GTranslate

 

The Armory Show 2019

artisti costruttori di pace
Chiusura 10/03/2019
La mostra presenta la genesi e lo sviluppo, tra il 1950 e il 1956, del ciclo seminale dello “Spazio totale” di Mario Nigro, uno dei grandi inventori del linguaggio visuale nel dopoguerra in Italia.
Pier 90 - 711 12th Avenue, New York mappa
Inaugurazione 07/03/2019
The Armory Show 2019
7-10 marzo 2019

Insghts
Booth 314 | Pier 90

Mario Nigro - “Spazio totale”
Genesi di un nuovo spazio (1950-1956)
A cura di Francesca Pola (Curatore dell’Archivio Mario Nigro)

La mostra presenta la genesi e lo sviluppo, tra il 1950 e il 1956, del ciclo seminale dello “Spazio totale” di Mario Nigro, uno dei grandi inventori del linguaggio visuale nel dopoguerra in Italia. Questo era il tempo in cui le sperimentazioni materiche di Alberto Burri, lo Spazialismo multidimensionale e sperimentale di Lucio Fontana, i segni inconfondibili di Giuseppe Capogrossi e la libera espressività gestuale di Emilio Vedova si stavano chiaramente delineando. Lo sviluppo creativo di Nigro stava adottando altre vie fondamentali per andare oltre le indagini formali del tempo, e si concluse direttamente alle radici dell’avanguardia in una prospettiva internazionale.
Nigro decise di iniziare dalle origini dell’esperienza non-oggettiva: il neoplasticismo teosofico di Piet Mondrian, l’espressionismo astratto di Wassily Kandinsky e il dinamismo analitico di Giacomo Balla, con le sue interpretazioni del movimento spaziale come una tensione oppositiva in espansione psichica. Questo lo portò al suo “Spazio totale”, interpretando il dramma dell’esistenza contemporanea in una nuova prospettiva cosmica, e sviluppandolo in uno stretto dialogo con le ricerche contemporanee sullo spazio condotte da Lucio Fontana nei suoi primi anni dello Spazialismo. Lo “Spazio totale” di Nigro, come i contemporanei “Buchi”, “Pietre” e “Barocchi” di Fontana, fu ideato per penetrare in tutte le direzioni, inclusa la profondità, come indagine delle possibili relazioni del cosmo. Diversamente da Fontana, la sfida di Nigro fu di fare ciò rimanendo all’interno delle due dimensioni della tela, invece di uscire dalla specificità della pittura.
 
The Armory Show 2019Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph