GTranslate

 

Adam Cvijanovic: ricordi di viaggio

htAdam Cvijanovic: ricordi di viaggio tp://www.okarte.it
Chiusura 28/02/2017
di Marta Lock
Il suo tratto realista si avvale della luminosità con cui avvolge le scene perfettamente rappresentate - scorci di Capri, ritratti della moglie e il meraviglioso mar Mediterraneo -, una luce che intensifica i colori solari delle tele composte a frammenti, come tasselli di un puzzle che mettono in evidenza solo alcune immagini.
via Palermo 11, Milano mappa
Inaugurazione 14/10/2016
 
Ha riaperto dopo la pausa natalizia la galleria Blindarte di via Palermo 11 a Milano, che ha scelto di mostrare al pubblico italiano il talento di uno dei più interessanti e innovativi pittori figurativi del panorama artistico newyorkese, Adam Cvijanovic. Il suo tratto realista si avvale della luminosità con cui avvolge le scene perfettamente rappresentate - scorci di Capri, ritratti della moglie e il meraviglioso mar Mediterraneo -, una luce che intensifica i colori solari delle tele composte a frammenti, come tasselli di un puzzle che mettono in evidenza solo alcune immagini.

La mostra “The fall” rappresenta il ricordo di un viaggio effettuato nell’isola campana qualche anno fa proprio insieme alla moglie e la particolarità dell’artista è quella di rappresentare i soggetti divisi per immagini, ogni quadro riproduce una parte del paesaggio che solo accostato ad altre tele ne dà l’idea complessiva, per sottolineare quanto la memoria sia in grado di focalizzarsi su alcuni dettagli che colpiscono l’occhio e l’anima, tralasciandone altri che, seppure ugualmente importanti, non hanno attirato l’attenzione, non sono fondamentali, possono essere tralasciati e lasciati nel limbo del passato.

Ciò che rende ancora più innovativo Cvijanovic però è l’utilizzo della tecnica dei portable murales – letteralmente “affreschi mobili” -, dipinti realizzati su carta Tyvek e applicati a parete per dare vita a imponenti installazioni pittoriche che coinvolgono tutto l’ambiente espositivo e che possono essere più volte staccate e riapplicate su altre superfici. Questa tecnica si ispira alle tecniche cinematografiche del XX secolo e le installazioni, nello specifico della mostra in corso alla Blindarte, ricreano lo scenario di una passeggiata di Novembre tra i boschi del New Jersey, dove lui e sua moglie Julia rivivono un intenso ma breve viaggio compiuto a Capri nel 2013.

Un ricordo nel ricordo dunque, dove i portable murales fanno da base per i frammenti di memoria descritti con le piccole tele che si ristrutturano a comporre l’intensità del vissuto. Cvijanovic ha scritto anche un beve testo, la cui lettura è diffusa ai visitatori attraverso cuffie auricolari, grazie a cui il visitatore è condotto dentro i sentimenti e le emozioni vissute accompagnato dalla voce dell’artista.
L’occasione di scoprire il grande talento newyorkese, e di osservare le sue descrizioni mozzafiato di paesaggi da sogno, è davvero imperdibile, anche per conoscere i bellissimi spazi della galleria.

ADAM CVIJANOVIC: THE FALL
Blindarte
via Palermo 11, Milano
dal 14 ottobre 2016 al 28 febbraio 2017

ORARI:

Dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 13.30
e dalle 15.00 alle 19.00

INGRESSO
Gratuito

CONTATTI
Tel.  02.36565440
[email protected]
www.blindarte.com
Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Chiusura 16/07/2020 di Stefano Pariani
Molti milanesi la ricordano ancora come la “gesetta di lusert”, la chiesetta delle lucertole, un edificio [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph