GTranslate

 

La Galleria Conceptual presenta una mostra dedicata a uno degli artisti più prolifici e sperimentatori del Novecento: Robert Rauschenberg.
La personale raccoglie una serie di opere realizzate fra gli anni ’70 e ’80, durante i viaggi dell’artista tra India, Giappone e Cina: ispirato dalle culture orientali, l’artista introduce nell’opera vari oggetti, operando una fusione fra diversi materiali e la pittura, alla quale non rinuncia mai. Rauschenberg definisce questa personale unione fra cose quotidiane e pittura combine-paintings (dipinti combinati).

La mostra, a cura di Graziano Menolascina, continua in galleria fino al 17 marzo. Via Goffredo Mameli 46  MILANO

Pin It

artisti costruttori di pace
Chiusura 28/02/2019
Presentazione di "The Universe of Maria Maddalena", di Svetlana Nesterova
Inaugurazione 01/02/2019
Pin It

Stella Laurenzi | Magazzino via dei Prefetti, 17 00186 - Roma - Italy
M +39 3339244406
T +39 066875951
WEB magazzinoartemoderna.com
Current Exhibition:
Domenico Mangano & Marieke van Rooy When the Whistle Glares 29 Jan - 20 April, 2019
Pin It

di ROBERTO ZAONER

La finestra si apriva come d’incanto, coi suoi cigolii che accompagnavano il cinguettio degli uccellini e il frinire dei grilli, che coi loro canti attiravano le femmine per la fecondazione. Rinascita della vita è la primavera.
Le cerniere andavano oleate, ma si rimandava sempre. Forse era piacevole anche sentirle vicine per assaporare la vetustà della casa rurale. LA COLLINA DEI FICHI DINDIAE come per magia tutto si presentava agli occhi di Luciana. Il paesaggio agreste profumava di primavera, con i suoi primordiali bagliori, dopo un lungo inverno e copiose piogge.
Luciana aspettava in silenzio. La mattinata era lunga. Poteva attendere.

Pin It

di Roberto Zaoner


Nelle tue calme, calde e floride acque viveva il nostro amore, e tu gioivi. Tu, in piena fioritura, te ne curavi. Era un miracolo: il miracolo dell’amore.
Il tempo era maturo. La giornata era aprica in quei primi giorni di dicembre. In quel parco che circondava quel luogo di sofferenze ed esistenze perdute gemevi, ed io solo so quanto pativi per un inizio di vita.

Pin It

di Roberto Zaoner                   (tratto da una vicenda realmente vissuta)


Me ne andrò voltandomi, e lascio il mio passato dietro me. E i miei occhi ti

seguono mentre vai ormai per la tua strada. Guarderò al futuro, se è questo

che vuoi. 

Ripenso a quello che ho fatto, alle frasi che ho detto e a tutto quello che non

ho ascoltato di te. Si disperdono nell'aria tutte le cose che abbiamo, e

bruciano al fuoco di un’esistenza perduta, di un amore finito, insieme a

questi ricordi che ho di te. Me ne vado con le gambe tremanti e mi sento

bruciare nell’anima. Giro l’angolo di questo enorme palazzo color

melanzana, con la morte nel cuore. E arsi silenzi tutt’intorno a me.

 

Pin It

Il terzo appuntamento del Genoa International Music Youth Festival (GIMYF) di mercoledì 6 marzo a Palazzo Ducale (ore 21, ingresso Libero) è dedicato ad una delle forme di spettacolo più originali e affascinanti dell’età contemporanea, il musical, che ha ottenuto la sua consacrazione mondiale con l’avvento del cinema sonoro. Non tutti sanno però che è essenzialmente un genere teatrale più che secolare che come nessun altro ha saputo fondere alla perfezione la parola cantata e recitata, la musica e la danza.
Pin It

In via Ampère 102, la Milano inaugurazione VentavoliArt Gallery si è tinta di rosa con l’inaugurazione della personale di Gabriella Ventavoli. L’artista ha presentato ieri sera, giovedì 7 marzo, la sua ultima serie di teleri intitolata La donna e l’arte contro ogni forma di violenza davanti a un pubblico attento. Attenti anche gli ospiti, il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, e l’arcivescovo primate della Chiesa Cristiana Antica e Apostolica di ispirazione ortodossa, mons. Giovanni Climaco Mapelli arrivati per brindare al brillante futuro della pittrice impegnata nel far emergere tematiche sociali e ambientali attuali attraverso i suoi lavori. Presentata dal manager della cultura Salvo Nugnes, organizzatore dell’evento, la mostra ha inoltre goduto dei preziosi interventi di Villa e Mapelli.

Pin It

Wrong Weather Gallery è orgogliosa di accogliere il ritorno di Mustafa Sabbagh all’interno del proprio spazio espositivo, con la presentazione dell’installazione multimediale site-specific MKUltra.

L’artista di fama internazionale, che ha fatto della sperimentazione una delle sue cifre più potenti, si appropria della sigla di uno dei progetti più sperimentali - e meno etici - della storia dell’umanità, per sovvertirne concettualmente l’esito attraverso un’arma altrettanto detonante: il gesto artistico.

In mostra da Wrong Weather la cristallizzazione di un brainwashing, innescata in un esorcismo muto e serrato tra fotografia e scultura, sclerotizza età e identità incenerendo lineamenti, chiudendo occhi, obnubilando volti. Tutto per un solo scopo: quello di non disinnescare mai il pensiero.   

Pin It

Giovedì 21 febbraio, ore 19 inaugurazione di 
“Masquerada”, la prima mostra all’interno della nuova sede veneziana 0rganizzata da Akka Project.

Nata quattro anni fa a Dubai, Akka Project si dedica alla promozione e alla diffusione dell’arte contemporanea africana attraverso un fitto programma di mostre ed eventi. La forte passione per il lavoro degli artisti ha portato la galleria a supportare una serie di nuove produzioni, con la volontà di finanziare progetti culturali meritevoli che incentivino i giovani artisti a seguire il loro percorso. 

Pin It