Gallerie d'Italia a Milano: tutta mia la città, o si tratta di condivisione?http://www.okarte.it
Chiusura 26/11/2017
di Clara Bartolini
Il titolo dell'evento, "Corrispondenze, De Chirico incontra Boccioni”. Questo il tema attualissimo, sia dal punto di vista artistico che da quello sociale, proposto da Gallerie d'Italia. Tre opere a confronto, una di Boccioni che rappresenta le fabbriche costruite a Porta Romana nella Milano del suo tempo, due di De Chirico provenienti dal Mart di Rovereto. "
Il titolo dell'evento, "Corrispondenze, De Chirico incontra Boccioni”. Questo il tema attualissimo, sia dal punto di vista artistico che da quello sociale, proposto da Gallerie d'Italia. Tre opere a confronto, una di Boccioni che rappresenta le fabbriche costruite a Porta Romana nella Milano del suo tempo, due di De Chirico provenienti dal Mart di Rovereto.
Piazza della Scala, 6 - Milano mappa
Inaugurazione 06/10/2017
Il titolo dell'evento,"Corrispondenze, De Chirico incontra Boccioni”. Questo il tema attualissimo, sia dal punto di vista artistico che da quello sociale, proposto da Gallerie d'Italia. Tre opere a confronto, una di Boccioni che rappresenta le fabbriche costruite a Porta Romana nella Milano del suo tempo, due di De Chirico provenienti dal Mart di Rovereto.

Il primo nato a Reggio Calabria ed entusiasta sostenitore della modernità, ricordiamo la potente sua opera "La città che sale", ora al MOMA di New York, il secondo greco e grande viaggiatore, alla ricerca di piazze capaci di silenzio e meditazione per non trasformare gli uomini in "manichini", oggi diremmo in robot.

Due visioni lontanissime, che partono da concezioni diverse dell'Arte e della vita. La velocità e il vitalismo per Boccioni sono fondanti e fondamentali e lo proiettano nel Futurismo, del quale sarà uno dei massimi esponenti. De Chirico vive invece la realtà come un luogo dal quale evadere per non restarne schiacciati e cerca, con la sua metafisica, di proporre il mondo nascosto sotto le cose. Cerca di andare oltre, o in profondità, spinge a una ricerca interiore più che esteriore, ha meno fiducia in ciò che la società propone. Si poterebbe dire che ognuno di noi è abitato da questo conflitto, la voglia di futuro, e il timore di venire stritolati sotto la macchina infernale della tecnologia, che salva vite e ne uccide altre in modo spietato.

Una interessante riflessione che Gallerie d'Italia propone e che può essere arricchita da altre opere visibili nella sede di Napoli e di Vicenza di Intesa San Paolo, come ci racconta lo storico dell'Arte Fernando Mazzocca. In queste tre sedi si confrontano le visioni romantiche della città di Milano di Inganni e i suoi coevi, con vedute dei Navigli e piazze colte romanticamente, a quelle della scuola di Posillipo a Napoli con le sue magnifiche e marine incontaminate, con Gigante in testa, Luigi Vanvitelli con le sue panoramiche dall'alto e i suoi coevi con la Napoli delle bancarelle e dei vicoli.

A Vicenza il Palladio ha progettato la sua città ideale e Francesco Zuccarelli ne ha realizzato delle rappresentazioni pittoriche che sono state esposte in galleria, senza dimenticare le vedute di Canaletto presenti. La città, vista prima come luogo quasi romantico, poi come rappresentazione dell'evoluzione sociale ed economica e infine, per ora, come luogo da ripensare per offrire spazi di sereno relax e meditazione, per non trasformarci in automi con il cellulare sempre in mano e l'urgenza come stile di vita. Un discorso aperto che ha ancora moltissimo da dire e che richiede la nostra attiva partecipazione.
 
Gallerie d'Italia a Milano: tutta mia la città, o si tratta di condivisione?Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto