GTranslate

 

Pro Biennale: sabato 29 e domenica 30 maggio apre a Venezia la mostra con Salvo Nugnes, Sgarbi e tanti altri vip

Torna a Venezia la mostra internazionale Pro Biennale, che sarà inaugurata sabato 29 e domenica 30 maggio con due conferenze di presentazione che si svolgeranno dalle ore 15.00 nella splendida cornice dello Spoleto Pavilion, gli spazi della Chiesa della Pietà, a 400 m da Piazza San Marco, con un parterre di ospiti d’eccezione.

L’esposizione, che si terrà dal 29 maggio al 2 giugno, nel contesto della Biennale, e alla quale parteciperanno tanti talentuosi artisti, è ormai da anni un appuntamento imperdibile per i tanti esperti ed appassionati d’arte contemporanea italiana ed internazionale.

 

L’edizione 2021, organizzata come di consueto dal manager e curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, ha il contributo di grandi nomi del mondo dell’arte e della cultura come Vittorio Sgarbi, Francesco Alberoni, sociologo di fama mondiale, Maria Rita Parsi, scrittrice e psicoterapeuta, il direttore del Tgcom 24 Paolo Liguori, lo storico e presidente del Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri, il noto critico d’arte Luca Beatrice, la gallerista Maria Lorena Franchi, Katia Ricciarelli, soprano e attrice, Silvana Giacobini, già direttore di Chi e Diva&Donna, Roberto Villa, famoso fotografo, amico dei grandi Pasolini e Dario Fo, la curatrice Flavia Sagnelli, Caterina Grifoni, presidente FIDAPA sez. SP ed altri, nonché di istituzioni come il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il sindaco Luigi Brugnaro e l’assessore Paola Mar

Queste le significative parole di Vittorio Sgarbi sull’importante rassegna:

«La Pro Biennale è la vera Biennale d’arte in Italia. Una possibilità per gli artisti di esprimersi liberamente ed essere considerati.»

La mostra sarà visitabile gratuitamente fino a mercoledì 2 giugno dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Per informazioni: 388 7338297 - https://www.probiennale.it/

Pin It

Viaggio nell'Arte

Notizie OK ARTE

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph