GTranslate

 

Mostre personali di MAURIZIA PIAZZI KSENIA YAROSH EZIO TAMBINI

La Galleria d’Arte Contemporanea Wikiarte in Via San Felice 18 – Bologna sabato 21 settembre 2019 ore 18.00 si terrà l’ apertura delle mostre personali di MAURIZIA PIAZZI KSENIA YAROSH EZIO TAMBINI durante la serata presenzierà la Dott.ssa Denitza Nedkova

15 minuti di movimento oculare rapido sono quelli necessari per la costruzione di uno dei racconti visivi di Ksenia Yarosh. Lo stato REM del sonno, infatti, porta paradossalmente il nostro cervello – nonostante lo stato di incoscienza – a un intesa attività creativa di costruzione di raffigurazioni oniriche – i sogni -  e di consolidamento di quelle mnemoniche – i ricordi. Ricordare, dunque, è sognare il che è creare. Questo naturale meccanismo di memoria è cristallizzato dall’artista in immagini sintetiche ma frammentarie, composte dagli elementi figurativi e coloristici fondamentali – quelli necessari per (ri) costruire un momento esistito nel passato o mai. La combinazione di pochi frammenti di forme, di pattern, di ambienti sono sufficienti per ravvisare una storia intera e darle una veste nuova, che sia essa  rievocativa, onirica o artistica. Yarosh effettua, attraverso il proprio intervento pittorico, lo stesso procedimento che attiva ogni notte il sonno paradosso – un’attività immaginativa quali prodotti sono destinati a tracciare le caratteristiche dell’intero inconscio umano.

Oltre i sogni c’è la realtà con la sua limpida e netta concretezza. I sogni si nutrono dagli elementi – sonori, visivi, uditivi, olfattivi e affettivi – che la realtà fornisce dalla mente. Ezio Tambini vede in questo meccanismo di trasformazione immaginativa del materiale il vero compito dell’arte. Cogliere l’impatto psicosomatico che ha un fenomeno fisico sull’essere e la capacità di quest’ultimo a ricavarne piacere stanno alla base dell’operazione creativa. Le funzioni cognitive delle esperienze estetiche sono, pertanto, basate sull'istinto della conoscenza della realtà, il meccanismo fondamentale che guida l'acquisizione e il miglioramento delle rappresentazioni mentali di essa. Le emozioni misurano soddisfazioni o insoddisfazioni di istinti di sopravvivenza e, dunque, di conoscenza, quali moti stimolativi sono le emozioni estetiche. Così legate ai livelli inferiori della gerarchia mentale - i meccanismi operativi di percezione degli oggetti quotidiani - le emozioni estetiche spesso potrebbero essere al di sotto del livello della percezione cosciente. Ma ai livelli più alti della gerarchia mentale le emozioni estetiche sono altamente coscienti, concettualizzati come emozioni del bello e del sublime e spesso concretizzate nell’espressione artistica.

L’opera artistica non si presenta come rappresentativa della realtà - sebbene da essa ispirata - quanto segno del processo elaborativo della mente, prodotto della percezione, dell’immaginazione, della conoscenza, della memoria e delle aspettative dell’essere - autore o fruitore. Pertanto l’astrazione (concettualizzazione) mentale è il processo principale dell’meccanismo cognitivo umano, ed è costituito dall’attività di ricerca degli elementi salienti dello stimolo - ovvero le proprietà invarianti e immuni al  mutevole contesto nel quale sono inserite. La mente ha bisogno di tale processo per autorappresentarsi l’essenza come del singolo oggetto così del mondo intero, attribuirvi un significato e categorizzarlo. Ma il processo artistico si presenta come un’estensione di questa attività di astrazione fondamentale del cervello che dà la facoltà di esprimere concetti, situazioni o significati tramite prodotti artificiali. Maurizia Piazzi coglie questi tratti salienti – quelli più semplici ed essenziali – e, perciò, più efficienti del materiale quotidiano e gli coinvolge in eventi permanenti, in racconti archetipici e in melodie primordiali alla ricerca di quella sensibilità naturale che caratterizza l’animo innocente e immacolato del primo uomo.

settembre, 2019

Denitza Nedkova

 

 Sponsorizzata e pubblicizzata da:

 

www.inssifp.it

www.goffiauto.it

www.ilparticolarearredamenti.it

www.vec.it

www.fogacci.net

www.axeleventsmanagement.com

www.virtualstudios.it

 

Durata mostra:

dal 21 settembre al 03 ottobre 2019

dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00

 03 ottobre chiusura ore 15.00

Info e contatti:

Mail: [email protected]

Sito: www.wikiarte.com

Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

Falegnameria di Gregorio