GTranslate

 

La Collezione Thannhauser, dal Guggenheim di New York a Palazzo Reale

Tannhauser
Chiusura 08/03/2020
di Ugo Perugini
Il Guggenheim è uno dei più grandi musei di New York. E’ stato progettato da un grande architetto, Frank Lloyd Wright, e inaugurato nell’ottobre 1959. Quest’anno compie 60 anni. Ha una storia particolare.
Piazza del Duomo, 12 Milano mappa
Inaugurazione 17/10/2019
Il Guggenheim è uno dei più grandi musei di New York. E’ stato progettato da un grande architetto, Frank Lloyd Wright, e inaugurato nell’ottobre 1959. Quest’anno compie 60 anni. Ha una storia particolare. L’incarico di realizzarlo venne dal responsabile della collezione di Solomon R. Guggenheim che voleva un edificio di concezione nuova che potesse ospitare la collezione di pittura “non oggettiva” del magnate americano. Per pittura “non oggettiva” si intendono semplicemente opere che non rappresentano la realtà come appare ma secondo l’interpretazione dell’autore. La collezione di Guggenheim inizia, infatti, attorno al 1910, proprio con i primi quadri realizzati dai pittori di questo movimento, appartenenti al gruppo dei Blaue Reiter (Cavaliere azzurro).

Ma torniamo al Guggenheim come edificio. Lo spazio espositivo è rivoluzionario: in pratica si tratta di un unico ambiente avvolgente nel quale i visitatori devono partire dal livello più alto, grazie a un ascensore, e poi scendere percorrendo la rampa sulla quale sono esposte le opere. Insomma anche l’architettura cerca di interpretare nel modo migliore le opere che in esse sono contenute, diventando un “tempio dello spirito”, quasi il simbolo di un’epoca. E, dobbiamo dire che vi riesce in pieno.

Un po’ di storia

A questo Museo affluì nel 1963, per un gesto di straordinaria generosità, la grande collezione Thannhauser, iniziata nel 1905 da Heinrich e proseguita dal figlio Justin con l’organizzazione di mostre importanti, tra le quali una delle prime dedicate a Picasso. Altre Gallerie, dopo la prima guerra mondiale, furono aperte da Thannhauser a Lucerna e Monaco (con una mostra su Degas) e infine a Berlino nel 1927.

Ma l’arrivo del nazismo, spinge Justin a trasferirsi prima a Parigi, dove fa in tempo ad esporre una grande mostra con opere di Gauguin, Matisse e Monet, e poi a New York. Molte tragedie però colpiscono Justin. La scomparsa dei due figli e, in seguito, quella della moglie. E nel 1963, decide di donare tutto il suo patrimonio collezionistico al Guggenheim.

Ora il Guggenheim ha deciso di far conoscere questo imponente corpo di opere all’Europa. La Mostra itinerante, infatti, è partita un anno fa con una prima esposizione al Guggenheim di Bilbao e in seguito si è trasferita ad Aix-en-Provence (Hotel du Caumont). Ora approda a Milano al Palazzo Reale, terza e ultima tappa del percorso, ed è un’occasione unica, da non perdere.

Una mostra eccezionale

Si tratta di circa cinquanta opere dei grandi capolavori dei maestri impressionisti, post-impressionisti e dell’Avanguardia dei primi Novecento, tra cui Cézanne, Degas, Gauguin, Manet, Monet, Renoir, van Gogh, oltre a un bel numero di lavori di Picasso. La Mostra si aprirà il 17 ottobre e proseguirà fino all’8 marzo.

La mostra è importante non solo per le opere – tra le quali ci piace segnalare la famosa Mucca gialla (1911) di Franz Marc o la Donna con i capelli gialli (1931) di Picasso, oltre a opere importanti di Braque, Rousseau, Seurat, Kandinsky, Klee, Matisse e altri - ma anche per conoscere più a fondo le vicende di un grande collezionista.

La curiosità da parte di chi attende di visitare questa grande esposizione è anche il modo in cui verrà allestita. A Palazzo Reale non ci sono i grandi spazi del Guggenheim di New York, e occorre trovare un’armonia con la location storica che le ospiterà. La garanzia però è data da Pier Luigi Cerri, al quale, come in altre circostanze, è stato affidato questo delicato allestimento.
Anche in questa circostanza Skira realizzerà un ricco catalogo della mostra.

Foto: Van Gogh Montagne a Saint-Remy
 
La Collezione Thannhauser, dal Guggenheim di New York a Palazzo Reale Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano