Il 27 dicembre 2018 presso gli spazi espositivi di Palazzo Fondi in Via Medina 24, Napoli, verrà presentata la mostra personale di ERK14, tra neo-pop e concettuale.

L'artista napoletano attivo tra Roma, Milano e Napoli, dopo una lunga formazione nel campo del design e della moda ha realizzato una serie di opere che nascono dall'ibridazione dei linguaggi e dalla costante ricerca sulle simbologie del quotidiano, in costante ambiguità tra logica associativa e nonsense, tra forma pop e giochi semantici.

L'uso del monocromo contraddistingue le opere in acrilico su carta e in tela, queste ultime per la prima volta in mostra con le installazioni multimateriche che sfruttano le possibilità plastiche di vetro, plexiglass, legno e le stoffa.

L'essenzialità grafica che caratterizza l'intera produzione dell'artista non si traduce in una sintesi semantica, al contrario, Erk14 descrive i complessi meccanismi del linguaggio attraverso una agguerrita ricerca delle possibilità e delle costrizioni del segno. Inoltre, con l'ausilio di immagini iconiche, simboliche e ripetitive, ci pone di fronte al gioco del rebus e a enigmi da risolvere. Se per Michel Foucault "la Lingua universale inventa segni e sintassi, una grammatica che deve trovare il proprio luogo", il luogo dei segni e della grammatica in Erk14 è nel quotidiano, pretesto di riflessione sul significato dell'arte come strumento sociologico.

ore 22.00

Concerto di Vivien Le Fay

Ingresso gratuito.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni

dalle ore 9:30 alle ore 19:00 fino all'11 Gennaio 2019.

La mostra «Erk 14» è prodotta da 400ml ed è a cura

di Federica Di Lorenzo

Patrocinio

Comune di Napoli

Sponsor

TUAX srl — Capware — Tecnologie per la Cultura — Stile Latino — Profilexpo Network — Allocca,Natali. — Riccardo Ruggiano scultore — London Store Napoli

Partner

Eidos Immagini Contemporanee

1 Opera Gallery

Testi

Raffaella A. Caruso e Franco Cipriano

Ringraziamenti

Gennaro Maria Elena Giannotti, Francesca Giagulli, Giulio Raffaele, Antonella Mignogna

erk14.com

Carezza Violenta