GTranslate

 

Sarà il mare un podcast per Trieste Contemporanea a cura di Eleonora Cedaro episodio 1: Giulia Tollis, MateâriuM

Trieste Contemporanea è lieta di presentare sarà il mare il podcast che dal 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, alle ore 20.58, ora del tramonto, e fino al 22 settembre, giorno dell’equinozio d’autunno, ci racconterà come la contemporaneità attraversa Trieste.
Ci vogliono poco più di cinque minuti per attraversare lo spazio che dal centro della città porta alla fine del suo molo. sarà il mare è un podcast che raccoglie i pensieri di chi immagina e fa il contemporaneo cercando di sconfinare nel futuro; l’invito è a partecipare a una camminata da margine a margine con in mente tre spunti di riflessione: a cosa stai pesando, per chi e che messaggio vorresti lasciare a bordo mare per vedere dove arriverà. 
A partire dal 21 giugno, Eleonora Cedaro accompagnerà gli ospiti in una passeggiata sul molo Audace, per otto puntate trasmesse all’ora esatta del tramonto, che restituiranno il racconto sonoro risultante dall’invito a confidare lontano i propri desideri rivolto a otto “audaci” giovani realtà che in Friuli Venezia Giulia progettano e propongono cultura contemporanea declinandola in diversi linguaggi e discipline delle arti. 


Ad inaugurare la serie sarà Giulia Tollis, drammaturga friulana freelance che lavora con teatri, compagnie, enti di formazione. Cofondatrice e dramaturg del Teatro dei Gordi, codirige il Laboratorio d'Arte Performativa Guinea Pigs, lavora con il Collettivo Wundertruppe e insegna scrittura teatrale alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano. Dal 2014 fa parte del team di MateâriuM, laboratorio di nuove drammaturgie dedicato a chi ama la scrittura e il teatro di San Daniele del Friuli.

Questo primo episodio si potrà ascoltare a partire dalle 20.58 di lunedì 21 giugno sulla pagina del podcast:
https://www.triestecontemporanea.it/event/sara-il-mare/ 

Pin It

Viaggio nell'Arte

Notizie OK ARTE

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph