GTranslate

 

Roberto Antonio Sebastián Matta Echaurren (Santiago del Cile, 11 novembre 1911 – Civitavecchia, 23 novembre 2002) dopo gli studi in architettura, nel 1934, si trasferisce in Europa, dove entra in contatto con intellettuali come Rafael Alberti e Federico García Lorca, e dove, a Parigi, lavora con Le Corbusier e conosce nel 1937André Breton e Salvador Dalí aderendo al Surrealismo con una pittura incentrata su morfologie psicologiche. Di lui, nel 1944, Breton scriverà: «Matta è colui che maggiormente tiene fede alla propria stella, che è forse sulla strada migliore per arrivare al segreto supremo: il controllo del fuoco». Artista costantemente in movimento, dalla Scandinavia, dove conosce Alvar Aalto, a Londra, dove fa amicizia con Henry Moore, Roland Penrose e René Magritte. All'inizio della Seconda guerra mondiale fugge a New York assieme a molti altri artisti d'avanguardia. Qui esercita una decisiva influenza su alcuni giovani artisti americani come Jackson Pollock e Arshile Gorky.
Pin It

Metamorph 1965-2018. Ricerche, opere e progetti, per una cultura della trasformazione

lunedì 1 aprile 2019, alle ore 18.00, alla Casa dell’Architettura di Roma.
A partire dal progetto Un pattern metamorfico per la città del 1965, pubblicato sulla rivista “Marcatre”  nel n. 26-29, 1966, il Gruppo Metamoprh propone un modello urbano la cui poetica si ricollega alle avanguardie storiche e alla Seconda avanguardia attiva negli anni Sessanta.

Pin It

Dal 17 aprile nella splendida cornice della Reggia di Venaria con manifesti, dipinti, sculture, mobili e ceramiche arriva la mostra che racconta la straordinaria fioritura artistica che ha travolto e cambiato il gusto tra la fine dell'Ottocento e i primi anni del Novecento. Architettura, pittura, arredamento, scultura, musica sono invasi da rimandi alla natura, al mondo vegetale e a un'immagine nuova della figura femminile: a Torino è il tempo dell’Art Nouveau che scaccia da ogni dove regole accademiche e tradizione.
Pin It

SINERGIE CREATIVE ARTISTICHE INTERNAZIONALI

si originano ad Aprile nel territorio umbro, dove Oriente e Occidente si sono già incrociate secoli fa
Ad Amelia, piccola perla dell’Umbria meridionale, un gruppo di artisti internazionali lavora stabilmente
insieme da due anni per proporre al pubblico, a partire dal week-end di Pasqua, il Festival di Arte
Contemporanea “Sentieri”, grazie all’organizzazione del Centro Ricerca Arte Contemporanea diretto da
Claudio Pieroni, con l’Associazione Culturale Feng Huang diretta da Luo Guixia.
Pin It

Dopo 25 anni dall’ultima mostra, Giorgio de Chirico torna a Genova. Dal 30 marzo al 7 luglio 2019, le sale dell’appartamento del Doge di Palazzo Ducale accolgono l’esposizione Giorgio de Chirico. Il volto della Metafisica, curata da Victoria Noel- Johnson, che presenta 100 opere, realizzate dal Pictor Optimus nell’arco della sua intera carriera, provenienti da importanti istituzioni e musei, nonché da prestigiose collezioni private.

Pin It

24 marzo – 28 luglio 2019 Museo d’arte della Svizzera italiana, Lugano sede LAC Lugano Arte e Cultura A cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

www.masilugano.ch

Dal 24 marzo al 28 luglio 2019 il Museo d’arte della Svizzera italiana, in collaborazione con il Museo nazionale svizzero di Zurigo e l’Ufficio federale della cultura, presenta una grande esposizione dedicata alla collezione della Fondazione Gottfried Keller. La mostra riuniscei principali capolavori della raccolta d’arte federale custoditi nei musei elvetici, tra cui opere di Hodler, Segantini e Giacometti.
Pin It

Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2010 XXX edizione, 2019 I giardini del tè di Dazhangshan Wuyuan, Jiangxi, Repubblica Popolare Cinese Comunicato stampa Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso di dedicare la trentesima edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino a I giardini del tè di Dazhangshan, situati nella contea di Wuyuan, nella parte nord-orientale della provincia del Jiangxi, nella Cina meridionale. Ai piedi della montagna Dazhangshan, un vasto sistema di rilievi collinari accoglie in questa regione le coltivazioni del tè: campi ondulati, inconfondibili per il disegno ordinato delle piantagioni che scorrono in forma di siepi parallele e a tratti interrompono la copertura del manto boschivo o la distesa delle risaie nei fondivalle.

Pin It

Scene di vita quotidiana, animali, paesaggi: sono i soggetti delle opere in mostra – prevalentemente acquerelli monocromi – che la pittrice di origine polacca ritrae, sempre dal vivo e in movimento, per trasmetterne l'emozione fuggevole e gli aspetti più sensibili. L'artista riesce a cogliere con un solo gesto, una sola pennellata, quello che la circonda ed impressiona. 

Più di 100 opere di Gosia Turzeniecka – nata in Polonia nel 1974 e trasferitasi ormai da alcuni anni nei pressi di Torino – saranno esposte nella personale che La Scala Società tra Avvocati e la sua Toogood Society ospitano dall’11 aprile 2019 nell’Auditorium “Piero Calamandrei” (via Correggio 43, Milano).

Il vernissageaperto al pubblico e al quale sarà presente l’artista – si terrà mercoledì 10 aprile alle ore 18.30. Seguirà un cocktail.
Pin It

artisti costruttori di pace
Chiusura 27/04/2019
Lo spazio DATA di Urbino presenta la mostra fotografica "L'anima rubata" di Giordano Morganti. L'evento fortemente voluto da Vittorio Sgarbi e curato da Carlo Micheli, inaugurerà venerdì 29 marzo alle ore 18.00 e sarà fruibile fino al 27 aprile 2019.
Borgo Mercatale, 1, Urbino mappa
Inaugurazione 29/03/2019
Pin It

Alla storica Milano Art Gallery gli incontri avvengonsambuccoo in rapida successione. Infatti, a chiusura dell’esposizione L’Arte delle Donne, aprirà la mostra fotografica di Gino Maria Sambucco, Oltre alla realtà, la fantasia. L’imperdibile appuntamento verrà inaugurato alle ore 18 di mercoledì 27 marzo. L’esposizione verrà presentata in via Alessi 11 dal fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, e dal manager di noti personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo Salvo Nugnes.

 

Pin It

Martedì 26 marzo alle 18.30 nella Sala del

Schermata 2019-03-19 a 19.04.51

la Cavallerizza del FAI Fondo Ambiente Italiano a Milano, via Foldi 2, si terrà la presentazione del volume di Valter Curzi STORIE DELL'ARTE per quasi principianti, SKIRA.

L'autore ne parlerà con lo storico dell'arte Stefano Zuffi e racconterà la vicenda de La derelitta attribuita a Sandro Botticelli.

Pin It

Titolo: Queste sono le mie novelle
Autore: Roberto Zaoner
Prezzo : 15,90 €

COPERTINA DEL MIO SECONDO LIBRO QUESTE SONO LE MIE NOVELLE FRONTE

 

 

Questo é il mio secondo libro pubblicato da una casa editrice di Salerno.

 

I miei racconti sono assimilabili a novelle più o meno inventate. Alcune rispecchiano la gioiosa natura della primavera: “La collina dei fichi d’india”, altri si riferiscono ad accadimenti inventati, seppur tragici nella loro trama, come il racconto dal titolo: “Portami via con te” o drammatici, come “Svegliati amica mia”, ed altri tristi, come il racconto dal titolo: “Amori incompresi”, tratto da una storia d’amore realmente vissuta e finita.

Pin It

L’esposizione fa parte del programma “Milano Città Mondo #04 Perù” che da gennaio a giugno propone anche conferenze, manifestazioni e iniziative di approfondimento sulle relazioni tra i due Paesi
 Sarà aperta al pubblico dal 16  marzoal MuDeC | Museo Delle Culture la mostra “Storie in movimento. Italiani a Lima, Peruviani a Milano”, che si inserisce nell’ambito del quarto focus del progetto “Milano città Mondo”, un appuntamento annuale dedicato alle numerose comunità internazionali presenti in città. Dopo Eritrea/Etiopia, Cina ed Egitto, quest’anno il focus è dedicato alla comunità dei peruviani, ben radicata a Milano e tra le più numerose e attive nella vita culturale della città. Oggi, con circa 18mila membri a Milano, i peruviani rappresentano infatti la maggior comunità proveniente dal continente americano nel contesto cittadino. L’obiettivo è come sempre quello di documentarne la storia e le modalità di presenza e cittadinanza a Milano, anche attraverso il collegamento con gli oggetti del patrimonio del Museo.
Pin It

All’Orto Botanico dell’Università di Padova Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi con le reliquie dei 14 milioni di alberi abbattuti tra Veneto, Trentino e Friuli lo scorso ottobre
A pochi metri dal primo Platano orientale giunto in Italia nel 1680, nell’Arboreto dell’Orto Botanico dell’Università di Padova è cresciuto l’Albero degli Alberi.
Non accresciuto dalla Natura ma creato da Michele De Lucchi che, per questa sua istallazione, ha ottenuto e messo insieme tronchi e rami di decine di alberi di diverse essenze – faggio, abete rosso, larice, frassino, tiglio e nocciolo – provenienti dalle vallate del bellunese e del Trentino. Alberi abbattuti da Vaia, la terribile tempesta che lo scorso ottobre ha divelto boschi tra i più belli d’Europa, stravolgendo il paesaggio di 40.000 ettari di territorio montano.
Alberi che, come recita il titolo dell’istallazione, hanno oggi “Radici al vento, testa nella terra”.
Pin It

        Fabrizio Frizzi: il gigante gentiluomo

                                                                  (di Roberto Zaoner)

  

   (Un caro e doveroso tributo all’amato Fabrizio

   Frizzi. Il 26 marzo p.v. ricorre il primo

   anniversario della morte del compianto

   conduttore televisivo, che ci lasciava ancor

   giovane e un grande vuoto rimaneva in tutti noi

   telespettatori che lo amavamo per la sua grande

   bontà d’animo, la sua enorme simpatia, la sua

   generosità, la sua capacità di farsi amare, la sua

   gentilezza, i suoi modi affabili, delicati e amorevoli

   e la sua innata spontaneità.

Pin It

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Carezza Violenta

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto