GTranslate

 

   SOLO UN LONTANO RICORDO

                          

               SOLO UN LONTANO RICORDO    (di Roberto Zaoner)



I miei pensieri corrono nell’infinito

e ritrovano te che sei al di là

di questi miei sguardi in cerca

d’amore. Non posso raggiungerti.

Potessi avvicinarmi a te col solo

mio sembiante…ma non sarei io

senza la mia anima, ed è

il mio fantasticare che ti ritrova.





I tuoi passi si allontanano

e vanno lungo sentieri spinosi

e aridi d’amore. Non sei più

mia. Un giorno mi amasti

e avresti voluto un frutto

d’amore che era la nostra

passione.





Seduta sopra di me e accanto

a noi altra gente. Mi facevi

cenno di parlare a bassa voce

per non disturbare il nostro

bimbo che neppure viveva.

Era solo nella tua mente.






Avresti voluto un segno

del mio amore, una mia

impronta che non ti avrebbe

mai lasciata. E per tutta la

tua vita l’avresti tenuta con

te. Ma il dolente fato aveva

deciso altro.







Non eri tu il mio giovine

amore. La passione era

tanta. Gli incantevoli tuoi

grandi occhi di cerbiatta

e neri erano il mio culmine

sfrenato, in una attrazione

ineluttabilmente travolgente.





E le tue risate a squarciagola,

felice com’eri, mi spingevano

in una favola di fascinazione

impetuosa, che ci accarezzava

col suo caldo manto di un magico

racconto. E il mondo attorno

a me mi appariva sempre più

bello.





Ma l’amore è altro. La

tua era soltanto una

meteora passeggera, che

aveva lasciato una scia

splendente in una notte

stellata di luglio e che aveva

colmato di passione il cuor

mio.






E in quel tempo lontano

era svanita, lasciando una

traccia profonda nel mio

animo madido di attrazioni

irruenti. E se la passione

fosse anche amore, ti avevo

pur amata.



24/02/2019.

Roberto Zaoner

Pin It