GTranslate

 

Una Identità plurale 5 - 11 Dicembre 2020

Una Identità plurale 5 - 11 Dicembre 2020
 un mosaico di opere di artisti internazionali sarà in mostra dal 5 all'1
dicembre 2020 per sottolineare il senso di comunità.
Con questa mostra Rossocinabro partecipa alla Giornata del Contemporaneo - il grande evento
promosso da AMACI, l'Associazione dei Musei Italiani d''Arte Contemporanea, che da sedici anni
coinvolge musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d'arte per
raccontare la vitalità dell'arte contemporanea nel nostro paese.


Anche per questa edizione si conferma il coinvolgimento della rete estera del Ministero degli
Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - che comprende Ambasciate, Consolati e
Istituti Italiani di Cultura - che darà vita da sabato 5 a venerdì 11 dicembre 2020 ad una
settimana di promozione dell'arte contemporanea italiana all'estero.
Nel 2020 la Giornata del Contemporaneo assume una veste necessariamente diversa da quella
tradizionale. In questo anno complesso, profondamente colpito dall'emergenza pandemica, la
sedicesima edizione della manifestazione mette al centro la comunità contemporanea - a
cominciare dai Musei AMACI - e ripensa sé stessa partendo dal concetto di comunità, da
sempre alla base l'evento e oggi - in epoca Covid - torna prepotentemente alla ribalta.
La Giornata del Contemporaneo 2020 è pensata per rispondere all'eccezionalità del momento
che stiamo vivendo, che influenza così fortemente non solo la pianificazione e lo svolgimento
delle attività culturali ma anche la percezione che ciascuno di noi ha del significato dell'arte e
della cultura oggi. Quest'anno AMACI ha deciso di adottare un format ibrido, con proposte
online e offline: il mutato contesto ha richiesto una sospensione del format tradizionale della
manifestazione e un'edizione aggiornata con varianti che ne garantiscono lo svolgimento su
doppio binario, incoraggiando tutti a contribuire su entrambi i livelli, aderendo alla grande
campagna di comunicazione che verrà lanciata il 5 dicembre con l'hashtag
#giornatadelcontemporaneo.
Inoltre, per raccontare le infinite sfaccettature della contemporaneità, l'identità stessa
dell'evento si compone di un mosaico digitale delle opere di tutti gli artisti, come proposto da
altrettanti musei AMACI, invece di utilizzare la tradizionale immagine guida creata da un
artista.
Siamo entusiasti di continuare questa tradizione annuale dal 2008.
A cura di Cristina Madini
Artisti: Janice Alamanou, Cecilia Álvarez, Alessandro Angeletti, Annabelle Art Gallery, Brian
Avadka Colez, Ivana Bachová, Heike Baltruweit, Nicola Barth, Federico Campanale, Lidia
Chaplin, Lord Nicolaus Dinter, Bogdan Dyulgerov, Noemi Galavotti, Michael Jiliak, Robert Kalin,
Alexandra Kapogianni-Beth, Monika Blanka Katterwe, Alan Lacke Cairo, Rosana Largo
Rodríguez, Fiona Livingstone, Christina Mitterhuber, Amanda Narain, Eve Neeracher, Roanne
O’Donnell, Britta Ortiz, Ann Palmer, Marika Pentikäinen, Gerhard Petzl, Steffi Pieters, Ludwika
Pilat, Sal Ponce Enrile, Rebz, Belle Roth, Connie García Sainz, Greta Schnall, Taka & Megu,
Nancy van Wichelen, Stéphane Vereecken, Andre Visser, Marja-Riitta Vuorela, Renate West
Anche quest’anno la Giornata del Contemporaneo si avvale del sostegno della Direzione
Generale Creatività Contemporanea del MiBACT, della collaborazione della Direzione Generale
per la Promozione del Sistema Paese del MAECI e del patrocinio di Rappresentanza in Italia
della Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Camera dei Deputati,
Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Ministero degli Affari Esteri e della
Cooperazione Internazionale, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI –
Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e ICOM Italia.
Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri,
Camera dei Deputati, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Ministero degli
Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Conferenza delle Regioni e delle Province
Autonome, UPI – Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e
ICOM Italia.

event https://www.facebook.com/events/121775646248285
hashtag #giornatadelcontemporaneo

ACCOUNT
ROSSOCINABRO
https://www.facebook.com/rossocinabrogallery
https://www.instagram.com/rossocinabro_gallery/?hl=it
https://twitter.com/rossocinabro
AMACI
https://www.facebook.com/AMACI.musei
https://www.instagram.com/amaci_musei/
https://twitter.com/AMACI_musei
DGCC del MiBACT
https://www.facebook.com/CreativitaContemporanea
https://www.instagram.com/creativita_contemporanea/
https://www.youtube.com/c/direzionegeneralecreativitacontemporanea
MAECI https://www.facebook.com/ItalyMFA.it
https://www.instagram.com/italymfa/
https://twitter.com/ItalyMFA

English version

A Plural Identity
December 5- 11, 2020
‘A Plural identity” – a mosaic of works of international artists will be on display from December
5th to 11th, 2020 to underline the sense of community.
With this exhibition, Rossocinabro participates to the Giornata del Contemporaneo - the great
event promoted by AMACI, the Association of Italian Contemporary Art Museums, which for
sixteen years has involved museums, foundations, public and private institutions, galleries,
studios and art spaces to tell the vitality of contemporary art in our country.
Also for this edition, it is confirmed the involvement of the foreign network of the Ministry of
Foreign Affairs and International Cooperation - which includes Embassies, Consulates and
Italian Cultural Institutes - which will give life from Saturday 5 to Friday 11 December 2020 to
a week of promotion of Italian contemporary art abroad.
In 2020, the Giornata del Contemporaneo takes on a necessarily different look from the
traditional one. In this complex year, deeply affected by the emergency pandemic, the
sixteenth edition of the event puts the contemporary community at the centre - starting with
the AMACI Museums - and rethinks itself starting from the concept of community, which has
always been at the basis of the event and today - in the Covid era - back forcefully in the
limelight.
the 2020 Contemporary Day is designed to respond to the exceptional nature of the moment
we are experiencing, which so strongly influences not only the planning and conduct of cultural
activities but also the perception that each of us has of the meaning of art and culture today.
This year AMACI was decided to adopt a hybrid format, with online and offline proposals: the

changed context has required a suspension of the traditional format of the event and an
updated edition with variations that guarantee its performance on a double track, encouraging
all to contribute on both levels, by joining the great communication campaign that will be
launched on 5 December with the hashtag #giornatadelcontemporaneo.
Also, to tell the infinite facets of the contemporary, the very identity of the event is composed
to a digital mosaic of the works of all artists, as proposed from as many AMACI museums,
instead of using the traditional guide

Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano