GTranslate

 

Wi-Rus free zone

artisti costruttori di pace
Chiusura 31/12/2021
L’opera grafica Wi-Rus free zone è un simbolo con significato ambiguo: ci segnala in modo equivocabile uno spazio privo di virus in un luogo che, per le continue transumanze umane, è deputato alla diffusione del virus, come possono essere per esempio le stazioni ferroviarie.
Stazione di Rimini mappa
Inaugurazione 22/01/2021
L’opera grafica Wi-Rus free zone è un simbolo con significato ambiguo: ci segnala in modo equivocabile uno spazio privo di virus in un luogo che, per le continue transumanze umane, è deputato alla diffusione del virus, come possono essere per esempio le stazioni ferroviarie.
Insomma, una sorta di intrinseca contraddizione, analogamente alla narrazione del Covid 19.
D’altro canto la mobilità è per eccellenza il veicolo del virus, ne consegue un lecito interrogativo: le stazioni, reti globali di flussi umani, sono luoghi free zone o zone in cui si contrae il virus? Si consideri anche una facilità di propagazione con l’ausilio dell’etere, un perfetto sistema wifi.
L’opera nella sua valenza grafica diventa dunque una sorta di monito, visibile nelle stazioni ferroviarie, lungo i corridoi dei sottopassaggi, sulle carrozze e sui pali, a terra sui gradini e su nuove frecce che impongono camminamenti unidirezionali.

Aldo Pe
 
Wi-Rus free zonePartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph