"NO SIGNAL"
Nuova personale di Sal Giampino in 4ARTS Gallery. Feat… “Le Pietre Incarnate”.

- Interventi di Gianna Panicola e Antonino Contiliano -

"L’imbarazzante intromissione della tecnologia, scambiata per cultura, e che è solo industrializzazione del vivere, produce l’inesistente realtà. Un sogno che rimane sogno se non innaffiato dall’amore per l’idea che nasce come desiderio di creazione e di sviluppo di ogni interiorità umana."

4ARTS Gallery a Marsala, Via Mario Rapisardi – 33, ospiterà, a partire dal Vernissage di Sabato 15 dicembre, alle ore 18:00, "NO SIGNAL", la nuova personale dell’artista Sal Giampino, proiettatosi, ancora una volta, e ormai da un decennio, su questo territorio che lo vide nascere e poi fuggire per incompatibilità caratteriale; quella stessa incompatibilità che è amore del Sé, e che lo ha riportato come dono di nuova conoscenza tra le braccia, sempre poco accoglienti coi suoi figli diversi, di questa sua terra calda, ma spesso glaciale.

Mostra a cura di Stefano Bosi e Enzo Savoia
In occasione del centenario dalla morte dell’'artista, Galleria Bottegantica propone, dal 25 gennaio al 16 marzo 2019, una attenta monografica di Angelo Morbelli (Alessandria, 1853 – Milano, 1919), protagonista della pittura italiana del secondo Ottocento e del Divisionismo, in modo peculiare.
L'’esposizione, curata da Stefano Bosi e Enzo Savoia, presenta una selezione di opere fondamentali, alcune mai prima esposte, atte a documentare l’evoluzione del percorso artistico di Morbelli e le sue tematiche di elezione.

“Nell’'opera di Morbelli - affermano i Curatori - dimensione realistica e dimensione simbolica parallelamente coesistono. La minuziosa insistenza realistica, mentre ci immerge in una precisa realtà, la esaspera, fa sì che ci appaia in una diversa luce, che le toglie credibilità nella dimensione del reale, la immobilizza, la fissa in emblema”.

a cura di Simone Menegoi e Barbara Meneghel Salone Banca di Bologna - Palazzo De’ Toschi Piazza Minghetti 4/D, Bologna
29 gennaio | 24 febbraio 2019 inaugurazione  29 gennaio 2019, ore 18.30
Banca di Bologna continua il suo percorso dedicato all’arte contemporanea presentando per il quarto anno consecutivo una mostra di profilo internazionale.

Venerdì 30 novembre diventa un giorno speciale per una ristretta cerchia d’artisti. Questi ultimi vedranno premiato il loro percorso artistico con un riconoscimento dal sapore internazionale. Dove? Niente meno che al Salvador Dalì Museum in Florida (One Dalì Bvld, St. Petersbourg). L’International Art Prize Dalì è stato infatti attribuito qui a pittori, scultori, fotografi, ad artisti la cui strada è ormai consolidata e ad altri che ancora sono in ascesa e vanno per questo appoggiati.

In occasione del ventennale della scomparsa di uno dei massimi esponenti della pittura contemporanea, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dedica una mostra a Mario Schifano, la cui vicenda biografica e artistica è intessuta di stringenti legami con la civiltà etrusco-italica in generale e in particolare con il Museo di Villa Giulia, dove lavorò dal 1951 al 1962 come restauratore e lucidatore di disegni.

artisti costruttori di pace
Chiusura 22/12/2018
Il gruppo di Oltrecagnan ha il piacere di invitarvi alla mostra “Un cane e l'altra gente” dal 10 al 22 dicembre 2018.
L'esposizione avverrà presso la sede di Piazzetta S. Parisio, 3 a Treviso
Inaugurazione lunedì 10 dicembre 2018 ore 16.30

Apertura: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì ore 10-12 / lunedì ore 15-17
Piazzetta S. Parisio, 3 Treviso mappa
Inaugurazione 10/12/2018

Dopo il successo dell’edizione autunnale, torna l’ ArtParma Fair, giunta alla sua 10ª edizione.
La fiera dedicata all’Arte Moderna e Contemporanea, si svolgerà per due weekend consecutivi nelle date 2-3 e 8-9-10 marzo 2019 presso il quartiere fieristico parmense (Padiglione 7), in concomitanza con Mercanteinfiera, la più grande fiera dell'antiquariato d'Europa che conta decine di migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia e dall’estero e Mercanteinauto, il tutto visitabile con un unico biglietto d’ingresso.

Lunedì 17 dicembre 2018 - ore 20.45 (Sala Verdi del Conservatorio)

ORCHESTRA SINFONICA SCHÖNBERG  - Direttore  ALESSANDRO  TRAVAGLINI - Pianisti ENRICO POMPILI  e ZLATA CHOCHIEVA

L. V. BEETHOVEN Egmont - Ouverture  

                                               Concerto n. 4 op. 58  

                                               Concerto n.5 op.73 “Imperatore”

Il Madre · museo d'arte contemporanea Donnaregina di Napoli e Contrasto pubblicano Mario Martone. 1977-2018 Museo Madre, il volume monografico che – come la grande mostra retrospettiva a cui è collegato, tenutasi dal 1 giugno all’8 ottobre 2018 al museo Madre – raccoglie e racconta i quarant’anni del percorso artistico di uno dei registi più poliedrici del panorama italiano, articolatosi tra performance, cinema, teatro e opera lirica. I numeri rovesciati, l’8 in orizzontale, il tempo liberato: in questo volume Mario Martone edita le fotografie delle sue opere teatrali, cinematografici e liriche con lo stesso criterio che ha adottato per concepire la mostra al Madre, costruendo un flusso visivo che fa dialogare fra loro periodi e linguaggi diversi e che compone solo uno dei tanti possibili percorsi che il regista affida dall’inizio della sua ricerca all'esperienza diretta spettatori. 1977 2018.

SAN PIETROBURGO MUSEO STATALE ERMITAGE Sala del Picchetto, Palazzo d' Inverno Al Museo Ermitage il grande omaggio all’artista simbolo del Rinascimento con la più ampia mostra mai realizzata su Piero della Francesca.Sarà interamente dedicata a Piero della Francesca (1412 – 1492), tra i capisaldi della pittura italiana del XV secolo, la mostra “Piero della Francesca. Monarca della pittura” che s’inaugura al Museo Statale Ermitage il prossimo 6 dicembre, in occasione dei festeggiamenti per il compleanno del museo fondato da Caterina II. Piero, con la sua pittura nobile e umile a un tempo, razionale e austera quanto lirica e poetica, può essere definito senza esagerazione l’artista simbolo del Primo Rinascimento, capace come fu di rivoluzionare la pittura del tempo, trasfondendo nelle sue opere complessi calcoli matematici e una personale visione del mondo.