sound PRESENT FUTURE Da diciotto anni, Present Future è la sezione curata di Artissima dedicata ai talenti emergenti. Le opere, presentate in un’area dedicata all’ingresso del padiglione, sono il frutto di un lavoro approfondito di ricerca del team curatoriale composto da Cloé Perrone (coordinatrice), Myriam Ben Salah e Juan Canela che ha inoltre vagliato, per la prima volta, le proposte inviate spontaneamente dalle gallerie. Nel 2018 Present Future propone i lavori di 18 artisti presentati da 19 gallerie (14 straniere, 5 italiane): progetti inediti realizzati appositamente per la fiera o alla loro prima esposizione in contesto europeo e italiano. In occasione di Artissima, uno degli artisti della sezione verrà insignito del Premio illy Present Future, sostenuto da illycaffè dal 2001 e alla sua diciottesima edizione. Assegnato da una giuria internazionale al progetto considerato più innovativo, dal 2012 il riconoscimento offre al vincitore l’eccezionale opportunità di una mostra negli spazi del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea. Nel 2017 il premio è stato assegnato all’artista Cally Spooner, presentata dalle gallerie GB Agency (Parigi) e Zero… (Milano) con l’opera Soundtrack for a Troubled Time, 2017, che inaugurerà la personale al Museo in concomitanza con Artissima 2018. Grazie alla visione contemporanea di illycaffè e all’attiva partnership con il Castello di Rivoli, il Premio illy Present Future offre un contributo importante all’affermazione degli artisti emergenti e conferma il ruolo attivo di Artissima nel sostegno dei talenti internazionali. Comitato Present Future Cloé Perrone (coordinatrice), curatrice indipendente, Roma, New York Myriam Ben Salah, curatrice indipendente e scrittrice, Paris Juan Canela, curatore indipendente e critico d’arte, Barcellona Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea www.castellodirivoli.org/programma-speciale-artissima illy Present Future 2017 Prize Exhibition Piazzale Mafalda di Savoia, Rivoli, Torino Mostra Personale di Cally Spooner I diciotto anni del Premio illy Present Future Per celebrare il diciottesimo anno del Premio illy Present Future, Artissima e illycaffè realizzano un video che ne racconta le tappe attraverso gli artisti premiati dal 2001 al 2017. Una narrazione per immagini e citazioni, dinamica e coinvolgente, che affianca ai momenti più significativi di ogni singolo anno nel mondo un focus sui vincitori e la loro opera, mettendo in luce la lungimiranza e il coraggio del premio e dei suoi promotori. Il video sarà visionabile ad Artissima e in occasione della prossima Biennale di Venezia. BACK TO THE FUTURE Back to the Future è la sezione curata che Artissima dedica alla riscoperta dei pionieri dell’arte contemporanea, per evidenziare l’importanza di artisti che hanno avuto un ruolo centrale nella trasformazione dei linguaggi formali e il cui lavoro influenza attivamente le pratiche contemporanee. Giunta alla sua nona edizione, nel 2018 la sezione si concentra sul periodo 1980-1994, il quindicennio antecedente la nascita della fiera: un’occasione unica per scoprire le tendenze artistiche che hanno caratterizzato la scena internazionale al debutto di Artissima e per valutarne l’impatto sulle sperimentazioni attuali. Presentata in un’area dedicata del padiglione con un allestimento di qualità museale, Back to the Future per il secondo anno è coordinata da Anna Daneri con la curatela di Cristiano Raimondi, Gabriela Rangel e Pietro Rigolo. Nel 2018 partecipano a Back to the Future 21 artisti, presentati da 23 gallerie (17 straniere, 6 italiane). In occasione di Artissima, una giuria internazionale assegnerà alla galleria della sezione con il progetto più interessante in termini di rilevanza storica e di presentazione dello stand il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, nato nel 2014 dalla partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte, istituzione privata torinese voluta da Pinuccia Sardi a sostegno dell’arte moderna e contemporanea. Comitato Back to the Future Anna Daneri (coordinatrice), curatrice indipendente, Genova, Milano e curatrice, Museo Villa Croce, Genova Cristiano Raimondi, responsabile per lo sviluppo e i progetti internazionali, Nouveau Musée National de Monaco Gabriela Rangel, direttrice Arti Visive e capo curatrice, Americas Society, New York Pietro Rigolo, archivista Collezioni Speciali, The Getty Research Institute, Los Angeles DISEGNI Alla sua seconda edizione, Disegni è la sezione curata che Artissima dedica alle peculiarità del disegno, una pratica artistica in grado di catturare l’immediatezza processuale e di pensiero del gesto creativo, in uno spazio sospeso tra idea e opera finita: un mezzo espressivo che sta conoscendo una rinnovata popolarità e che si sta progressivamente affermando nel mercato, particolarmente fra i nuovi collezionisti. La sezione si costituisce come una vetrina di alto livello, curata per il secondo anno da un duo d’eccezione: João Mourão e Luís Silva, direttori della Kunsthalle Lissabon, Lisbona. Disegni porta all’attenzione del pubblico i lavori di 23 artisti, rappresentati da 24 gallerie (16 straniere, 8 italiane), in un’area centrale della fiera per dare una visibilità ancora maggiore agli stand e ai lavori in essi presentati. L’edizione 2018 di Artissima conferma inoltre la partnership con Irinox, azienda leader nella produzione di abbattitori di temperatura, che per il secondo anno promuove il Premio Refresh Irinox dedicato alla sezione Disegni. Nel 2017 il riconoscimento è stato assegnato a David Haines. Il premio cresce e prevede, oltre al riconoscimento attribuito da una giuria internazionale all’artista che meglio esalta in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva del disegno, un premio acquisizione da parte di Irinox che selezionerà un’opera tra gli stand partecipanti alla sezione Disegni. Comitato Disegni Luís Silva e João Mourão, direttori della Kunsthalle Lissabon, Lisbon SOUND c/o OGR – Officine Grandi Riparazioni Tra le principali novità della venticinquesima edizione di Artissima, c’è Sound, la nuova sezione curata della fiera dedicata alle indagini sonore contemporanee. Dislocata al di fuori degli spazi istituzionali della fiera, sarà allestita in una location di eccellenza del territorio: le OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, nelle scenografiche aree espositive del Duomo e del Binario 2. A conferma della natura sperimentale di Artissima, e in sinergia con le ricerche trasversali dedicate alla musica, alla performance e all’arte di OGR, Sound presenta 16 progetti monografici dedicati al suono selezionati da due curatori attenti alle pratiche transdisciplinari contemporanee: Yann Chateigné Tytelman, curatore e critico d’arte a Berlino e professore associato di storia e teoria dell’arte, HEAD, Ginevra e Nicola Ricciardi, direttore artistico, OGR – Officine Grandi Riparazioni, Torino. La sezione nasce in risposta alla recente attenzione rivolta al suono da parte di artisti di diverse generazioni, per mettere in discussione le logiche dell’arte visiva. Il suono, nei suoi aspetti intimi e performativi, è usato per trasformare lo spazio e la sua percezione, per riattivare ricordi, per liberare l’immaginazione, ed è oggi protagonista di numerose ricerche in ambiti eterogenei proprio per la sua capacità di evocare e svelare una realtà intangibile, sempre mutevole. Da quest’anno, l’OGR Award – la seconda edizione del premio istituito per Artissima dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT – è finalizzato all’acquisizione di un’opera selezionata tra i lavori della nuova sezione Sound da destinare alle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Il concept architettonico della sezione SOUND è a cura dello studio architettonico Vudafieri Saverino Partners. Space design a cura di Driade. Sound design a cura di XO Next Office. Comitato Sound Yann Chateigné Tytelman, curatore e critico d’arte, Berlino e professore associato di storia e teoria dell’arte, HEAD, Ginevra Nicola Ricciardi, direttore artistico, OGR – Officine Grandi Riparazioni, Torino Anteprima stampa Sound 1 novembre, ore 17.00 (su invito) Inaugurazione Sound 1 novembre, ore 19.00-21.00 (su invito) Premiazione OGR Award 1 novembre, ore 19.30 (su invito) c/o OGR – Officine Grandi Riparazioni TUTTI I PREMI DI ARTISSIMA Artissima organizza in collaborazione con sponsor e istituzioni sette premi per artisti e gallerie, assegnati da giurie internazionali. Accanto agli storici – Premio Ettore e Ines Fico, Premio illy Present Future, Premio Sardi per l’Arte Back to the Future – e a tre premi inaugurati nel 2017 – Campari Art Prize, OGR Award e Premio Refresh Irinox – la fiera presenta quest’anno un nuovo riconoscimento, The EDIT Dinner Prize. The EDIT Dinner Prize è il nuovo premio di Artissima in collaborazione con EDIT, polo gastronomico innovativo che unisce sperimentazione e condivisione, nato a Torino alla fine del 2017. Il premio, assegnato da una giuria con competenze artistiche e di food innovation a un artista rappresentato in fiera, si concretizza in un riconoscimento in denaro e nella produzione e direzione artistica di una cena da realizzare presso EDIT in occasione dell’edizione 2019 della fiera. Giuria The Edit Dinner Prize Massimo Bartolini, artista, Livorno Roberta Ceretto, responsabile comunicazione e marketing, Ceretto Aziende Vitivinicole, Alba Giorgio de Mitri, direttore creativo e fondatore, Sartoria Comunicazione, Modena Il Campari Art Prize, forte del successo della prima edizione, consolida la partnership triennale tra Artissima e Campari Group. A maggio 2018, negli spazi della Galleria Campari, è stata inaugurata la prima mostra prodotta grazie al premio: l’artista vincitrice nel 2017, Sári Ember, rappresentata dalla galleria ungherese Ani Molnar, ha presentato un progetto site specific apprezzato dalla critica e dalla stampa. Anche per l’edizione 2018 il premio è dedicato ad un artista under 35 tra quelli presentati nelle diverse sezioni della fiera, selezionato per la forza comunicativa e la capacità narrativa del suo lavoro artistico. Il Campari Art Prize conferma la storica apertura del brand a nuovi e inediti linguaggi e la fusione tra uno spirito imprenditoriale d’avanguardia e la ricerca artistica più sperimentale. Giuria Campari Art Prize Lorenzo Fusi, curatore indipendente e direttore, PIAC, Fondation Prince Pierre, Monaco Abaseh Mirvali, curatrice indipendente di arte contemporanea e architettura, progettista, Mexico City, Berlin Claire Tancons, co-curatrice, Sharjah Biennal 14, Sharjah Il Premio Ettore e Ines Fico, finalizzato alla valorizzazione e promozione di un giovane artista, viene assegnato per la ottava edizione ad Artissima. Tra i vincitori delle passate edizioni: David Douard (Galerie Chantal Crousel, Paris, 2017), Gian Maria Tosatti (Lia Rumma, Milano, Napoli, 2016), Anne Imhof (Isabella Bortolozzi, Berlin, 2015), Lili Reynaud-Dewar (Emanuel Layr, Vienna, 2014), Petrit Halilaj (Chert, Berlin, 2013). Oltre al premio, la Fondazione porta avanti il suo importante programma di acquisizioni di opere ad Artissima per arricchire la collezione del MEF – Museo Ettore Fico di Torino, con un’attenzione unica alla ricerca e all’arte italiana. Giuria Premio Ettore e Ines Fico Renato Alpegiani, collezionista, advisor, Fondazione Ettore Fico, Torino Andrea Busto, direttore, MEF - Museo Ettore Fico, Torino Luigi Fassi, direttore, MAN Museo d’Arte, Nuoro Letizia Ragaglia, direttrice, Museion, Bolzano L’OGR Award, alla sua seconda edizione, è il premio della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, finalizzato all’acquisizione di un’opera selezionata tra quelle presentate in fiera. Quest’anno il premio si concentra sulla nuova sezione Sound, allestita alle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Le OGR, centro di arti visive e performative, sono un esempio unico in Europa di riconversione industriale mirato a far convivere la ricerca artistica, performativa e musicale, unendo le idee e i valori della creatività con gli strumenti e i linguaggi delle più avanzate tecnologie digitali. Giuria OGR Award Anna Colin, curatrice associata, Lafayette Anticipations, Paris e co-direttrice, Open School East, Margate Lorenzo Giusti, direttore, GAMEC, Bergamo Judith Waldmann, curatrice e responsabile monitoraggio, Kasseler Kunstverein, Kassel Premio Refresh Irinox, inaugurato nel 2017, il premio promosso da Irinox cresce e prevede, oltre al riconoscimento attribuito da una giuria internazionale all’artista che meglio esalta in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva del disegno, un premio acquisizione da parte di Irinox che selezionerà un’opera tra gli stand partecipanti alla sezione Disegni. Giuria Premio Refresh Irinox Naomi Beckwith, curatrice, MCA Museum of Contemporary Art Chicago Fernanda Brenner, fondatrice e direttrice, PIVO, Sao Paulo Sohrab Mohebbi, curatore, SculptureCenter, Long Island NY Il Premio illy Present Future, giunto alla sua diciottesima edizione, verrà assegnato da illycaffè all’artista ritenuto più interessante nella sezione Present Future, da anni piattaforma di lancio di nuovi talenti. Dal 2012, il Premio, in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, offre al vincitore l’eccezionale opportunità di presentare un nuovo progetto negli spazi del Museo. Giuria Premio illy Present Future Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice, Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, Torino Sofia Hernandez Chong Cuy, direttrice, Witte de With Center for Contemporary Art, Rotterdam Kirsty Ogg, direttrice, New Contemporaries, London Il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, nato dalla partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte, premia la galleria con il progetto più interessante in termini di rilevanza storica e di presentazione dello stand nella sezione Back to the Future, celebrando l’importanza della storia dell’arte nella ricerca contemporanea. Giuria Premio Sardi per l’Arte Back to the Future Julieta Gonzáles, direttrice artistico, Fundación Jumex Arte Contemporáneo, Mexico City Jean Loisy, presidente, Palais de Tokyo, Paris Andrea Viliani, direttore, MADRE, Napoli NEW ENTRIES FAIR FUND POWERED BY PROFESSIONAL TRUST COMPANY Artissima 2018 presenta la prima edizione del New Entries Fair Fund powered by Professional Trust Company. La fiera ha attivato un fondo triennale a supporto delle giovani gallerie in collaborazione con Professional Trust Company s.r.l., società di consulenza legale e fiscale che offre servizi di Wealth Planning, anche nel mondo dell’arte. Ogni anno le tre realtà candidate alla sezione New Entries e considerate più interessanti per la ricerca e il talent scouting, riceveranno un contributo economico di 4.000 euro ciascuna per finanziare la loro partecipazione ad Artissima. Il comitato di selezione, in collaborazione con Lucrezia Calabrò Visconti, curatrice New Entries 2018, ha selezionato: ADA-project, Roma This Is Not a White Cube, Luanda Cecilia Brunson, London Artissima con il supporto di Professional Trust Company prosegue così il suo impegno nel supportare la giovane creatività, investendo nelle gallerie del futuro. I PROGETTI SPECIALI "ARTISSIMA EXPERIMENTAL ACADEMY" PRESENTA DAF STRUTTURA La costante volontà di ridefinire i limiti dell’arte contemporanea attraverso la formazione artistica porta la fiera, in occasione del suo venticinquesimo anniversario, a lanciare, in collaborazione con COMBO, “Artissima Experimental Academy”. Artissima e COMBO, concept di ospitalità innovativa che inaugurerà a Torino/Milano, Bologna e Venezia nel 2019, scelgono di dar vita a un innovativo progetto formativo itinerante. Attraverso una serie di workshop di co-progettazione creativa potenziati da format di co-abitazione e divulgazione sperimentali, la fiera offre a giovani professionisti del settore dell’arte un’occasione unica di crescita professionale. Un’esperienza in cui lo scambio e la partecipazione a processi condivisi divengono colonna portante di un nuovo modo di intendere la formazione artistica e intellettuale. Un modello in cui i limiti tra le discipline scompaiono creando nuove modalità espressive e contenuti inaspettati. Il primo appuntamento di “Artissima Experimental Academy”, DAF Struttura, è curato da Zasha Colah (curatrice indipendente e co-fondatrice Clark House Initiative, Mumbai) e attinge alla storia e al presente della ricerca acustica grazie alla collaborazione con Jan St. Werner (fondatore del gruppo musicale Mouse on Mars, professore di Interactive Media/ Dynamic Acoustic Research presso l’Accademia di Belle Arti di Norimberga e visiting lecturer presso il dipartimento ACT di Arts Culture and Technology del Massachusetts Institute of Technology/MIT). DAF Struttura è una scuola libera, un ambiente immersivo nato con Dynamische Akustische Forschung (Ricerca Acustica Dinamica), una classe tenuta da Werner presso l’Accademia di Belle Arti di Norimberga. Il primo episodio dell'Academy coinvolgerà 25 studenti internazionali selezionati attraverso una call che verranno ospitati gratuitamente in una accomodation d’eccezione negli spazi della fiera. DAF Struttura coniuga il lato formativo con una dimensione partecipata sperimentale e tecnologica, accogliendo studenti, relatori internazionali, sperimentatori e artisti in un ambiente – “struttura” – che sintetizza suono, ricerca acustica, arte e performance, offrendo al pubblico della fiera la possibilità di immergersi in una realtà futuristica di suoni ed esperienze visive attraverso workshop, esperimenti acustici, registrazioni d’archivio, allestimenti e coreografie. Il progetto si strutturerà come un vero e proprio corso/workshop, ricreando all’interno dell’Oval uno spazio modulare allestito dagli studenti dell’Accademia di Norimberga che sarà contemporaneamente un auditorium, uno studio di produzione, una stazione radio e un palco, una piattaforma per incontri che vedranno la partecipazione di speakers del mondo della sperimentazione acustica e della robotica. Ogni giorno di fiera sarà dedicato a un diverso tema (testo, robotica, radio, performance) e a innovative contaminazioni tra arte, luce e suono. Una performance finale riunirà i risultati del lavoro e della ricerca collettiva che sarà raccontata in un vinile/pubblicazione realizzato in edizione limitata. DAF Struttura è realizzato con il sostegno di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT. Il progetto è in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Norimberga. ARTISSIMA STORIES Per creare nuovi momenti di approfondimento e animare 365 giorni l’anno un racconto vivo della fiera, quest’anno sarà implementata ulteriormente la produzione di video per la piattaforma digitale e i canali social. In particolare, per celebrare il suo venticinquesimo anniversario, Artissima lancia Artissima Stories. 25 years of Art, un programma integrato fra blog e video, a cura di Edoardo Bonaspetti e Stefano Cernuschi, con Anna Bergamasco. Un palinsesto di 25 interviste a personaggi rilevanti della storia di Artissima: 5 direttori, 5 curatori, 5 collezionisti e 10 galleristi. 25 punti di vista su Artissima e il mondo dell’arte contemporanea, in onda tutte le settimane sul sito e i social media della fiera, da inizio settembre fino a novembre Artissima Stories è parte di Artissima Digital, un progetto realizzato con il sostegno di Compagnia di San Paolo. ARTISSIMA JUNIOR Artissima Junior è il nuovo progetto speciale della fiera volto a coinvolgere i giovani visitatori in un’esperienza artistica immersiva e partecipata. Ideato e creato in collaborazione con Juventus, Artissima Junior, si struttura come uno spazio laboratorio all’interno dell’Oval in cui centinaia di bambini, insieme a un artista, sono invitati a realizzare una grande installazione ambientale. Nella convinzione che la creazione artistica possa rafforzare la sensibilità emotiva e la consapevolezza relazionale dei giovani visitatori, Artissima Junior coinvolge visitatori di età compresa tra i 6 e gli 11 anni in un lavoro di squadra le cui regole verranno scritte insieme contribuendo allo sviluppo di personalità indipendenti capaci di pensare liberamente. L’artista Alek O. (1981, Buenos Aires) è la co-protagonista della prima edizione di Artissima Junior. Invitata per la capacità di trasformare, attraverso montaggi e scomposizioni, materiali d’uso comune in materie prime portatrici di un valore simbolico e di una storia, dà vita a grandi opere astratte sia scultoree che bidimensionali. Il colore e le forme geometriche sono due elementi fondamentali del suo lavoro che ad Artissima, grazie alla forza della squadra, porteranno a un grande lavoro corale, ottenendo un risultato altrimenti impensabile. Concentrandosi sul valore della relazione come elemento essenziale, ciascun partecipante sarà stimolato ad agire e manifestare la propria visione. Il progetto vedrà la mediazione di ZonArte, network sostenuto dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT di Torino che riunisce i Dipartimenti di Educazione delle principali istituzioni piemontesi dedicate all’arte contemporanea. In collaborazione con ZonArte. ALFABETO TRECCANI Alfabeto Treccani è un progetto inedito che inaugura la partnership tra Artissima e Treccani, con l’obiettivo di attuare una ricognizione sullo stato dell’arte italiana contemporanea attraverso la creazione di un nuovo universo enciclopedico che racconti la storia e il lavoro di tre generazioni di artisti riconosciuti a livello internazionale. Il progetto prevede lo sviluppo di una collana di multipli inediti realizzati ad hoc da 21 artisti italiani riconosciuti sulla scena internazionale. Il meccanismo dell’alfabeto consente di associare a ogni lettera un artista, il cui nome inizia con la stessa: per ogni artista sarà presentata una nuova produzione in edizione limitata che ne rappresenta la pratica. 21 lettere per 21 artisti per 21 opere inedite, con la volontà di restituire uno spaccato dell’arte contemporanea italiana. Artissima e Treccani credono fortemente nella possibilità di dar vita, attraverso collaborazioni con artisti affermati e talenti emergenti, a progetti unici, di ricerca, che siano accessibili e capaci sia di ampliare il pubblico di appassionati dell’arte italiana, sia di arrivare ai grandi collezionisti. I primi multipli saranno disponibili in fiera presso uno stand dedicato. THE EDIT DINNER PARTY Per festeggiare la nascita di The EDIT Dinner Prize, EDIT ospita nei suoi spazi il primo Edit Dinner Party. Prequel della cena d’artista che il primo vincitore realizzerà per Artissima 2019, il Dinner Party è quest’anno diretto da Massimo Bartolini in collaborazione con Costardi Bros, chef stellati in residence presso l’EDIT Restaurant. Il progetto si articolerà in cene serali, intese come capitoli sequenziali di un unico racconto, a ciascuno dei quali potranno partecipare 60 persone, che scopriranno soltanto tramite l’esperienza le modalità dell’evento. EDIT con i suoi spazi, le sue persone, la sua filosofia, entra quindi in stretto dialogo con l’artista per l’ideazione di un happening collettivo aperto a un numero selezionato di ospiti. Un intervento artistico che mette in evidenza come il cibo, la sua preparazione e il suo consumo siano metafora d’interazione sociale. Un gioco tra discipline che mette al centro i rapporti umani fornendo spunti di riflessione sul presente. Una cena che si trasforma in esperienza artistica e personale. Le cene d’artista avranno luogo il 2 e il 3 novembre alle ore 20.30. Per info su costi, dettagli e prenotazioni: [email protected] Un ringraziamento speciale a Sambonet Rosenthal. CAROL RAMA_100 ANNI DI SEDUZIONE Nel Centenario della nascita di Carol Rama, la Fondazione Sardi per l’Arte presenta ad Artissima un progetto speciale dedicato all’artista. Uno spazio particolare, accogliente e intimo, raccoglie alcune sue opere, per lo più sconosciute, per raccontare la profonda amicizia tra Carol Rama e Edoardo Sanguineti. La Fondazione Sardi per l’Arte offre così ai visitatori della fiera un’occasione unica per scoprire una inedita Carol Rama attraverso i doni all’amico poeta – quadri e oggetti da lei eccezionalmente realizzati – muti testimoni di una fervente creatività e di una intensa relazione intellettuale. DISEGNARE L’INVISIBILE Per l’edizione 2018 Artissima presenta Disegnare l’invisibile, lezioni di disegno itineranti e performative curate dall’artista Marzia Migliora e realizzate in collaborazione con Moleskine, la marca che ha riprodotto il leggendario taccuino degli artisti e intellettuali degli ultimi due secoli. Il concept delle lezioni, aperte a studenti delle Accademie d’Arte piemontesi e lombarde selezionati attraverso una call, nasce dal desiderio dell'artista di approfondire e ritrarre il processo nascosto che sta dietro all’opera d’arte: l’invisibile che rimane celato dietro a una scultura, una performance, o un dipinto. Attraverso il disegno, la tecnica con cui da bambini iniziamo a relazionarci con il mondo fisico che ci attornia, Marzia Migliora e gli studenti proveranno a svelare e a raccontare il processo creativo sfruttando lo stile unico e personale di ogni partecipante, così da collezionare nuovi impulsi, nuove visioni e nuove opere. PIPER 100 Il progetto di Artissima 2017 PIPER. Learning at the discotheque a cura di Paola Nicolin per the classroom prosegue con Piper 100 (Breve storia del Piper di Torino - 1966-1969 - in 100 frammenti), il documentario sperimentale dell’artista e regista Rä di Martino dedicato al Piper Club di Torino. L’artista in questa produzione interpreta in chiave personale le atmosfere della celebre discoteca attraverso una riattivazione di materiali di archivio e una raccolta di memorabilia unici – tra fotografie, diapositive, nastri audio e locandine – provenienti da testimoni diretti di quella esperienza. Questi ultimi sono stati al centro di una call promossa da Artissima in collaborazione con l’Archivio Nazionale Cinema Impresa e il quotidiano La Stampa. Il progetto è stato reso possibile attraverso il contributo del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale all’interno del programma per la documentazione e archiviazione dell’arte contemporanea. Piper 100 è una collaborazione tra l’artista e the classroom svoltasi all’interno delle iniziative prodotte con Artissima e realizzato grazie al contributo di Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale, The American Academy in Rome, Galleria Monica de Cardenas, Milano/Zuoz, Gino e Antonella Viliani. Le istituzioni coinvolte con the classroom sono felici di annunciare che il documentario verrà presentato in anteprima all’11° edizione de Lo Schermo dell’Arte Film festival, il festival del cinema d’artista che si svolge a Firenze dal 14 al 18 novembre 2018. ARTISSIMA DIGITAL Nel 2018, con uno sguardo sempre attento alle trasformazioni digitali che investono trasversalmente anche il mondo dell’arte, Artissima vuole coniugare le nuove tecnologie e il digitale per ottimizzare i processi e potenziare aree di utilizzo personali. All’interno del progetto Artissima Digital, nato nel 2017 grazie al sostegno di Compagnia di San Paolo, la fiera attiva strumenti di approfondimento e conoscenza della propria esperienza e del proprio ecosistema, creando un modello di relazione più efficace, immediato e su misura con il proprio pubblico. Le celebrazioni dei 25 anni della fiera saranno un elemento importante d’interpretazione dell’appuntamento, attraversando come un fil rouge l'intera narrazione digitale del 2018. Catalogo digitale e Agenda Le azioni digitali intraprese a partire dalla scorsa edizione, incluse in un piano comunicativo strategico e di più ampio respiro, sono ormai parte integrante della piattaforma Artissima Digital, ospitata sul sito www.artissima.art. Questa offre ai visitatori della fiera il catalogo virtuale, grazie al quale tutti potranno esplorare gallerie, artisti e opere in modo interattivo e salvando i propri contenuti preferiti, anche se lontani da Torino, e l’agenda online che permetterà di fruire degli eventi calendarizzati in modo rapido e immediato. Interagendo con la wishlist, l’agenda consentirà ai visitatori registrati di salvare nella propria area personale gli eventi preferiti: talk, visite guidate e incontri al meeting point, ma anche gli eventi in città organizzati dai partner della fiera. Un’anteprima del catalogo con i profili delle gallerie partecipanti è online a partire da settembre, mentre da metà ottobre ogni visitatore potrà scoprire la versione completa della piattaforma, con artisti, opere, e appuntamenti in agenda, per preparare al meglio la propria visita in fiera. Narrazioni visive Per narrare anche visivamente la fiera, accanto al programma di approfondimento Artissima Stories, torna anche quest’anno #ArtissimaRewind, un palinsesto online di contenuti video che raccontano le precedenti edizioni di Artissima e che nel 2018 per la prima volta troverà una collocazione anche fisica nel padiglione fieristico. Il progetto Artissima Digital è realizzato per il secondo anno con il sostegno di Compagnia di San Paolo. #ArtissimaLive Nel 2018 la fiera ripropone #ArtissimaLive, una redazione dal vivo composta da riviste on-line, blogger, siti web di settore che collaborano in fiera alla creazione di contenuti. Quest’anno si esplorerà il tema del tempo inteso come racconto “in presa diretta” del presente, e tangenzialmente si lavorerà anche sul tema del suono, in uno spazio neutro chiuso al via vai della fiera: una cellula monoposto, all’interno della quale ogni giorno verrà ospitato un blogger che nella fase di creazione di contenuti editoriali selezionerà anche dei brani musicali che ascolterà e farà ascoltare, tramite apposite cuffie, al pubblico che vorrà sedersi al di fuori della stanza. Una sorta di inspirational soundtrack di accompagnamento al processo creativo e, per estensione, alla fiera. Lo spazio vanta quest’anno un’installazione luminosa site specific di Martino Gamper per Nemo Lighting, una delle aziende leader a livello mondiale nel campo dell’illuminazione di design contemporaneo e partner di Artissima dal 2016. #ArtissimaLive è coordinata da Elena Bordignon, fondatrice di ATP Diary. I partecipanti 2018 sono: ATP Diary, Droste Effect, Kabul, Widewalls. #SocialRoom Accanto all’area dedicata ai blogger e in continuità con essa, Artissima riconferma e amplia la #SocialRoom, uno spazio fisico in cui il pubblico digitale della fiera potrà ricaricare i propri dispositivi e, trovando un ambiente ricco di stimoli, suggestioni e ispirazioni digitali, diventare protagonista dei canali social della fiera. Space design by Cargo. HALL OF FAME LA NUOVA IMMAGINE DI ARTISSIMA Hall of Fame, a cura dello studio torinese FIONDA diretto da Roberto Maria Clemente, è il titolo del progetto grafico 2018, che punta su un’immagine segnatamente fotografica, nata dalla reinterpretazione del repertorio iconografico di Artissima. La campagna evoca le diverse edizioni della fiera con una rappresentazione fresca e ironica che si svela lentamente, trasformando la ricorrenza dell’anniversario in un gioco leggero e con lo sguardo aperto al contemporaneo. Ogni anno un traguardo, ogni traguardo una toppa: l’insieme è un invito a individuare le singole edizioni di Artissima, sulla scia del concetto di “collect them all”. La celebrazione è quindi allo stesso tempo raccolta e ripensamento, collezione e interpretazione. Con un balzo concettuale e metonimico, la fiera diventa le sue campagne visive, insieme raccolte su un unico insolito supporto fortemente materico, le toppe, amate dalla cultura giovanile, in una dimensione insieme vintage ed evergreen. A incarnare i contrasti tipici dei 25 anni, anche i binomi che accompagnano talvolta le immagini, rivelando come Artissima sia fiera giovane e al contempo consolidata. Una scelta quella di giocare con le parole che sottolinea come l’arte contemporanea sia ricca di sfumature, talvolta estreme, sempre tese verso il bello. IN FIERA UniCredit Art Advisory UniCredit presenta per il quarto anno consecutivo il servizio di Art Advisory, una consulenza gratuita e indipendente, rivolta a chi già colleziona ma soprattutto a chi, affascinato dall’arte, non sempre si sa orientare in fiera e sceglie di farsi accompagnare anche negli aspetti legali, fiscali e assicurativi del collezionismo. Consulenti esperti saranno disponibili su appuntamento nello speciale spazio UniCredit in fiera. UniCredit Art Advisory UniCredit, main partner di Artissima da 16 anni, forte del successo delle passate quattro edizioni, conferma il servizio di Art Advisory, una consulenza gratuita e indipendente, rivolta a chi già colleziona ma soprattutto a chi, affascinato dall’arte, non sempre sa orientarsi in fiera e sceglie di farsi accompagnare anche negli aspetti legali, fiscali e assicurativi del collezionismo. Consulenti esperti saranno disponibili su appuntamento nello speciale spazio UniCredit in fiera. Meeting Point by La Stampa Un’area speciale della fiera by La Stampa è riservata alla presentazione di progetti, ricerche ed eventi, dibattiti. In occasione della sua 25esima edizione il programma di conversazioni è stato pensato da Paola Nicolin, editor at large di Domus, come un’occasione per riflettere sul tempo, analizzato secondo punti di vista differenti. Il tempo della fiera e delle sue edizioni con i suoi cambiamenti e protagonisti sono uno spettro significativo e piuttosto unico. Così come la continuità di Artissima e la sua capacità di rinnovarsi instancabilmente sono tematiche attorno alle quali si articolano i talk di quest’anno. Momenti pensati per riflettere sull’innovarsi costante dei linguaggi dell’arte, sulle relazioni tra attori del sistema, sui circuiti di produzione e distribuzione dell’opera e non ultimo, proprio sul tempo di reazione all'opera, diluito o concentrato dai numerosi sistemi di moltiplicazione delle immagini, dei suoni e delle relazioni spazio temporali. Con una forte attenzione alle voci degli artisti, il programma mira a offrire al pubblico della fiera una proposta plurale, che mette in risalto sia la memoria di Artissima e la sua capacità di farsi scrigno della storia del mercato dell’arte contemporanea in Italia, che il suo carattere sperimentale, testimoniato dall’aumento continuo di nuove relazioni con le istituzioni, le collezioni e i luoghi di produzione artistica della città. Space design a cura di Artek. Visite guidate by Lancia L’edizione 2018 di Artissima rinnova la partnership con Lancia che conferma la volontà di offrire al pubblico un ricco programma di visite guidate tematiche attraverso gli stand e le sezioni speciali. Il programma pensato per offrire approfondimenti e nuove chiavi di lettura a chi si avvicina al mondo dell'arte contemporanea è sostenuto da Lancia per il quarto anno consecutivo. Lo stand Lancia Ypsilon è il punto di partenza dei percorsi guidati. Walkie Talkies by Lauretana Tra gli appuntamenti di grande successo per il pubblico di Artissima tornano i Walkie Talkies by Lauretana conversazioni informali che attraversano liberamente gli spazi della fiera. Due guide d'eccezione in dialogo accompagnano i visitatori in esplorazioni mirate tra gli stand delle gallerie alla scoperta di opere, artisti o linguaggi specifici. I Walkie Talkies sono dialoghi brevi, quasi degli intermezzi tra coppie di curatori e collezionisti: un’opportunità per conoscere e discutere il meglio di Artissima. Space design a cura di Magis. Vip Lounge La Vip Lounge 2018 nasce da un’idea dello studio Vudafieri Saverino Partners. Con l’intenzione di amplificare la percezione di quest’area come di uno spazio sospeso, caldo e lontano dai ritmi frenetici del padiglione, gli architetti Vudafieri e Saverino scelgono di installare un metaforico cielo sotto il quale accogliere gli ospiti. Il temporaneo pavimento di Cantiere1 / Terrazzo, creato da Roberto Coda Zabetta a Napoli per il complesso della SS. Trinità delle Monache con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee / MADRE, diventa protagonista di un inedito concept. La gigantesca tela dipinta, una forma di pittura sociale vigorosa e poetica, occupa e modifica lo spazio in modo originale trasformando con un gioco di luce e colore la percezione della balconata. I movimenti vettoriali e concentrici creati dai pigmenti colorati, applicati e rimossi dall’artista grazie a un compressore ad aria, processo documentato da un docu-film prodotto da Black Mamba a Napoli, creano uno spazio trasparente che sembra sprigionare un’energia cosmica. Il progetto di arredamento dello spazio è concepito e prodotto in collaborazione con Cargo, store milanese dove tradizione e saper fare si fondono con la riscoperta e valorizzazione delle tecniche artigianali e degli ambienti industriali tradizionali. Un ringraziamento speciale ad Arti Grafiche Parini. Il ristorante e il bistrot Artissima 2018 conferma la collaborazione con la Chef Stellata Mariangela Susigan del Ristorante Gardenia di Caluso che quest’anno gestirà, oltre al ristorante stellato della vip lounge, anche l’offerta del Bistrot per la seconda edizione concepito ad hoc by Lago Design. La Chef porterà in tavola la cultura dell’orto, delle erbe spontanee e della tradizione nella sua raffinata evoluzione tecnica e creativa. Gli spazi del ristorante ideati dallo Studio Vudafieri Severino Partners vantano per questa edizione dell’incursione del fashion designer Arthur Arbesser e degli eleganti prodotti firmati Pedrali. Piemonte Land of Perfection In occasione di Artissima 2018 si amplia e consolida la relazione con il consorzio Piemonte Land of Perfection e la Direzione Agricoltura della Regione Piemonte, già in dialogo con la fiera dal 2014 per la selezione di un giovane artista contemporaneo a cui affidare l’ideazione dell’immagine istituzionale del Piemonte in occasione della partecipazione al Vinitaly. I consorzi vitivinicoli rappresentati da Piemonte Land of Perfection saranno presentati in fiera in uno spazio dedicato dando a espositori e pubblico la possibilità di apprezzare le eccellenze vinicole del territorio piemontese. “Si rafforza la nostra collaborazione con Artissima una vetrina internazionale che unisce le più alte espressioni dell’arte contemporanea mondiale alle eccellenze vitivinicole piemontesi espressione di un territorio unico, patrimonio universale, tutelato dall’Unesco” dichiara Filippo Mobrici, Presidente di Piemonte Land of Perfection. Edicola e Librerie Una vera edicola dedicata al mondo dell’arte con un’accurata selezione di periodici di settore e quotidiani internazionali acquistabili da espositori e pubblico. All’interno di questo spazio, a cura di Marsèlleria, sarà esposta Grotta, installazione del duo artistico Invernomuto. Si riconferma inoltre la gestione del Bookshop da parte di Librerie Corraini che presenteranno una selezione di pubblicazioni in linea con la vocazione contemporanea della fiera e che coordinerà la programmazione delle presentazioni al Book Corner di Artissima. Bookshop e Book corner vantano il concept by Moroso con arredi disegnati da Olafur Eliasson. Una selezione di 7 librerie d’eccellenza presenteranno inoltre monografie, libri d'artista e multipli spesso inediti mentre nomi importanti dell’editoria italiana e internazionale saranno presenti con le loro riviste. Artissima e il design La venticinquesima edizione di Artissima riconferma il proprio legame con il mondo del design internazionale, grazie alle aree dedicate al pubblico concepite con la massima cura e pensate insieme ai diversi partner per offrire il massimo comfort e presentare prodotti sofisticati nati dalle più recenti ricerche creative. Per l’edizione 2018 della fiera si confermano le consolidate collaborazioni con eccellenze internazionali come Artek, Cappellini, Driade, Gebrüder Thonet Vienna, Golran, Lago Design, Magis, Marrone, Marrone + Mesubim, Moroso, Nemo Lighting e Vitra. Si ringraziano inoltre per il loro supporto: K-way, Montblanc, Tosetti Value | Il Family office, Carioca, F/Art, Goethe-Institut Turin, Guido Gobino, Pastiglie Leone, Torino Airport | Sagat, Trenitalia, Egual Yard, Art Defender Insurance, Artsy, Domus, Sky Arte. LE SINERGIE Il progetto di Artissima 2018 si articola in grande sinergia con Città di Torino, Regione Piemonte, Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Compagnia di San Paolo e Camera di commercio di Torino e le molteplici istituzioni culturali e artistiche attive sul territorio. Oltre al consolidato rapporto con i musei cittadini e in particolare con il Castello di Rivoli, Artissima opererà in sinergia con Fondazione Torino Musei, GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Camera – Centro Italiano per la Fotografia, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Merz, Fondazione Sardi per l’Arte, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, Collezione la Gaia, Museo Ettore Fico, Barriera, PAV e OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Confermate anche partnership con eccellenze locali attive nella ridefinizione della creatività contemporanea come il Festival di Musica Elettronica Club to Club, il Festival del Cinema TGLFF di Torino, la collaborazione con Il Salone del Libro di Torino, con L’Auditorium RAI e con Palazzo Reale. Inoltre, nella cornice della mostra #Soundframes al Museo Nazionale del Cinema, il 3 novembre 2018 Artissima presenterà un progetto che coniuga cinema, musica e arte in collaborazione con Vdrome, un “cinema online” curato da Edoardo Bonaspetti, Andrea Lissoni, Filipa Ramos con Enrico Boccioletti. In occasione della fiera Torino ospiterà, tra le altre, le mostre di giovani talenti come Petrit Halilaj, vincitore del Premio Fondazione Ettore Fico ad Artissima nel 2013 e del Mario Merz Prize 2018 (alla Fondazione Merz) e di artisti che indagano i limiti tra reale e virtuale attraverso le loro video installazioni multimediali o attraverso il suono come Hito Steyerl e Cally Spooner, vincitrice del Premio illy Present Future ad Artissima nel 2017 (al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea) o Rachel Rose, vincitrice del premio nel 2014 (alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo). Scopri tutti gli eventi in città su: www.artissima.art/eventi-in-citta EVENTI DEI PARTNER EDIT @ EDIT Kitchens via Cigna 104/a, Torino | 2-3 novembre, ore 20.30–00.30 Cene d’artista su prenotazione à Massimo Bartolini & Costardi Bros The Edit Dinner Party The Edit Dinner Party è un progetto speciale ideato da Artissima e promosso da EDIT come prequel della prima edizione di EDIT DINNER PRIZE che consta in cene serali, intese come capitoli sequenziali di un unico racconto. Per info su costi, dettagli e prenotazioni: [email protected] TOSETTI VALUE corso Marconi 10, Torino | 3 novembre, ore 9.00–11.00 Colazione e visita della mostra à Zanele Muholi. African ID Nobody can love you more than you In occasione di Artissima, Tosetti Value | Il Family office presenta un innovativo percorso espositivo all’interno di Prospettive, progetto sulla fotografia contemporanea che fa interagire arte ed economia. Oval | 2 novembre, ore 17.30 Talk @Meeting Point à Il sapere infinito: informazione e produzione culturale tra digitale e cartaceo Tosetti Value | Il Family office promuove con il suo magazine Infinito un talk che va ad approfondire le motivazioni, gli impatti, le opportunità e le resistenze del passaggio dal cartaceo al digitale. GALLERIE MAIN SECTION A-LOUNGE(A-L) Seoul – AB/ANBAR Tehran – ACB Budapest – LUIS ADELANTADO Valencia, Mexico City – SABRINA AMRANI Madrid – ROLANDO ANSELMI Berlin, Roma – APALAZZO Brescia – ARTERICAMBI Verona – ALFONSO ARTIACO Napoli – ENRICO ASTUNI Bologna – PIERO ATCHUGARRY Pueblo Garzón, Miami – AURAL Alicante – ISABELLA BORTOLOZZI Berlin – THOMAS BRAMBILLA Bergamo – BRAVERMAN Tel Aviv – CABINET London – CARDELLI & FONTANA Sarzana, S. Stefano di Magra – GALLERIA DEL CEMBALO Roma – CHERTLÜDDE Berlin – CLIMA Milano – COLLICALIGREGGI Catania – ANTONIO COLOMBO Milano – CONTINUA San Gimignano, Beijing, Les Moulins, Havana – RAFFAELLA CORTESE Milano – GUIDO COSTA Torino – MONICA DE CARDENAS Milano, Zuoz, Lugano – DE' FOSCHERARI Bologna – UMBERTO DI MARINO Napoli – EX ELETTROFONICA Roma – FRANCISCO FINO Lisbon – FL Milano – FRITTELLI Firenze – CHRISTOPHE GAILLARD Paris – GANDY Bratislava, Prague – ENRIQUE GUERRERO Mexico City – KISTEREM Budapest – KOW Berlin, Madrid – LAST RESORT Copenhagen – EMANUEL LAYR Vienna, Roma – LOEVENBRUCK Paris – LOOM Milano – EDOUARD MALINGUE Hong Kong, Shanghai – NORMA MANGIONE Torino – PRIMO MARELLA Milano – MASSIMODELUCA Mestre-Venezia – MAZZOLENI Torino, London – MAZZOLI Berlin, Modena – EVA MEYER Paris – FRANCESCA MININI Milano – MASSIMO MININI Brescia – VICTORIA MIRO London, Venezia – ANI MOLNÁR Budapest – MONITOR Roma, Lisbon – FRANCO NOERO Torino – LORCAN O'NEILL Roma – OSART Milano – OTTO Bologna – P420 Bologna – ALBERTA PANE Paris, Venezia – FRANCESCO PANTALEONE Palermo, Milano – ALBERTO PEOLA Torino – GIORGIO PERSANO Torino – PHOTO&CONTEMPORARY Torino – PI ARTWORKS London, Istanbul – PINKSUMMER Genova – PODBIELSKI CONTEMPORARY Milano – GREGOR PODNAR Berlin – ANCA POTERASU Bucharest – PROMETEOGALLERY Milano, Lucca – REPETTO London – ANTHONY REYNOLDS London – MICHELA RIZZO Venezia – ROSSI & ROSSI London, Hong Kong – LIA RUMMA Milano, Napoli – RICHARD SALTOUN London – FEDERICA SCHIAVO Milano, Roma – THOMAS SCHULTE Berlin – SILVERLENS Makati City-Metro Manila – SMAC Cape Town, Johannesburg, Stellenbosch – SPAZIOA Pistoia – SPROVIERI London – STEINEK Vienna – STUDIO SALES Roma – TAIK PERSONS Berlin, Helsinki – TEGA Milano – THE GALLERY APART Roma – TUCCI RUSSO Torre Pellice, Torino – UNIMEDIAMODERN Genova – VEDA Firenze – VIASATERNA Milano – VISTAMARE / VISTAMARESTUDIO Pescara, Milano – HUBERT WINTER Vienna – JOCELYN WOLFF Paris – ŻAK | BRANICKA Berlin NEW ENTRIES 50 GOLBORNE London – A PLUS A Venezia – ADA Roma – CECILIA BRUNSON London, Santiago – DAUWENS & BEERNAERT Brussels – GALLLERIAPIÙ Bologna – GLASSYARD Budapest – GILDA LAVIA Roma – NARRATIVE PROJECTS London – CARLYE PACKER Los Angeles – PROJECT ARTBEAT Tbilisi – RODRÍGUEZ Poznań – CATINCA TABACARU New York, Harare – THIS IS NOT A WHITE CUBE Luanda DIALOGUE 22,48 M2 Paris – FRANCESCA ANTONINI Roma – BENDANA | PINEL Paris – BOCCANERA Trento, Milano – BWA WARSZAWA Warsaw – FUORICAMPO Siena – DORIS GHETTA Ortisei – LAVERONICA Modica – LAWRIE SHABIBI Dubai – FLORENCE LOEWY Paris – MA2 Tokyo – MADRAGOA Lisbon – DANIEL MARZONA


Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Carezza Violenta

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto