Leonardo disegnato da Hollar” inaugura, il prossimo 15 dicembre, l'’attività espositiva della Fondazione Rossana & Carlo Pedretti nella nuova sede della Fondazione, nella villa Baronti-Pezzatini, storico edificio recentemente restaurato, nel cuore di Vinci, città natale di Leonardo.
L’'esposizione, a cura di Annalisa Perissa Torrini, è il primo degli eventi realizzati dalla Fondazione Pedretti ed è dedicata a colui che più d’ogni altro studioso ha approfondito la conoscenza Leonardo da Vinci e la divulgazione della sua opera in Italia e nel mondo, Carlo Pedretti. A lui si deve l’idea, circa un decennio or sono, di valorizzare le trentuno incisioni di Wenceslaus Hollar (1607-1667), che acquistò negli anni cinquanta del Novecento, rare testimonianze dell’interesse per i disegni di Leonardo nel Seicento e importante veicolo di studio e diffusione dei disegni leonardiani di caricature e grottesche. Quelle in mostra, mai esposte prima d’ora, non sono incisioni qualunque ma spesso dei ‘primi stati’, ovvero opere tirate direttamente dall’artista. E’ la prima mostra dedicata alle incisioni di Hollar che si tiene in Italia.

Omaggio a Carlo Fornara Autoritratti Collezione Poscio | Casa De Rodis 8 dicembre 2018 - 6 gennaio 2019 Image 20 autoritratti del maestro divisionista a cinquant’anni dalla sua scomparsa A cura di Annie-Paule Quinsac Dall'8 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 Casa De Rodis a Domodossola (VB) ospita Omaggio a Carlo Fornara. Autoritratti a cinquant’anni dalla sua scomparsa (1871-1968). La mostra presenta undici autoritratti a olio, dai 17 ai 90 anni, già alle Gallerie Maspes Milano dal 12 al 29 settembre 2018, e si arricchisce di alcune fra le più interessanti opere su carta dell'artista, fra i maggiori interpreti dell’arte italiana della prima metà del XX secolo. L’iniziativa prosegue le celebrazioni dedicate al maestro vigezzino che culmineranno con la mostra in programma la prossima estate sempre nello spazio espositivo di Casa De Rodis a cura di Annie-Paule Quinsac.

Il tema della maternità, in un momento nodale nell’arte italiana fra Otto e Novecento, è al centro della mostra L’'amore materno alle origini della pittura moderna, da Previati a Boccioni proposta dai Musei Civici di Verona negli spazi della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, dal 7 dicembre al 10 marzo 2019.
“La mostra, curata da Francesca Rossi e Aurora Scotti - dichiara l’assessore alla Cultura Francesca Briani –, è testimonianza dell'importante e proficua collaborazione tra i musei veronesi e i Musei Civici di Milano, il Mart di Rovereto e il Banco BPM. Inoltre, conferma l'impegno dell'amministrazione a sostenere iniziative culturali che si contraddistinguono per la rigorosa e puntuale attività di ricerca dedicata alle collezioni artistiche cittadine”.

Mercoledì 18 dicembre 2018, alle ore 18, la Sala BiblioCoop di Via Vittorio Veneto,ad Arezzo, ospita la presentazione della confezione natalizia edita da Cartaria Aretina che comprende le due edizioni dello “Zibaldone Aretino. Racconti, personaggi, storie di Arezzo” a cura di Giorgio Feri. La presentazione, a ingresso libero, è inserita nel calendario di “Pomeriggi in BiblioCoop.

AREZZO – Dal 22 dicembre 2018 all’8 gennaio 2019 il Circolo Artistico di Corso Italia 108, ad Arezzo, ospita “Di segno e colore”, mostra personale di Mario Nibbi.
L’esposizione sarà inaugurata, a ingresso gratuito, sabato 22 dicembre alle ore 17,30.
Interverranno per l’occasione Liletta Fornasari e Marco Botti, autori delle critiche del piccolo catalogo che accompagna la personale, e l’architetto e pittore Franco Lani.
La mostra, patrocinata dal Comune di Arezzo, sarà visitabile dal martedì al venerdì con orario 16,30/19,30 e dal sabato alla domenica con orario 10,30/13 e 16,30/20.

Le borse sono certamente uno degli accessori più amati dalle donne. Si deve partire da lontano per vedere la nascita della borsa, partire addirittura  dalla preistoria.  e i primi ad usarle sono stati gli uomini primitivi, che accartocciavano  le pelli di animali per trasportare armi ed utensili e in seguito, con la nascita e la circolazione della moneta le borse da uomo si diffusero maggiormente.

Dopo il successo riscosso nel 2017, l'artista italiano Marco Bolognesi espone ancora una volta al Museo Oscar Niemeyer - MON, nell'ambito della grande rassegna che, attraverso ricognizioni storiche e nuovi progetti, celebra i 25 anni della Biennale di Curitiba, punto di riferimento nell'arte contemporanea brasiliana ed evento di primo piano nel circuito internazionale. La manifestazione, promossa da Fondazione Culturale di Curitiba, Municipalità di Curitiba, Museo Oscar Niemeyer - MON, Segreteria di Stato per la Cultura del Governo del Paraná e Ministero della Cultura del Governo Federale con il supporto di URBS, coinvolge, oltre al MON, sede delle mostre principali, anche altri centri culturali e spazi pubblici con programmi paralleli, interventi d'arte urbana ed esposizioni in gallerie e musei.

Fondazione Cariverona, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Verona e il patrocinio dell'Ufficio d'Ambito Territoriale VII di Verona, promuove il programma didattico dedicato all’arte italiana del dopoguerra e ispirato alla mostra Un nuovo gesto, una nuova materia, a Palazzo Pellegrini fino al 9 dicembre 2018, aperta al sabato e alla domenica dalle 11 alle 19.
Il progetto consiste in una serie di laboratori per famiglie e bambini, un progetto aperto alle scuole veronesi e un ciclo di conferenze con storici dell’arte e personaggi del mondo della cultura che animeranno tra novembre e febbraio la ex Chiesa di San Pietro in Monastero nel centro della città.

Il secondo appuntamento sarà:

RIAPERTURA BANDO DI CONCORSO

Il Comune di Portici bandisce due nuovi concorsi internazionali di idee. Oggetto di questi concorsi sono la formulazione di proposte ideative per la realizzazione di attrezzature a completamento del progetto di riqualificazione del waterfront. Queste proposte dovranno inquadrarsi in un progetto strategico unitario che punti a connettere e a valorizzare le numerose e notevoli risorse culturali e paesaggistiche di cui è dotata l’area.
Il primo concorso richiede un’idea di progetto per una zona di interscambio nelle aree ferroviarie dismesse nei pressi del porticciolo del Granatello e del polo scientifico dell’ENEA, per una darsena a ridosso del Museo Ferroviario di Pietrarsa e per dei percorsi di collegamento tra i vari punti di attrazione della città.
I° premio: 14.000 €; II° e III° premio: 2.000 € ciascuno

Curarte e Caffè Letterario presentano
Onirica - distorsioni 
Esposizioni + aperitivo + Burlesque + Musica live + Dj set
°°Ingresso Gratuito°°

Una distorsione è comunemente definita come una deformazione, uno stravolgimento della realtà, un'alterazione della stessa; in psicologia un bias cognitivo è un (pre)giudizio che non corrisponde necessariamente all'evidenza.
Le distorsioni che vi proponiamo sono storture, discostamenti, dove i canoni precisi vengono infranti, così da dare allo spettatore uno sguardo che rompe l'involucro della realtà in favore delle distorsioni che abbiamo dentro.