GTranslate

 

Mostra a cura di Enzo Savoia, Stefano Bosi e Valerio Mazzetti Rossi

Con la mostra personale di Giuliano Vangi, Bottegantica apre un suo nuovo spazio espositivo in quello che fu uno dei luoghi dove si è fatta la storia dell’arte italiana del secondo Novecento. Qui, in via Manzoni 45, dal 1946 ebbe infatti sede la Galleria del Naviglio, diretta sino al 2001 da Carlo Cardazzo.

“Giuliano Vangi. Dalla matita allo scalpello”, curata da Enzo Savoia, Stefano Bosi e Valerio Mazzetti Rossi, resterà aperta al pubblico dal 12 aprile al 12 maggio.
Con questa mostra, Bottegantica prosegue il suo progetto Contemporary / Lab, format con cui intende rendere omaggio alle principali personalità artistiche del nostro tempo.
In mostra una selezione di venti sculture e una serie di disegni realizzati tra 1960 e i primi anni 2000, fondamentali per comprendere la poetica del maestro toscano, al cui centro vi è l’uomo di oggi: con la sua solitudine, la sua violenza, la sua rassegnazione, il suo bisogno di speranza.
Pin It

Nel cuore dei festeggiamenti per il Carnevale di Venezia, vicino al Ponte di Rialto, giovedì 21 febbraio la Scuola Grande di San Teodoro ha aperto le porte alla mostra Carnevale dell’Arte a Venezia. L’esposizione, rimasta aperta al pubblico fino a ieri, domenica 24 febbraio, è stata presentata dall’ideatore e organizzatore della mostra Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, da Silvia Casarin Rizzolo, direttore d’orchestra del Teatro La Fenice, dal direttore dell’Accademia di Belle vernissage Carnevale 2019Arti di Venezia Giuseppe La Bruna e dal fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo.

Pin It

DAL 15 MARZO AL 5 GIUGNO 2019 Curioso, internazionale e pluridisciplinare: queste sono le direzioni che meglio si prestano a descrivere la seconda edizione di FOG Triennale Milano Performing Arts, il festival di Triennale Teatro dell’Arte dedicato alle espressioni più importanti e innovative nel campo delle arti dal vivo (teatro, danza, musica, performance). Nato lo scorso anno per restituire un respiro internazionale a Milano - avanguardia in Italia, che può contare su una popolazione straniera residente in costante aumento - il festival si colloca in perfetta continuità con la mission di Triennale Teatro dell’Arte, iniziata con la direzione artistica di Umberto Angelini nel 2017.

Pin It

La Galleria d’Arte Contemporanea Wikiarte
in Via San Felice 18 – Bologna
sabato 02 marzo 2019 ore 18.00 si terrà l’ apertura delle mostre personali di FABRIZIO CADOPPI (BICIO), LORETTA CAVICCHI, GIOVANNI TRIMANI

dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00 14 marzo chiusura ore 15.00

durante la serata presenzierà la Dott.ssa Denitza Nedkova 

dal 02 marzo al 14 marzo 2019 dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00
14 marzo chiusura ore 15.00

Pin It

Dal 15 marzo 2019 nelle migliori edicole italiane
Artonauti è il primo album di figurine dell'arte in Italia e nel mondo.
Un album per bambini dai 7 agli 11 anni pensato per farli divertire imparando l’arte e la storia.
Artonauti è più di un semplice album di figurine, è la storia di due bambini e un cane che compiono un fantastico viaggio nel tempo alla scoperta dei tesori dell’arte.
Pin It

Giovedì 7 marzo prima apertura straordinaria serale per la mostra dell’artista olandese Theo Jansen Orario 17-22 | ingresso € 5 Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci entrata da Via Olona 6 http://www.museoscienza.org/areastampa/mostra-theo-jansen/ Milano, 1 marzo 2019. Giovedì 7 marzo sarà la prima Dutch Night, in cui la mostra Dream Beasts.

Pin It

Dal 2 marzo al 1 luglio 2019 nella Corte Medievale di Palazzo Madama, è possibile visitare una nuova rassegna, dedicata a un tema specifico: la passione universale per la lettura.

Steve McCurry. Leggere è una mostra costituita da una selezione di scatti realizzati in oltre quarant’anni di carriera e comprende la serie di immagini che egli stesso ha riunito in un magnifico volume, pubblicato come omaggio al grande fotografo ungherese André Kertész. Con questa nuova rassegna Steve McCurry presenta le sue foto legate al tema universale della lettura in una città, Torino, che, anche in virtù del Salone del Libro, può essere considerata la “capitale italiana della lettura”.

Pin It

Dal 4 al 10 febbraio il PalaCinema di Locarno, si trasformerà in un luogo di produzione cinematografica, ospitando il progetto I Cercatori di Luce. Si tratta della creazione di una videoinstallazione di carattere immersivo, nella quale un paesaggio nanomolecolare in 3D, di sofisticata bellezza, diventerà lo scenario sul quale appariranno attori, ballerini e performer. Il progetto vuole portare un messaggio di carattere sociale ed ecologico e rappresenta un’indagine all’avanguardia nella sperimentazione tecnica dove tutte le energie hanno come finalità la ricerca della luce, intesa come materia connaturata alla terra feconda e “mente del mondo”, come l’ha definita Eraclito. La videoinstallazione rappresenterà uno strumento per interrogarsi sul nostro stare al mondo di fronte a un sistema dove la sostenibilità ambientale è stata messa in grave pericolo. Attraverso un’indagine di forte impatto emotivo, l’artista creerà un grande affresco sul potere rigenerativo della natura attraverso il lento percorso che conduce dalle tenebre alla luce.
Pin It

di Roberto Zaoner       

Questa poesia vuole rappresentare il miracolo dell’amore tra uomo e donna: l’amore sincero, vicendevole, rispettoso, intenso, profondo e totale. La poesia potrebbe apparire enigmatica, ma non lambiccata. L’autore non vuole renderla di difficile comprensione, ma l’intento è di creare uno scritto ove si augura di godere con la propria compagna di vita i meravigliosi momenti che hanno vissuto insieme, non senza le difficoltà che talvolta si sono presentate nella loro vita di coppia. Uomo e donna ancora innamorati, che bramano di vivere insieme anche nella dimensione oltre i limiti terreni, di spazio e di tempo. Amori infiniti, non impossibili.  

   Roberto Zaoner    (16/12/2018)
     

  LA PORTA DELLA LUCE

Pin It

Istituzione Bologna Musei | MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna
TYPELINE
Video installazione
Un progetto di Griffo–la grande festa delle lettere A cura di Roberto Paci Dalò e Dina&Solomon
Produzione Dina&Solomon, Giardini Pensili
In collaborazione con Istituzione Bologna Musei | MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna
e Unirsm Design - Università degli Studi della Repubblica di San Marino
16 febbraio - 10 marzo 2019
Pin It