di Clara Bartolini

MilanoA Roma ci prendono come esempio, me lo dicono i romani di tutte le classi sociali che incontro quando ci vado. Se pur incredibilmente più bella la capitale, è con vero orgoglio che oggi si può affermare: "abito a Milano". Sarà stato l'Expo, ma la città sta vivendo una rinascita culturale. Che la settimana del Design aiuti lo sapevamo, ma la città offre molto di più. Inutile dire quanto sia colma di turisti piazza del Duomo, la Darsena con i suoi Navigli, la zona Brera, il Quadrilatero della moda e molto ancora. Le proposte sono davvero tantissime, a cominciare dalle mostre di livello internazionale alle quali ormai la città si è abituata con aspettative che non vengono tradite.

Da Manet a Haring alla Salomon a Palazzo Reale, a Kandinsky al Mudec, dalla stupefacente mostra " Da Bellotto a Canaletto" fino a "New York- New York" alle Gallerie d'Italia con un'appendice al Museo del 900. Abbiamo particolarmente apprezzato questa sinergia che coinvolge il Museo del '900 grazie al progetto di Intesa San Paolo, che sta offrendo alla città con Gallerie d'Italia mostre di grande rilievo.

Grazie al Design, abbiamo potuto apprezzare le serate magiche proposte dall'Orto Botanico di Brera, un luogo imprevedibile in pieno centro. Quest'anno ha ospitato, tra le altre, quattro installazioni di Guzzini della serie Venice, e un'opera dell'artista Marco Pareschi. Il profumo dei fiori e delle spezie invadeva le narici dei visitatori affascinati che non avrebbero mai pensato di attraversare l'orto senza questo evento, ignari della sua esistenza o presi da tutt'altro. All'Università Statale, già nota ai più per l'architettura impareggiabile opera del Filarete, ormai da anni location super qualificata per il Fuori Salone, si potevano ammirare installazioni mega. Tra queste ci ha particolarmente stupito e coinvolto quella ideata da Massimo Iosa Ghini per Ceramiche Cerdisa. Un grande ottagono al centro del Chiostro dei Bagni, composto da lastre di ceramica lucente, proiettava nella sera, grazie alle luci di Guzzini e Leucos, mille riflessi che si riverberavano sul chiostro e sulla folla mentre un sottofondo da meditazione accompagnava la visione dell'istallazione dal titolo I-M- Material.

Ma anche le grandi distribuzioni, a volte, fanno la loro parte. E' il caso della Rinascente in piazza del Duomo che ha proposto, anche quest'anno come fa dagli anni Trenta, le vetrine d'Artista. Enormi orsi davvero ironici e giganteschi occupavano tutte le vetrine con i loro colori sgargianti, dal verde al fuxia al viola in posa per un selfie. Opera dell'artista Paola Pivi, in odore di super premi per la sua sempre esuberante creatività. Per la moda, lo Spazio Krizia sa come farsi notare nella settimana del Design. Quest'anno ci ha sorpreso con una New entry che pochi di noi conoscevano. I ragazzi Andrea Trimarchi e Simone Farresin, italiani esportati ad Amsterdam, di Formafantasma, subito premiati per l'uso della tecnologia nelle loro poetiche ed elegantissime lampade. Ancora innocentemente increduli.

Ultima segnalazione tra le tante davvero sorprendenti, Dima, una ex "galleria del mobile", milanese che si sposta a Vimercate senza perdere la sua internazionalità e lungimiranza. L'abbiamo visitata a Vimercate anche se era presente al Salone del Mobile, come sempre. Un' identità di arte nel'arte, una immersione nella ricerca di materiali, stili, tecnologie che ci hanno sorpreso, con artisti intraprendenti capaci di stupire. "La luce e l'essenza" titolo della mostra in corso, con opere di Maria Savino e Lorenzo Franceschinis, con i suoi vasi "Zen". Ora che il Salone ha chiuso i battenti, andateci a Vimercate in via Crocefisso 2a/b. Sarete davvero piacevolmente stupiti. Dalla bella cittadina antica, dall'accoglienza del gallerista e dalle opere d'arredo. Non potendo elencare tutto posso però condividere una riflessione. Guardando gli sforzi che Milano e gli italiani intraprendenti mettono in campo, "Vuoi vedere che ce la faremo".

Foto: Studio Forma Fantasma Foundation Spazio Krizia Milan Design week 2017

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto