GTranslate

 

Si riparte. Si rinasce. La primavera è scoppiata e dal buio profondo della terra da cui tutto si genera, Persefone torna alla luce. C'è un mondo nuovo dove trovare nuove domande per le risposte che abbiamo cambiato.
E' nato STUDIO23 / filosofia pratica, arte e relazioni di cura ed è senz'altro A piedi nudi.


Semi che germogliano

Questo tempo è stato difficile e importante, molta luce e molta ombra. Dolore e sgomento. Si sono risvegliati i demoni di paure antiche e mai sopite ma, contemporaneamente, l'isolamento ha portato riflessione e tempo. Un tempo che ci mancava da moltissimo tempo, un esperimento quotidiano di grandissimo valore.
Per quello che mi riguarda, ho riunito i pezzi sparsi del mio lavoro, delle mie passioni e della mia ricerca e ne è emerso, con l'aiuto di Ludovico Amedeo Pensato, un caro amico artista ed eccellente designer grafico, un nuovo sito per il mio studio che per l'occasione ha anche finalmente trovato il suo nome (a fianco al mio) per tutte le sue molteplici attività: Studio23 / filosofia pratica, arte e relazioni di cura.
www.studio23.me

Passando ai progetti che iniziano a germogliare insieme a noi, parte oggi il bando della masterclass per curatori sulle pratiche artistiche e curatoriali site and audience specific, l'arte pubblica e le pratiche di partecipazione: senseOFcommunity #17. Anche quest'anno, la 17° edizione di questo progetto si svolgerà a CA' INUA, sull'Appennino bolognese nell'ambito del progetto artistico del collettivo Panem Et Circenses, dedicato alla relazione tra pratiche agricole e pratiche comunitarie e innescato dalla domanda su ciò che possiamo fare. Ciò che mi chiedo e chiedo a chi parteciperà è di interrogarci su come rispondere o provare a mettere insieme voci e cuori per trovare elementi di una risposta alle domande poste dall'emergenza che c'era già ma che l'epidemia ha reso evidente. Un'emergenza di tipo ecologico e ambientale, sociale e politico, economico e, in generale, relazionale.
Cosa può fare l'arte e, soprattutto, cosa possono fare gli artisti e come la pratica curatoriale può sotenerli.

Saranno ospiti della masterclass residenziale di senseOFcommunity #17 tre artisti: il collettivo Panem Et Circenses (che ha creato nel 2016 il progetto CA' INUA che ospita la residenza), Hannes Egger (Bolzano, 1981) che opera nell'ambito dell'arte relazione e Giorgia Valmorri (Cesena, 1984) anch'essa impegnata in una ricerca sulle pratiche di partecipazione e l'arte pubblica.
Infine, due parole sulla campagna di promozione del mio amato primo libro, A piedi nudi ballano i santi. La relazione artista-curatore nelle pratiche artistiche site specific. Arte pubblica e progetti socialmente impegnati e del secondo, che, nel frattempo, è uscito con Il Rio Editore di Mantova, Settima Onda. Un appartamento, gli artisti e un quartiere. Storia di un progetto relazionale.
A causa della situazione che tutti conosciamo, sono saltate le prime tre date del 2020, a Rovigo, nell'ambito del Convegno Aree fragili: Vento aria fumo. Reazioni sociali ai cambiamenti atmosferici in aree rurali fragili; a Vicenza, nell'ambito del festival Di sana pianta, conversazioni sulla natura. Dialogo tra ricercatori della natura, della filosofia e dell'arte; a Bazzano (BO) presso la Libreria Carta Bianca.
Vi tengo aggiornati appena mi vengono comunicate nuove date.

Silvia Petronici



senseOFcommunity #17 // CA' INUA
> 30 agosto - 6 settembre
:: masterclass residenziale sulla pratica artistica e curatoriale site and audience specific / arte pubblica, pratiche di relazione, community based project, pratiche agricole e pratiche comunitarie
> deadline 1° agosto 2020
> in palio una borsa di studio studente

senseOFcommunity #17 - masterclass e residenza per curatori . Progetto inserito in un ciclo di residenze con mostra finale, percorsi di studio e ricerca per artisti e curatori sulle pratiche artistiche site and audience specific - arte pubblica e rigenerazione urbana nato nel 2013 a Venezia e poi realizzato in diverse sedi in tutta Italia.

Tra gi obiettivi:

Aumentare il livello di attenzione e sensibilità sui temi del contatto e dell’interconnessione con la natura. Un approccio ecologico e relazionale alla pratica artistica e curatoriale
Creazione di una comunità temporanea, si mangia tutti insieme e si dorme immersi nella natura.
Favorire un aumento della consapevolezza nell’uso della pratica curatoriale in contesti naturali. Contribuire alla formazione della figura professionale del curatore nell’ambito del lavoro di progettazione e realizzazione di eventi connessi all’arte pubblica, alla rigenerazione urbana e territoriale. Un percorso professionalizzante

Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano