GTranslate

 

Dal 4 al 10 febbraio il PalaCinema di Locarno, si trasformerà in un luogo di produzione cinematografica, ospitando il progetto I Cercatori di Luce. Si tratta della creazione di una videoinstallazione di carattere immersivo, nella quale un paesaggio nanomolecolare in 3D, di sofisticata bellezza, diventerà lo scenario sul quale appariranno attori, ballerini e performer. Il progetto vuole portare un messaggio di carattere sociale ed ecologico e rappresenta un’indagine all’avanguardia nella sperimentazione tecnica dove tutte le energie hanno come finalità la ricerca della luce, intesa come materia connaturata alla terra feconda e “mente del mondo”, come l’ha definita Eraclito. La videoinstallazione rappresenterà uno strumento per interrogarsi sul nostro stare al mondo di fronte a un sistema dove la sostenibilità ambientale è stata messa in grave pericolo. Attraverso un’indagine di forte impatto emotivo, l’artista creerà un grande affresco sul potere rigenerativo della natura attraverso il lento percorso che conduce dalle tenebre alla luce.


Durante le riprese, che avranno luogo dal 4 al 9 febbraio, il CISA coinvolgerà i suoi studenti, futuri operatori del cinema, che lavoreranno a fianco degli artisti e dei tecnici in un’esperienza di alto valore professionale. La videoinstallazione prevede anche un’edizione cinematografica con un mediometraggio di circa 20 minuti che sarà proiettato in anteprima al PalaCinema nell’autunno del 2019. Il progetto vede poi coinvolti altri partner come la NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano), che ha collaborato alla realizzazione degli abiti della performance con l’apporto della Scuola cantonale d’Arti e Mestieri della Sartoria di Biasca (una parte dei tessuti è stata messa a disposizione da Valgrisa di Aosta e da Les Dentellières di Cogne). Di particolare significato poi il coinvolgimento dell'Accademia Kataklò, compagnia di danza di Giulia Staccioli che sarà anche danzatrice nel progetto. Il cast della videoinstallazione sarà arricchito da Aida Accolla, ex prima ballerina della Scala, che ha danzato a fianco di Rudolf Nureyev e da Aurora Talarico, la più giovane modella a sfilare per Valentino. Gli altri attori presenti nella videoinstallazione sono: Mohamed Ba, Barbara Caviglia, Donatella Cinà, Paola Corti, Andrea Damarco, Valeriano Gialli e Stefania Tagliaferri. A comporre le musiche della videoinstallazione è Paolo Tofani, celebre chitarrista e compositore che ha fatto parte degli Area, tra i più sperimentali gruppi internazionali degli anni sessanta.

Il progetto beneficia inoltre del sostegno della PalaCinema SA.
Pin It