GTranslate

 


28 marzo - 24 aprile 2019 A cura di Martin Ziegelmayr Testo di Carmen Roll  Inaugurazione: giovedì 28 marzo 2019, ore 20.00


  Elisa Bertaglia, "Cendriers", in programma dal 28 marzo al 24 aprile 2019 alla Galerie MZ di Augsburg, in Germania.

L'esposizione, curata da Martin Ziegelmayr con un testo di Carmen Roll, nasce dalla collaborazione ormai consolidata tra la giovane artista di Rovigo e la galleria tedesca.
Pin It

RENATA BOERO KROMO–KRONOS MUSEO DEL NOVECENTO
LUNEDÌ 1 APRILE 2019, ORE 18.00
a cura di Anna Daneri e Iolanda Ratti
2 aprile – 23 giugno 2019
Opening lunedì 1 aprile, ore 18
Museo del Novecento
Piazza Duomo 8, Milano

Il Museo del Novecento apre la Milano Art Week 2019 con Kromo-Kronos, mostra personale di Renata Boero, artista genovese con base a Milano attiva nella scena internazionale dagli anni ‘60. L’esposizione, a cura di Anna Daneri e Iolanda Ratti, propone una rilettura critica del lavoro dell’artista mettendo in relazione la sua produzione storica con quella più recente.
Pin It

30 MARZO 2019 DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 13.00 A MILANO PRESSO LA CASA DI VETRO
PER IL PROGETTO: HISTORY & PHOTOGRAPHY

LA STORIA RACCONTATA DALLA FOTOGRAFIA:
IN OCCASIONE DELL’OTTANTESIMO DELLA CADUTA DELLA CAPITALE SPAGNOLA CHE HA POSTO
FINE ALLA GUERRA CIVILE NEL 1939 E DATO INIZIO ALLA DITTATURA DI FRANCISCO FRANCO
Pin It

artisti costruttori di pace
Chiusura 19/05/2019
Festival di arte contemporanea  Il Festival Sentieri, organizzato dal Centro Ricerca Arte Contemporanea diretto da Claudio Pieroni e dall'Associazione Feng Huang diretta da Luo Guixia, si propone di portare per un mese (dal 20 Aprile al 19 Maggio 2019) l'arte contemporanea nella cornice atemporale di Amelia (TR), dove la “Via della Seta” e la “Via Francigena” si sono incontrate tracciando un percorso.
Centro storico Città di Amelia mappa
Inaugurazione 20/04/2019
Pin It

6155 visitatori nel primo mese di apertura: un numero così elevato di ospiti al Museo Nazionale di Ravenna non lo si registrava da tempo.
Merito del calore con cui il pubblico ha accolto la mostra “Il mestiere delle arti. Seduzione e bellezza nella contemporaneità” promossa e organizzata dal Polo Museale dell’Emilia Romagna, diretto dal dottor Mario Scalini, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di e la collaborazione di Ravenna Antica.
L’esposizione, curata da Ornella Casazza e Emanuela Fiori, con Maria Anna Di Pede e Laura Felici, che nel comitato scientifico sono affiancate dallo stesso dottor Scalini, da Claudio Spadoni e Fabio De Chirico, piace e si è dimostrata in grado di attrarre un pubblico competente anche da molto lontano.
Pin It

Si prevedono giorni di fermento, quelli che vedranno Venezia impegnata artisticamente ai primi di maggio. Oltre all’attesa Biennale d’Arte, infatti, la città lagunare ospiterà la

ricciarelli-sgarbi-nugnes

Pro Biennale, organizzata da Spoleto Arte, presentata da Vittorio Sgarbi.

Prevista per domenica 5 maggio l’alzata del sipario in due sedi distinte. Ecco un assaggio di quello che si andrà a vivere in questa giornata: i riflettori si accenderanno alle 13 allo Spoleto Pavilion in Calle dei Cerchieri 1270. La sede, ubicata in Campo San Barnaba, nel sestiere di Dorsoduro, si trova a pochi passi dal Museo Leonardo da Vinci.

Pin It

artisti costruttori di pace
Chiusura 02/05/2019
Si intitola Metropolis, in omaggio al celebre capolavoro del cinema muto diretto da Fritz Lang nel 1927, il nuovo progetto dell'artista Tommaso Chiappa. Si tratta di due installazioni site-specific pensate e realizzate per lo Studio Notarile Scaravelli e Migliora Independent Advisor S.r.l, nelle sedi di Milano e Saronno.
viale di Porta Vercellina 9 mappa
Inaugurazione 29/03/2019
Pin It

Ca' Foscari Esposizioni, Dorsoduro 3246 11 maggio – 31 ottobre 2019
Mostra a cura di Faina Balachovskaja, Giuseppe Barbieri, Silvia Burini e Nadezhda Stepanova
Torna a Venezia Gely Korzhev (1925-2012), una delle figure più eminenti del panorama pittorico, prima sovietico e poi russo, della seconda metà del Novecento. Il ritorno tra le lagune cade esattamente 57 anni dopo la sua partecipazione alla XXXI Biennale, quando, assieme tra gli altri a Viktor Popkov, risultò, nel padiglione dell'URSS, la voce più convincente del cosiddetto “stile severo” che cercava, nell'alveo ancora quasi inscalfito del realismo socialista, una via espressiva d'uscita dai canoni ferrei dell'epoca staliniana.
Pin It

MOSTRE. A PALAZZO REALE VA IN SCENA “IL MERAVIGLIOSO MONDO DELLA NATURA”, UNA MOSTRA TRA ARTE, MITO E SCIENZA

Riallestito nella sua originaria integrità il “Ciclo di Orfeo”, 23 tele che rappresentano un unicum nella produzione figurativa italiana, sia per le dimensioni che per la quantità di specie animali e vegetali raffigurate

Milano, 12 marzo 2019 - È la natura nella sua complessa varietà a costituire il cuore della mostra “Il meraviglioso mondo della natura. Una favola tra arte, mito e scienza”, allestita a Palazzo Reale di Milano dal 13 marzo al 14 luglio 2019 e curata da Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa con le scenografie di Margherita Palli: un appuntamento pensato in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci che consentirà ai visitatori uno sguardo spettacolare sulla rappresentazione artistica della natura, lungo un arco cronologico che va dal Quattrocento al Seicento, con un’attenzione particolare allo scenario lombardo. “Vogliamo sensibilizzare i cittadini e promuovere il più possibile la conoscenza di questo gioiello della pittura italiana – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Si tratta infatti di una assoluta rarità - insieme alla Sala delle Asse - per dimensioni e soggetto, che merita un riconoscimento internazionale e una tutela adeguata al suo valore”.
Pin It

Dal 28 marzo al 5 maggio Vernissage: giovedì 28 marzo ore 18
Galleria Conceptual Via Mameli 46, Milano
Galleria Conceptual presenta una mostra dedicata alla grande artista Mirella Bentivoglio, esponente della poesia visiva e protagonista delle ricerche verbo-visuali.
La pratica artistica di Mirella Bentivoglio si fonda sull’analisi del rapporto tra parola e immagine e sulle possibili variazioni di significato del linguaggio, spaziando dalla fotografia alla poesia visiva e concreta, dalla comunicazione visuale alla poesia-oggetto.
Mirella Bentivoglio inizia la carriera nel giornalismo dimostrando presto uno spiccato talento per la scrittura e la comunicazione. In breve tempo sente la necessità di superare il limiti del linguaggio per esplorarne gli aspetti visuali. Uno sposalizio tra parola e immagine, come spiegherà lei stessa, riguardo al suo interesse precoce per l’universo pitto-verbale: «..probabilmente un’emersione dall’inconscio: l’archetipo linguistico è pittografico».
Pin It