GTranslate

 

Lo spirito di speranza nell’arte di Gabriele Maquignaz

“La montagna è ferita ma non è morta.”

Non è il momento di arrendersi ma di reagire e superare le difficoltà, questo il pensiero del valdostano Gabriele Maquignaz, pittore di fama, intimamente legato alla sua terra e alla montagna, cui ha dedicato la sua ultima creazione e che è per lui luogo della riflessione artistica.

 

Proprio nel febbraio di quest’anno il Maestro ha portato la sua arte nella monumentale cornice della Galleria Vittorio Emanuele, nel cuore di Milano, accanto al Duomo, e alla nota libreria Bocca, locale storico d’Italia, ha presentato il suo nuovo catalogo edito da Skira “La Porta dell’Aldilà”. Il volume è stato curato dal grande critico d’arte, recentemente scomparso, Philippe Daverio, amico dell’artista, che ha presentato la performance consacrando Maquignaz nella scena artistica internazionale. All’esibizione ha assistito anche il famoso chef stellato Carlo Cracco.

Quella dell’artista è una costante ricerca di una dimensione altra che trascende lo spazio ed il tempo: «Un giorno, seduto sotto il Cervino, guardando davanti a me, perso nel vuoto ho una grande intuizione: mi accorgo che lo spazio non basta più. L’arte necessita di un’evoluzione, oltre lo spazio, oltre il tempo, oltre l’universo e oltre l’infinito. Solo con la creazione della “porta dell’Aldilà” ho messo le basi per una nuova arte».

Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph