GTranslate

 

A Morciano di Romagna e' nato il T MUB, il museo temporaneo dedicato a Umberto Boccioni

In occasione del 138° anniversario della nascita di Umberto Boccioni (Reggio Calabria, 1882 - Verona 1916), lo scorso 19 ottobre è nato a Morciano di Romagna (RN) il T MUB - Temporary Museum Umberto Boccioni, primo e unico museo internazionale temporaneo dedicato all'artista.
 
L'apertura di un museo privato, fortemente voluta da Giuliano Cardellini, che per oltre trent'anni se ne è fatto promotore, realizza il desiderio del futurista Filippo Tommaso Marinetti, intenzionato sin dagli anni '30 a creare una raccolta museale in memoria dell'amico. In attesa di trovare la sua definitiva collocazione nella casa un tempo abitata dai genitori di Boccioni, il T MUB ha temporaneamente sede in via Pascoli 15. Il museo fa capo alla Fondazione Boccioni, costituita il 19 novembre 2019 da Giuliano Cardellini, Alberto Dambruoso e Zuzanna Adamus. Presidente è Giuliano Cardellini ed attuale vice presidente Beatrice Buscaroli.
 
Il T MUB, la cui direzione artistica è affidata a Beatrice Buscaroli, si finanzia con contributi pubblici e privati, adesioni alla Fondazione e donazioni. A questo progetto stanno collaborando fattivamente anche Michela Barausse, Francesca Baboni, Luca Rendina.

Lo spazio temporaneo si propone di raccogliere e mostrare la documentazione relativa agli anni morcianesi e alla famiglia boccioniana (anche grazie a un concorso fotografico nazionale in via di definizione e una campagna di donazione libri) e nel contempo di acquistare opere originali o riceverle in comodato d'uso, promuovendo iniziative culturali periodiche volte a coinvolgere studiosi e artisti contemporanei. Per aderire alla Fondazione e contribuire a far vivere il museo si può visitare la pagina Facebook https://www.google.com/url?q=http://newsletter.csart.it//newsletter//tk/get.html?%26ui%3D25508%26cid%3D176%26cid%3D176%26ag%3Dam%26newsid%3D1849%26exid%3D1712%26ui%3D25508%26cid%3D176%26cid%3D176%26linkid%3D102939&source=gmail&ust=1611134205350000&usg=AFQjCNF3Hp7ru3KlkhdefFX93ZnPt7bTcw">www.facebook.com/fondazioneboccioni  e il sito web https://www.google.com/url?q=http://newsletter.csart.it//newsletter//tk/get.html?%26ui%3D25508%26cid%3D176%26cid%3D176%26ag%3Dam%26newsid%3D1849%26exid%3D1712%26ui%3D25508%26cid%3D176%26cid%3D176%26linkid%3D102940&source=gmail&ust=1611134205350000&usg=AFQjCNHBK-eT69FpiaAz9KKiBodjU_YKjg">fondazioneboccioni.org. 

Dichiara Giuliano Cardellini: «È per me una immensa felicità aver contribuito a dare una casa e far meglio conoscere questo incredibile artista, al quale mi sento profondamente legato, non solo perchè è morcianese, ma anche e soprattutto perchè è grande fonte di ispirazione artistica». 

Dichiara Beatrice Buscaroli: «La nascita di un luogo dedicato al più vicino degli artisti che seguirono Marinetti all'inizio del Movimento, ci sembra un omaggio dovuto, che il tempo passato può soltanto innalzare a modello per altre iniziative. Lo scopo sarà di raccogliere tutti i possibili documenti relativi a Boccioni, costituire una biblioteca e una fototeca e poi… chissà di radunare intorno a noi altri appassionati di questo artista, la cui vita e opera sono una summa del Futurismo e del suo slancio verso un futuro che riserverà molte sorprese». 
Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph