GTranslate

 

Testo di Pasquale del Giudice Il lavoro di Anna Never è una forma di ricompensa, dopo aver provato il pericolo di spingersi, di curiosare troppo tra le ombre dell’umano, l’artista porta in superficie i reperti salvifici, remunerazione di una scomoda compagnia. I personaggi che abitano la sua personale narrazione della vita malata, collocati in una sfondo post-apocalittico, sembrano affermare la propria singolarità nella resistenza, nella rivolta della minorità e nell'incomprimibilità del patologico, vestendo ora i panni iconici di una certa subcultura metropolitana, ora affermando semplicemente l'autentica spaesatezza dei loro volti.

Sguardi che sono indizio e amuleto di una differenza, di un’estraneità percepita rispetto a un mondo in macerie, desertificato, colpevole dell'inganno, della servitù al destino autodistruttivo della specie, organizzata in un oscuro intreccio di norme naturali e giuridiche, biopolitica e biopotere. Caduti dal tempo, queste espressioni, questi colori, variazioni di rosso, nero e bianco, fratelli urbanizzati di Munch e Schiele, mettono insieme il paradosso di espressionismo e rave party, tecno e stregoneria, gotico e periferia industriale, Goya e civiltà dei consumi. Questi quadri, figli del pensiero tragico e titanico di Leopardi e Nietzsche, Kafka e Cioran, si inseriscono in una tradizione per cui la metafora della malattia è declinata come sinonimo di separatezza dalla vita, di conseguente improduttività e in cui la conoscenza è portatrice di una particolare forma di dolorosa distanza. Antropologia in cui l’uomo, risulta egli stesso nella natura “l’animale malato”, “volente non volutosi”, disgiunto dalle cose dalla condanna ed elezione della coscienza stessa. Gli occhi dei soggetti di questi lavori portano impresso il sigillo di questa condizione, di un'alterità irriducibile, a volte intrisa di rabbia, di dolcezza, di perplessità, di sconforto. In quest’ottica, dunque, il male è generatore di casi, di particolarità, apre un tempo diverso, uno sprofondamento anteriore al da farsi ottuso e omologante dei cosiddetti sani e in questo scarto apre lo spazio all’arte, a quest’arte, territorio impervio in cui si muove lo studio di Anna Never e in ultima analisi la sua ricerca sull’uomo. Queste pupille d’olio ci spogliano, questi paradossi ci sorprendono, ci pongono domande, vogliono la nostra ultima nudità

Pin It

Iscriviti al Concorso Cattedrali

Certamen internazionale letterario ed artistico sulle Grandi Cattedrali d'Occidente

notre dame 2Data l'emergenza storica che stiamo vivendo la rivista Ok Arte su idea del direttore artistico Melinda Miceli organizza un concorso internazionale letterario ed artistico allo scopo
di conservare la memoria e rinverdire il fasto e l'antico splendore di queste Opere Divine, veri e propri libri di pietra.
Rivisitazioni letterarie dell'arte sacra, gotica, romanica, barocca delle grandi cattedrali delle città saranno vagliate da una selezionatissima giuria di esperti in grado di selezionare anche componimenti esoterici e ricercati.
La partecipazione è gratuita e si può scegliere di partecipare in concorso o fuori concorso


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Carezza Violenta

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto