GTranslate

 

Il graphic novel di Cinzia Ghigliano dedicato alla fotografa Tina Modotti

Contrasto pubblica Lo specchio di Tina, il graphic novel di Cinzia Ghigliano, nota fumettista italiana, dedicato alla fotografa Tina Modotti. Donna d’avventura, artista e rivoluzionaria, questo volume ripercorre la vita di un personaggio decisamente affascinante, affiancato da alcune sue immagini e testimonianze della sua attività.
 Lo specchio di Tina racconta la storia di un’attrice, un’artista, una rivoluzionaria nata a Udine da un’umile famiglia nel 1896 ed emigrata negli Stati Uniti nel 1913. La vita culturale e artistica in fermento a San Francisco, Los Angeles, Hollywood e a Città del Messico le aprirono le porte prima del teatro e del cinema, poi della fotografia, trasformandola in un’artista a tutto tondo dal fascino straordinario.

Per sempre.
racconteranno di te.
Il tuo corpo, i tuoi occhi, i tuoi sguardi,
“Ce la farai… CREDICI!”
ha dato risposta.
Alla tua silenziosa domanda, lo SPECCHIO
Ti sei guardata e vista.

Cinzia Ghigliano

Le tavole e le parole di Cinzia Ghigliano ricostruiscono la storia di questo personaggio, mostrando le molte sfaccettature di una donna istintiva e ribelle, sempre pronta a sperimentare e lanciarsi con coraggio in una nuova avventura, a cambiare strada per poter esprimere le proprie convinzioni, nella lotta politica come nella fotografia, cui si dedicò con passione per denunciare le condizioni di miseria e oppressione degli ultimi.
 
© Cinzia Ghigliano
Lo specchio di Tina presenta anche un portfolio di immagini di Tina Modotti e un approfondimento sulla sua biografia.
Tina sposa prima il poeta e pittore Robo, e poi ha una relazione con il fotografo Edward Weston che la iniziò alla fotografia, mentre conosce molti degli artisti dell’epoca e fa innamorare molti uomini; frequenta Diego Rivera, è amica di Frida Kahlo, conosce Heminway e Robert Capa. Il suo fascino di donna libera e indipendente è aumentato ancor di più dall’attivismo politico. Si dedica alla causa rivoluzionaria in Messico, lavora per Soccorso rosso, combatte con le Brigate internazionali in Spagna. Muore in circostanze poco chiare nel 1942. In questa occasione, Pablo Neruda le dedica una commovente poesia: «Verranno un giorno sulla tua piccola tomba / prima che le rose di ieri appassiscano, / passeranno per vedere quelli d’una volta, domani, / là dove sta ardendo il tuo silenzio».
 
 
Cinzia Ghigliano, è stata una delle prime fumettiste donne in Italia. In questa veste ha collaborato con importanti testate, come Linus, Corto Maltese e il Corriere dei Piccoli, conseguendo premi prestigiosi come lo “Yellow Kid” a Lucca Comics e l“Andersen” per la divulgazione scientifica Contemporaneamente si è dedicata all’illustrazione, in particolare nell’editoria per ragazzi, lavorando per le principali case editrici italiana, sempre con grande successo, testimoniato dai premi “Gigante delle Langhe” e “Caran D’Ache”. Negli ultimi anni si è molto concentrata anche sulla pittura. Tra suoi lavori più recenti, i disegni per Le mille e una notte edito da Donzelli e per Lei. Vivian Maier che si è aggiudicato il premio “Andersen 2016” per il miglior libro fatto ad arte. Quando non disegna o dipinge, insegna illustrazione e fumetto presso la “Libera Accademia D’Arte Novalia.

Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph