GTranslate

 

Le donne riciclano e creano arte

artisti costruttori di pace
Chiusura 10/03/2019
Il festival parmigiano ha scandito i pomeriggi dell'8, 9 e 10 marzo all'interno della chiesa sconsacrata di S. Quirino e, con la collaborazione dell'associazione "Maschi che s'immischiano" per la violenza contro le donne, ha sostenuto il progetto che si è strutturato nello scorso weekend.">di Margherita Pavoni
Il festival parmigiano ha scandito i pomeriggi dell'8, 9 e 10 marzo all'interno della chiesa sconsacrata di S. Quirino e, con la collaborazione dell'associazione "Maschi che s'immischiano" per la violenza contro le donne, ha sostenuto il progetto che si è strutturato nello scorso weekend.
Parma mappa
Inaugurazione 08/03/2019
Parma mappa  10/03/2019
Il festival parmigiano ha scandito i pomeriggi dell'8, 9 e 10 marzo all'interno della chiesa sconsacrata di S. Quirino e, con la collaborazione dell'associazione "Maschi che s'immischiano" per la violenza contro le donne, ha sostenuto il progetto che si è strutturato nello scorso weekend.

La prima giornata è stata dedicata alla lettura di poesie ed all'inaugurazione, con breve introduzione degli artisti, della mostra sita in loco.
Nelle serate successive è stato dato ampio spazio alla danza-teatro e alla musica, concludendo l'evento con note Soul.
Ciò che mi ha colpita molto, vista anche la mia partecipazione solo alla parte introduttiva, è stato proprio lo sfondo di "Donne in mostra" attraverso opere ispirate alla sostenibilità ed al riciclo.
Il fascino della chiesa di S. Quirino ha fatto da setting sufficientemente (neutro) per un'esposizione particolarissima in cui spiccavano opere a tre dimensioni, foto e dipinti.
Anche attraverso gli archivi storico/fotografici le artiste esponenti hanno saputo riprodurre prospettive molto attuali alternandole con propri soggetti postprodotti.

Angioletta Degli Incerti, fotografa, ripropone i momenti della magia quotidiana parmense sviluppati nella sua personale camera oscura.
Patrizia Caravaggio ama la musica a tal punto da viverla anche attraverso le foto da lei realizzate.
E, terza espositrice nel ramo fotografico, Ilaria Camorali dona alle sue istantanee una rivisitazione digitale che le rende quasi dipinte.
L'esposizione del materiale plastico, invece, includeva, le atipiche spirali portaoggetti di metallo di Rosanna Figna che, scoprendo nella propria azienda pezzi di materiale "con una loro intrinseca ragione di essere", li ha assemblati in oggetti d'utilitá quotidiana.
Mi ha affascinato tantissimo, poi, la storia delle collane di Carla Biacca.
Gli imenotteri, infatti, pungono la quercia facendone, per reazione, scarurire una bolla dove depongono le uova.
Una volta cresciuti abbastanza gli "insettini" bucano le sfere che Carla raccoglie e usa ricoprendole di colore con molto gusto e ottenendo (per esempio), delle bellissime collane.
Di forte impatto sono anche le meravigliose sedie di Margherita Braga, dove la rappresentazione pittorica si fonde con il mobilio.
Pierantonio e Miriam Ray si collocano, invece, in un ambito più figurativo.
Riterrei opportuno, a conclusione di questa breve presentazione, sollecitare uno sguardo alla gallery del pezzo, sul nostro portale.
 
Le donne riciclano e creano artePartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph