GTranslate

 

Milano, Sognando il mito al MaMo

artisti costruttori di pace
Chiusura 24/02/2019
Due artisti al confronto che indagano sul contemporaneo
Via Plinio,37 Milano mappa
Inaugurazione 18/02/2019
Via Plinio,37 mappa  24/02/2019
MaMo Galleria via Plinio, 37 Milano
Bipersonale Laerte Emme, Pietro Tagliabue “Sognando il mito”
Inaugurzione: lunedì 18 febbraio 2019 ore 18,00/20,00
Opere in esposizione dal 18 febbraio al 24 febbraio 2019 la galleria è aperta tutti i giorni dalle 16,30 alle 19,30 - per info: [email protected] tel.3284740301
Pietro Tagliabue vive e opera a Milano, dopo i suoi studi in ambito artistico nella sezione pittura,inizia un percorso personale dove l’espressione artistica diviene racconto di vita.Da sempre appassionato d’ arte cresce in un’ ambiente familiare creativo, il nonno, Pietro Crescini, architetto di fama internazionale autore del progetto del Piccolo Teatro Strehler di Milano, lo ispira nella sua produzione artistica. Oltre la pittura, Pietro lavora nel mondo del tatuaggio, che lo porterà a lavorare per convention internazionali. La pittura di Pietro ci riporta alla dimensione del sogno, un’ atmosfera noir dove emergono ricordi e memorie del passato che si mischiano con il tempo presente vissuto. Spesso nei suoi paesaggi notturni appare la luna, rappresentata con parvenze femminili, giocose, magiche e misteriose. Sorride e piange della vita e del mondo, la luna è lo specchio dell’artista, dove questi racconta la storia magica di una vita misteriosa, notturna fatta di sogni , di morte e di rinascita così come promette Iside dea della notte,momento autentico, dove l’artista evade dalla vita sociale, entrando in contatto con infiniti stati d’animo e con la dimensione dell’inconscio e del sogno. La luna illumina una dimensione onirica, complice dei sentimenti interiori, riflette gli aspetti malinconici della vita. Pietro Tagliabue raffigura nelle sue tele anche immagini femminili, donne manichino, che si trasforma in donne lunari con occhi grandi e luminosi,ispirati alla pittura Metafisica di De Chirico,i personaggi enigmatici emergono privi di emozioni, popolando un contesto pittorico dove l’uomo si estranea e si decontestualizza attraverso la sua natura inanimata.

Laerte Emme nasce a Firenze vive e opera a Parigi, dove incontra un grande fermento artistico di respiro internazionale , L’artista inspirandolo in nuove correnti artistiche contemporanee, indaga sulla natura dei personaggi legati alla mitologia antica ricavando attraverso una rielaborazione grafico-pittorica, opere di grande valore estetico con tematiche legate al passato ma sempre attuali. Cresciuto nel momento della nascita ed evoluzione di internet, rimane influenzato da tecniche digitali come il "Photobashing" e la manipolazione delle immagini, insieme a glitch art e vaporwave.I suoi temi preferiti sono la mitologia, l'archeologia, e tutto ciò che ha un risvolto anche di misterioso e sconosciuto. Costantemente alla ricerca del giusto connubio tra antico e moderno, realizza opere su supporti alternativi come plexiglass, materiali tessili e skateboards.Manipolando e fondendo elementi artistici con fotografia, lavorando su più livelli ad alta risoluzione. Scrive l’artista:“Perchè creare su skateboard?Lo skate non è solo relegato alla street art".È un oggetto di design, fatto per essere graffiato, colpito e maltrattato...Creato per persistere. Il passato si fonde con il presente attraverso una rivisitazione di personaggi appartenenti alla classicità realizzati in chiave contemporanea dove emergono dal nero della notte, colori squillanti forti contrasti cromatici valorizzati da una superficie liscia, plastificata. Collage di forme si incastrano per regalare al fruitore ritratti di dee e uomini divinizzati con effetti cromatici stupefacenti, immersi in un paesaggio fantastico, comunicano grandi emozioni.
 
Sognando il mitoPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph