marta lockdi Marta Lock
E’ stata inaugurata lunedì 26 settembre e sarà visitabile fino al 12 novembre presso la Galleria Tega di via Senato 20 a Milano, l’interessante mostra “Dimore”, dedicata alle opere di Giuseppe Uncini, un artista che ha fatto della sperimentazione, soprattutto sui materiali, la propria forma espressiva. All’interno della galleria sono esposti i lavori di tre periodi molto importanti della sua produzione, la sezione “Dimora delle cose”, appartenente alla fascia temporale tra il 1979 e il 1981, “Dimore” dal 1980 al 1986 e infine “Muri d'ombra” dal 1986 al 1987.

galleria fotografica


In queste tre fasi è visibile l’evoluzione del pensiero concettuale e della capacità di plasmare la materia per dar vita a delle vere e proprie sculture che credono di essere quadri, pesanti nelle strutture ma con l’aspirazione a essere appese alle pareti, rappresentando un’architettura nell’architettura, definendo spazi all’interno di spazi, ricreando strutture abitative dentro cui poi saranno inserite le opere. I materiali utilizzati sono a loro volta inediti se pensati come li concepisce l’artista: colate di cemento sopra tavole di legno, oppure strutture in metallo e cemento da cui il primo fuoriesce dall’altro creando movimento dove non lo si aspetta, intervallando le ruvide superfici ed entrando a farne parte.

Dunque l’architettura esterna, quella delle solide strutture in cemento armato, entra improvvisamente nell’arte divenendone protagonista, uscendo dai canoni tradizionali e divenendo parte di un concetto, di un pensiero volto a fondere forse la realtà esterna con quella interna, in un mondo, quello contemporaneo, sempre più orientato a vivere dentro, che si tratti di un dentro lavorativo o domestico, molto più tempo di quanto non viva fuori.

E’ proprio questo forse il fine ultimo della ricerca di Uncini, comprendere la contemporaneità, spiegarla attraverso un suo proprio concetto e collocarla all’interno dello spazio in cui l’uomo moderno vive, scoprendo materiali vecchi, primitivi, poveri, per innalzarli a un livello superiore. La Galleria Tega, all’interno di uno splendido palazzo d’epoca incastonato nel cuore pulsante di Milano, si adatta perfettamente ad accogliere la produzione dell’artista marchigiano, armonizzandosi alle linee geometriche attraverso cui egli definisce la realtà. Imperdibile occasione per scoprire un grande contemporaneo.

GIUSEPPE UNCINI

Galleria Tega

via Senato 20, Milano

dal 27 settembre al 12 novembre 2016

ORARI: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00

e dalle 15.00 alle 19.00

Ingresso gratuito

CONTATTI

Tel.: 02-76006473

[email protected] www.galleriatega.it

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto